Dopo mesi di ritardi è finalmente arrivata la nuova Fedora 18 la quale porta con se molte novità oltre ad aggiornare i principali pacchetti, ambienti desktop e kernel all’ultima versione stabile migliora in stabilità, performance e reattività.
Se abbiamo una versione precedente di Fedora possiamo aggiornarla con molta facilità. L’aggiornamento di solito non porta problemi a meno che non abbiamo installato driver proprietari, installato o compilato applicazioni non presenti nei repository ufficiali ecc. E’ quindi consigliabile salvare tutti i dati più importati prima di effettuare l’aggiornamento prima di effettuare il backup.
Per effettuare l’aggiornamento di Fedora nella nuova versione 18 Spherical Cow basta avviare il terminale e digitare:

su -c ‘setenforce Permissive’

rpm –import https://fedoraproject.org/static/DE7F38BD.txt

su -c ‘yum update yum’

su -c ‘yum clean all’

su -c ‘yum –releasever=18 –disableplugin=presto distro-sync’

su -c ‘rpm –rebuilddb’

al termine riavviamo
Al riavvio avremo Fedora 18 nel nostro pc.

In alternativa possiamo anche utilizzare il tool FedUp (ancora in fase di sviluppo) per farlo basta digitare da terminale:

yum –enablerepo=updates-testing install fedup

Per Fedora 32 Bit

sudo fedup –network 18 –debuglog fedupdebug.log http://dl.fedoraproject.org/pub/alt/qa/fedup/f18-RC4/i386/

Per Fedora 64 Bit

sudo fedup –network 18 –debuglog fedupdebug.log http://dl.fedoraproject.org/pub/alt/qa/fedup/f18-RC4/x86_64/

al termine riavviamo
Al riavvio avremo Fedora 18 nel nostro pc.
No more articles