Gimp 2.10

Gimp è uno dei migliori progetti open source più apprezzati dagli utenti Linux e non solo, il progetto offre un’editor d’immagini moderno e professionale utilizzato sia da fotografi professionisti che da normali utenti.
A pochi mesi dal rilascio della versione 2.8 stabile con l’attesa finestra singola gli sviluppatori del progetto sono già al lavoro per la nuova versione 2.10 che introdurrà diverse novità e migliorie varie all’intero editor d’immagini,
Tra le novità confermate in Gimp 2.10 troviamo il porting completo a GEGL di tutto il core che porterà la completa riscrittura di gran parte delle funzionalità dell’editor.
Gimp 2.10 permetterà di poter operare per ogni canale con colore 16 o 32 bit sia intero che a virgola mobile rendo quindi possibile la creazione di varie sfumature di colori molto più uniformi, inoltre il team sta la lavorando per offrire la possibilità di operare direttamente su immagini Raw.

Novità anche per i vari strumenti, in Gimp 2.10 avremo un nuovo strumento che ci permetterà di ruotare, scalare ecc l’immagine in una sola finestra di dialogo rendendo queste operazioni più semplici e veloci.
Gimp 2.10 porterà anche diverse migliorie riguardanti le performance, l’editor sarà più reattivo e veloce nell’avviarsi grazie anche al supporto per processori e schede grafiche multi-core e l’accelerazione OpenCL utile per avviare molto più velocemente i vari filtri riducendo anche il carico di memoria.
Per maggiori informazioni sul nuovo Gimp 2.10 consiglio di consultare la pagina dedicata dal portale gimpusers.
Il nuovo Gimp 2.10 dovrebbe essere rilasciato a fine 2013 / primi mesi del 2014, per il rilascio della versione stabile molto probabilmente arriveranno anche altre novità.
  • Non sono su natty in questo momento, ma mi sembra che la possibilità di aprire un file di testo trascinandolo sull’icona di gedit sia già presente di default.

    Allo stesso modo, se si trascina un file audio sulla barra laterale, si anneriscono tutte le icone tranne quelle dei programmi adatti ad aprirlo e trascinando il file su uno di essi, lo si apre con quell’applicazione.

    Analogamente, per quasi tutti i file supportati da qualche programma la cui icona sia sulla barra laterale il comportamento è simile.

    • personalmente non ho mai provato senza le quicklist proposte
      stasera provo e poi ti dico

  • Ah, beh… bisogna aspettare un anno. C’è tempo. XD
    Ma alla fine della fiera in GIMP non applicano mai novità degne di nota. A quest’ora il progetto ci metterà decenni prima di pareggiare con Photoshop.
    Che poi non vengano fuori i soliti commenti che è come Photoshop che gli tirerei una scartellata in testa. Mancano troppe cose a Gimp per competere in campo professionale e pubblicitario.
    Così come la menzogna che alcune aziende pubbliicitarie lo usano perché non è vero, Gimp non ha le opzioni fondamentali per la stampa offset, ne una corretta gestione dei colori Pantone e ne altro.

    • Alessandro Pellizzari

      Hai ragione, sempre che il loro intento sia quello di eguagliare Photoshop.

      Ma se invece non gliene fregasse niente della grafica pubblicitaria, e volessero semplicemente fare il miglior software per la grafica bitmap (e non fotografica)?

      Gimp è già avanti a PS, per esempio, per la grafica web. Perlomeno consente di avere precisione al pixel. In PS spesso la grafica non si allinea perfettamente, perché il subpixel shading spacca tutto.

      In fin dei conti l’editoria “tradizionale” (su carta) sta sempre più lasciando il posto a quella digitale (web, tablet, telefoni), con esigenze molto diverse: il Pantone non serve a niente, essendo tutti schermi con diversi spazi colore; la grafica è tutta RGB, non CMYK; l’offset non serve più; è molto più importante avere migliori opzioni sulla trasparenza e la compressione delle PNG e sugli algoritmi di compressione dei JPEG. Ecc. ecc.

      • L’offset non serve più? CMYK idem??? E secondo te per la stampa tipografica e industriale secondo te come fanno?
        Devi ammettere che in questi settori non ci avevi pensato.
        Io che ci lavoro sempre lo so benissimo invece.

        • Alessandro Pellizzari

          Hai letto il messaggio o hai guardato solo i caratteri in maiuscolo?
          E nel caso l’avessi letto, capisci l’italiano o scrivi senza pensare?

  • Davide Depau

    Bella notizia. Chissà se passeranno anche a GTK3…

  • Adriano Bassignana

    Be io lo uso per l’elaborazione delle mie foto insieme ad un convertitore RAW, devo dire che fa ottimamente il suo lavoro. Manca il supporto per i processori grafici, ma vedo che lo stanno per inserire. Certo PS è un mondo diverso, ma alla fine il mondo che lo usa è piuttosto ristretto e ha già PS e lo usa da troppi anni per cambiare bandiera. Se invece si utilizza PS che danno per due soldi, be a questo punto Gimp lo supera ampiamente, ha molto di più e spesso fa pure meglio. Ho lavorato nella composizione tipografica nel campo della moda, ove il colore impera, usavo PS in quanto aveva pantone al fine di fare cataloghi. Ma ora è più facile che al posto del catalogo ci sia un tablet e quindi addio pantone… Gimp opera benissimo in tale contesto. Ricordate sempre che l’Open Source (OS) difficilmente fa cose che non servono per l’ambiente nel quale si inserisce, per questo possono mancare funzioni che altri anno, ma che usano in pochi.. .l’OS sviluppa solo i veri bisogni con un meccanismo altamente evoluzionista, per questo non ha senso compararlo a PS che è un prodotto da vetrina commerciale…

No more articles