Shuttleworth e Ubuntu Touch

Da alcuni giorni è possibile testare la nuova versione in fase di sviluppo di Ubuntu Touch la versione mobile della famosa distribuzione sudafricana presentata al recente MWC2013 di Barcellona.
Le prime immagini di Ubuntu Touch permettono già di scoprire la nuova interfaccia grafica e le principali funzionalità ma però mancano ancora molte applicazioni basilari, un maggior supporto per i principali device Android ecc.
In una recente intervista a ZDNet, Mark Shuttleworth, il noto fondatore di Canonical, ha affermato che il lavoro da svolgere è ancora molto ma già ora il sistema risulta già abbastanza funzionale e sopratutto sicuro sotto ogni punto di vista.
In Ubuntu Tablet è disponibile una crittografia completa del disco ed inoltre le aziende possono creare una crittografia separata dedicata per ogni sessione dell’utente oltre ad essere legato alle Active Directory o LDAP (Lightweight Directory Access Protocol) grazie alle quali è possibile utilizzare il tablet per scopi militari, finanziari e in altri vari scopi dove si utilizzano in modo intensivo i dati sensibili.
Shuttleworth ha indicato che Ubuntu Touch è stato scaricato ben 75.000 nelle prime 6 ore del rilascio e si parla di una versione in fase di sviluppo dedicata solo per pochi dispositivi.

A ZDNet il fondatore di Canonical ha affermato come gli sviluppatori Canonical e la comunità Ubuntu sia già al lavoro per rendere più stabile e funzionale il nuovo sistema operativo mobile indicando che già tra 2 settimane Ubuntu Touch e sarà pronto per l’uso quotidiano.
Durante l’intervista Mark Shuttleworth non ha parlato di nessun accordo con aziende produttrici indicando però che i primi smartphone con Ubuntu preinstallato entreranno nel mercato nel Gennaio 2014 nei mesi successivi approderanno anche i Tablet.
Nei mesi precedenti sarà possibile comunque installare / testare Ubuntu Touch su diversi dispositivi Android grazie della facilità del porting di Ubuntu.
In questa pagina troverete l’intervista completa a Mark Shuttleworth da parte di Ben Woods | ZDNet.
  • PatrisX

    Ciao Roberto, l’ho provato, ma le iso non vengono più grandi di 1,8 gb pur selezionando una dimensione diversa. Cosa mi consigli per convertire divx in dvd ? Dei menù mi frega poco e nulla, piuttosto preferirei avere più opzioni per l’encoding.
    grazie

    • mi sembra strano che ti dia errori perché devede è veramente molto valida
      come applicazione

      alternative ce ne sono
      per esempio c’è WinFF (uno dei migliori) se non ricordo male c’è anche
      arista che ha questa funzione, mandvd e poi non ricordo altri ma sicuramente
      ce ne sono molte altre

      2011/7/8 Disqus

      • Marco_turrini

        quoto winff. molto semplice da usare

        • ottima scelta (se non la migliore)
          anche se è giusto dar spazio anche agli altri progetti, come vedi non amo
          inserire negli articoli questo è meglio di..ecc
          dato che il giudizio finale lo da l’utente
          anche se in questo caso penso che winff sia veramente il top
          fammi sapere se lo utilizzi come ti trovi ciao

          Il giorno 08 luglio 2011 11:07, Disqus
          ha scritto:

      • PatrisX

        ciao, sarà valido, ma un po’ di bug li ha e basta andare su launchpad per vederli. Cmq ti assicuro, la versione di default su natty, creava sempre iso da 2,1 GB, l’ultimissima da 1,8 GB. Cmq se ti dovesse capitare di usarla lasciamo un messaggio per favore. ciao

No more articles