Grazie alla gentile segnalazione del nostro lettore Domenico P. vi vogliamo segnalare un’interessante tool per Microsoft Windows con il quale possiamo rendere avviabile qualunque chiavetta USB con una distribuzione Linux oppure Microsft Windows, FreeDos ecc.
Rufus è un progetto open source che ci permette di caricare su una pendrive file immagine ISO di Microsoft Windows o di una qualsiasi distribuzione Linux.
Il progetto offre un constante supporto sia per i nuovo sistemi operativi di Microsoft che per le nuove distribuzioni Linux ed inoltre aggiunge il supporto FreeDos sistema operativo presente preinstallato in alcuni modelli di pc dekstop o portatile.
Rufus si basa su una libreria interna libcdio la quale garantisce ottime performance e sopratutto una maggiore sicurezza nella copia dei dati da pc a pendrive. Il tool Rufus inoltre aggiunge la funzionalità “Check device for bad block” che effettua dei controlli sulla pendrive in modo tale che non contenga dei blocchi danneggiati.

Come per UNetBootin anche Rufus preinstalla Syslinux in modo tale da poter supportare molte distribuzioni Linux come ad esempio Puppy Linux e derivate inoltre offre il supporto anche per Arch Linux e derivate come Manjaro, Bridge ecc (non presente ad esempio in UNetBootin).
Permette inoltre ci copiare su una pendrive il file ISO di Microsoft Windows 7 e 8 inoltre permette di creare supporto avviabile contenente anche DOS.
Rufus non richiede nessuna installazione basta scaricarlo e dare un doppio click sul file e confermare l’avvio.

Home e Download Rufus

  • Roberto Ranieri

    E per arch? Previsioni?

  • Girolamo Aloe

    Ma perchè sui repository di Ubuntu c’è solo la release 0.6.1-1 ?

    • per il motivo che ubuntu non aggiorna mai la applicazioni ma le mantiene
      la nuova versione 0.6.4 la troverai in oneiric 11.10

      • Girolamo Aloe

        ma perchè non le aggiorna?!… è una rottura!

  • mi ci voleva 🙂

  • Girolamo Aloe

    E’ possibile avere e/o scaricare il set di stazioni radio italiane, da inserire su Radio Tray, senza dover installare il pacchetto in lingua italiana

    • Girolamo Aloe

      Ho scaricato il Pacchetto in Italiano, ho fatto copia e incolla dei gruppi xml delle stazioni radio sul bookmark.xml della versione standard 0.6.4 isntallata.

      • te volevi installare le radio italiane nella versione normale?

        • Girolamo Aloe

          esatto!
          non ho installato il pacchetto in italiano xkè i sistemi operativi e tutti i servizi li uso in inglese, compreso lo smartphone.
          ho installato il pacchetto generale 0.6.4. Ho scaricato anche il pacchetto in italiano, spacchettato e copiato i gruppi xml dal bookmark.xml ed incollati in quello dell’applicazione installata.

          Lo utilizzo felicemente senza problemi. Ma c’è una cosa.
          Le stazioni presenti di default nel pacchetto standard notificano tutto quello che succede con titolo, autore brano ecc ecc. Le stazioni italiane non notificano nulla e questo non è piacevole.
          Ma presumo sia una cosa normale.

          • il problema non è dell’applicazione ma della stazione
            alcune stazioni notificano la canzone autore ecc altre no
            in italia son poche che aggiungono questo servizio easy network mi sembra una di queste e radio capital se non sbaglio

  • favolosa app!!! però RDS non va… dice che lo stream è di un tipo differente da quello gestito da questo elemento… che vorrà dire???

  • ma su chakra linux non si può installare? ho letto che yaourt non è compatibile enei repo di chakra non è presente… 

    • purtroppo le applicazioni gnome con chakra sono
      poche e non possiamo nemmeno integrare aur

  • Pasquale Senneca

    xkè su xubuntu 11.04 se installo il pacchetto con le radio italiane non ce le ho?

  • Vandario

    Ciao! Ho provato ad installare radio tray su ubuntu 13.04 64bit, ma non ci sono versi di farlo apparire nella barra superiore. Sapresti aiutarmi??
    Grazie!
    ps risolto, grazie

  • Gabry Dynamo

    Esiste un programma del genere ma per Linux?

    • rico

      Su Linux uso sempre UNetBootin, che oltretutto permette la persistenza (memoria aggiuntiva) sulla chiavetta, almeno per Ubuntu e derivate.

No more articles