Microsoft e HP  ha realizzato recentemente un’analisi indicando che il comune di Monaco (da poco passato a Linux e LibreOffice) avrebbe risparmiato se avesse mantenuto il sistema operativo Microsoft Windows e Microsoft Office nei propri pc.
La vicenda ha fatto parlare sopratutto perché Microsoft e HP non ha voluto rilasciare i dettagli dell’analisi effettuata “per evitare contraddizioni da parte di analisti e altri esperti”.
Il comune di Monaco ha risposto alle tante discussioni avviate in questi giorni indicando che la migrazione al sistema open source sarebbe costata 23 milioni di euro e non 61 come indicato da da Microsoft e HP.
Monaco ha fornito i dati “reali” sui costi della migrazione indicando che il passaggio da Microsoft a Linux ha fatto risparmiare al comune oltre 10 milioni di euro. Come sostenuto da Stefan Hauf, lo studio commissionato da BigM sarebbe basato su diversi assunti fallaci.

Microsoft e HP hanno decisamente “toppato” sarà anche per quello che Microsoft sta pensando di portare Microsoft Office in Linux, staremo a vedere…
Ringrazio Alessandro M. per la segnalazione

  • andreazube

    Una bella figura de merd* per microsoft e i suoi analisti del piffero

    • Jagemal

      molto dipenderà da quanto la smentita del diretto interessato (Comune di Monaco) riceverà riverbero sui media
      la parola dei due colossi ha sicuramente fatto rumore e di fatto solo ai cittadini di quella città realmente andrà a fare i conti nelle casse comunali per assicurarsi che i propri rappresentanti non abbiano compiuto uno spreco, i restanti 6 miliardi di abitanti del pianeta verranno informati? (o comunque gli interesserà informarsi?)

      • Dino

        I restanti 6 miliardi?
        Considerando che gli abitanti della palla blu sono 7 miliardi, vuol dire che solo a Monaco ci vive un miliardo di persone?
        ‘azz…

        • andreazube

          tu sei in italia, ma sei informato
          Calcola quindi i vari nerd e geek in giro per il mondo, e considera che siamo *quasi* 7 miliardi, un po’ meno quindi 🙂

    • Certo che citare sondaggi fasulli solo per portare acqua al proprio mulino è proprio una roba incr… ah ops, scordavo che siamo in campagna elettorale! 😛

      • Alexander83

        Ve la ricordate la famosa campagna “Get The Fact”? E’ solo una delle piccole cose che si sono inventati per ghettizzare chi usa linux ed additarlo come un “comunista” (come dice zio Ilvio XD)

    • Oltre che una pessima figura Microsoft ed HP hanno mentito chiaramente.

      Sono menzogne da politico, il modo di fare somiglia tantissimo.

      In ogni caso Microsoft ha solo cercato di salvaguardare i propri interessi, nient’altro… come l’ultima toppata di Windows 8.

      • Er Chiappetta

        Ho visto Windows 8 sui notebooks nei centri commerciali e sinceramente è proprio brutto da vedere. Le Faenza icons sono molto piu belle e trendy.

  • Ferik

    ennesima figuraccia dei colossi dell’insicurezza informatica ahahhaahhahahahahahahahaha

  • matteo81

    questo è uno dei motivi per cui pur apprezzando qualche loro prodotto non riesco a usare roba microsoft… è una sh enorme e piena di risorse, umane ed economiche, eppure sembra che per loro l’unica cosa che realmente conti sia la strategia commerciale e le campagne denigratorie…
    La realtà è che ms non ha mai avuto il software migliore… ai tempi del dos e dei primi windows l’apple II e l’amiga os erano anni luce avanti ed oggi un’ideuzza di un programmatore finlandese senza nessun fine commerciale gli fà fare certe figure da babbei…. tristezza assoluta

    • william

      quotone 🙂

    • Concordo.

    • Er Chiappetta

      Sei il mio eroe di questa settimana 🙂 Da me in ufficio siamo in pochissimi ad usare Linux e tutti gli altri nonostante problemi, virus, cracks, keygens, drivers introvabili, licenze dittatoriali, continuano convinti ad usare Windows dicendo che adesso funziona bene. Anche l’amministratore di rete non sa un comando della CLI e quando viene da me sparisce immediatamente perchè non sa cosa dire e non puo’ minimamente immaginare le facili soluzioni disponibili magari tramite uno script. Quindi per quanto mi riguarda GNU/Linux è un environment di risorse umane e scientifiche solo per chi desidera di meritarlo.

    • Alexander83

      Quotone anche da parte mia! Evidentemente in M$ sono più interessati a vendere dei prodotti piuttosto che a farli bene! XD

  • floriano

    heheeh ce ne sono parecchie qui (e molto interessanti)
    http://it.wikipedia.org/wiki/Classificazione_delle_fallacie

  • Flavio Perino

    quindi ai geni della microcoz si può soltanto dire: “suuukkaaa!!”

  • fede80

    Da quel che ricordo è notizia recente che il comune di Monaco ha fatto un passo indietro dismettendo linux perchè troppo costoso, dopo 2 anni di sperimentazione… Qualcosa non mi torna

    • Waifod

      A dire il vero LO+Linux è stato dismesso in un altro comune tedesco, ora non mi ricordo quale nè mi va di cercare la news (sono pigro xD)

  • Darkat

    Non mi linciate…ma potete correggere i verbi al singolare e concordarli al plurale? XD perchè così “Microsoft e HP” sembra una società a delinquere. Comunque io credo personalmente che Microsoft voglia portare Office su Linux principalmente per affossare LibreOffice da tutti i fronti: se riesce a convincere gli utenti linux ad usare Office ha praticamente garantito il monopolio, per questo sarebbe anche auspicabile che non ci riesca

  • Aahahahahah!!! Mi sembrava strano che Microsoft ed HP giocassero sporco! XD

  • bc

    Probabilmente il risparmio dipende dalle dimensioni dell’investimento. Se lo si fa in piccolo è difficile risparmiare. Bisogna considerare le spese per trovare soluzioni alternative a programmi e utility di nicchia, roba per cui può benissimo non esserci una soluzione in linux. Corsi di apprendimento, problemi vari legati al periodo di transizione. Riconversione di robetta personalizzata fatta in access (probabilmente la stessa reinventata milioni di volte per ogni gruppo di 4 o 5 ufficetti). Problemi quando ci si deve interfacciare con chi usa programmi diversi.

    La vedo dura per un piccolo comune, ma se l’investimento è fatto in grande il discorso cambia. Probabilmente monaco ha delle dimensioni sufficienti a renderlo conveniente.

    Un discorso facciamo la prova di un mese su un piccolo comune è destinato a fallire.

    Facendo le cose in grande in grande invece ci vedo solo vantaggi.

    1) Il risparmio si accumula nel tempo e lo si apprezza quando sarebbe ora di rinnovare una licenza.

    2) Assumere (esternalizzare non mi sembra una buona idea) dei giovani laureati in informatica implica lavoro e formazione a personale sul territorio il tutto andrebbe a favorire lo sviluppo di un settore strategicamente molto importante. E bisogna considerare che i soldi spesi sul territorio sono più utili di quelli dati ad una azienda straniera.

    3) Trovare soluzioni alternative a programmi che non puoi più usare perchè incompatibili è sicuramente costoso, ma dopo la soluzione è tua (preferibilmente opensource) e non bisognerebbe pagare ogni licenza. Quindi se l’investimento fosse abbastanza grande, varrebbe la pena farlo anche per programmi tipo cad e per i vari programmi che si usano per le mappare il territorio.

    4) Ci sarebbero meno problemi di incompatibilità di formati documenti. Attualmente anche con office ci sono diverse versioni e le licenze costano quindi capita di trovare un ufficio che non legge i docx. La creazione di un repository italiano comune farebbe si che tutti avessero la stessa versione di libreoffice. Libreoffice ha delle mancanze specifiche che impediscono un particolare lavoro? Potrebbe essere conveniente prestare qualche sviluppatore alla comunità per risolvere quel preciso problema. Fatto in grande Il problema sarebbe di office a non essere pienamente compatibile e non il contrario.

    5) Non ci sarebbe il problema dei driver. Perchè: A) si sceglierebbe roba testata-funzionante (salvo mazzetta, e quà la vedo dura) B) Se un amministrazione pubblica acquista 1 milione di stampanti purché compatibili con linux… Forse il produttore si preoccuperebbe di aiutare la comunità a sviluppare i driver.

    6) Si potrebbe evitare di essere costretti a comperare il PC con sistemi che dopo averli visti ti chiedi perché ti obbligano a cambiare? Tipo windows MilleniumBug, Windows sVista, Windows cOtto. Certo, questo discorso vale anche per un passaggio da gnome2.36 a unity o gnome3 (non sono fra gli ammiratori di questo desktop), ma qui almeno ci sono piu alternative e alla fine qualunque alternativa io abbia scelto i programmi che ci girano sopra continuano a funzionare (esclusa a volte qualche imperfezione grafica).

  • Alessandro

    E pensare che una volta consideravo HP un’azienda seria… 🙁

    • Alexander83

      Come parecchie altre società (tutte? XD), si schierano sempre dalla parte di chi gli fa guadagnare di più…

No more articles