Ubuntu Phone OS

Canonical ha presentato il nuovo progetto Ubuntu Phone OS un nuovo sistema operativo mobile, basato su kernel Linux, che porta con se alcune caratteristiche dell’ambiente desktop Unity.
Mark Shuttleworth ha confermato che Ubuntu 14.04 LTS porterà Ubuntu su desktop, tablet e smartphone, già il primo dispositivo con Ubuntu Phone Os potrebbe già essere rilasciato entro il 2013.
Arrivano inoltre nuove informazioni sul progetto proprietario Ubuntu for Android il sistema operativo desktop integrato in Android che possiamo utilizzare collegando il nostro dispositivo ad una tv di nuova generazione o monitor pc.
Ad un’anno dall’annuncio Ubuntu per Android non è ancora presente in nessun dispositivo, Shuttleworth comunque ha indicato di voler vedere Ubuntu per Android già preinstallato nei prossimi mesi su alcuni dispositivi.
Proprio l’accordo stipulato nei mesi scorsi con Amazon (e tanto discusso) potrebbe portare un possibile rilascio di un nuovo smartphone targato Amazon / Canonical con il nuovo Ubuntu Phone OS preinstallato.

Dai primi dettagli di Ubuntu Phone OS si nota come l’azienda punti molto sulla gestione di ebook digitali offrendo già un reader e varie utility di gestione.
Dalle prime immagini difatti spunta già il logo Amazon con tanto di store per l’acquisto di ebook già integrato in Ubuntu Phone OS.
Non c’è niente di ufficiale ma dalle immagini e video rilasciati da Canonical fa ben sperare per l’arrivo di un nuovo smartphone realizzato con Amazon.

Ubuntu Phone OS - Amazon

Ubuntu Phone OS ha aperto molte discussioni in rete alcune positive altre negative, il team pcmag non da molte speranze al progetto mobile di Canonical.
Staremo a vedere.
  • Giacomo Baiamonte

    ora si spiega il perchè del Lens…forse forse Canonical non ha fatto scelte sbagliate in ottica mercato (fermo restando che non condivido tali scelte)

  • caino

    è dal concepimento di unity che MS è orientato a questo panorama…
    e la scelta di “joint venture” con Amazon la mette al riparo del non poco trascurabile “problema” di avere un market un minimo decente gia dalle prime uscite del terminale al mercato…

    due cose trovo molto interessanti quando il progetto vedrà la luce:
    a – le potenzialità reali di linux sui quad core al pari di PC?
    b – se diventerà “virulento” come linux per i pc installabile anche sui tostapane XD

  • carlobycarlo

    Da qualche anno ci siamo traformati in beta-tester.

    • loki

      Se usi una Debian testing o una Arch sei un beta tester da più di qualche anno…

      • arch nei repo stabile ha solo applicazioni stabili quindi che beta tester sei?
        il discorso beta tester arriva su unity progetto nato proprio per portare ubuntu nei dispositivi portatili
        ti ricordo che le prime versioni di unity era in ubuntu netbook remix progetto per pc portatili
        poi arriva l’integrazione nei pc portatili e ora come sistema (molto probabilmente proprietario) per dispositivi mobili

        2013/1/3 Disqus

        • loki

          Su Arch ci sono applicazioni più nuove che su Debian testing, che di fatto è una distro beta. Su Debian “stabilità” significa che un’applicazione è stata testata a fondo ed è esente almeno da bug critici, su Arch significa che è abbastanza popolare da fidarsi che un avanzamento di versione non rovinerà niente (si spera…)

      • carlobycarlo

        Io non so se hai mai provato arch, ma la qualità dei pacchetti è di gran lunga superiore a quella di ubuntu.
        La stabilità di ubuntu rispetto ad arch è ridicola.

        • da notare arch comincia ad avere molti sviluppatori sia nel kernel linux che nei progetti kde e gnome
          stessa cosa vale per ARM
          Arch linux arm è molto più completo stabile e funzionale di debian / ubuntu arm oltre ad offrire un supporto specifico per molte device e mini.pc arm cosa che ubuntu non fa
          da notare che ubuntu non supporta nemmeno rapberry ad esempio

          arch nel suo piccolo fa molto dipiù per la comunità linux che ubuntu la distribuzione linux più conosciuta e utilizzata
          tranne che pubblicizzare linux, ubuntu non fa altro dato che i progetti o son proprietari o sono realizzati solo per propri fini commerciali

  • fedefigo92

    Per competere con android e ios ci vogliono soldi sia per lo sviluppo ma soprattutto per imporsi con pubblicità ecc.
    L’accordo con amazon è la cosa migliore….immagino già anche il prossimo kindle fire con ubuntu preinstallato vendere milioni di pezzi ahah

  • Alessandro Favaro

    Hanno montato dietro la sagoma del Galaxy S3 per fare i fighi, quando magari, se questo telefono mai uscirà, sarà una schifezza tipo i Galaxy piccoli come il Next

    • Ale2695

      Lo sai vero che il primo smartphone a supportare Ubuntu Phone OS sarà il Google Galaxy Nexus, che è proprio quello usato per i test e che è presente nelle immagini sovrastanti e nei vari video di presentazione (compreso quello in cui Mark lo usa dal vivo)?

      • Luca Cavallaro

        non Galaxy Nexus, ma LG Nexus 4

        • Facce

          No no, è un GNex

      • Davide Depau

        Che culo è quello che volevo comprare… così ce lo installo 😀

    • Darkat

      Ehm la sagoma è del Nexus 4

  • Nicola

    Probabilmente Amazon caccia la grana….

    • Davide Depau

      Sì, è una strana coincidenza che Canonical abbia partorito così tante idee negli ultimi mesi che non in tutta la storia di Ubuntu 😀

  • ilAlto82

    beh pcmag dice semplicemente che per avere un senso, Canonical deve trovare produttori di telefoni che lo preinstallino e su questo sono d’accordo. Non ha bocciato il progetto in sè, ha solo detto che tutto dipende da quali partnership commerciali riuscirà ad ottenere e a quale successo di mercato avrà in seguito.

    —-
    Ad un’anno -> Ad un anno (“anno” è maschile, niente apostrofo).

    • fedefigo92

      Ecco il futuro sui windows 8 si metterà in parallelo ubuntu e su wp8 idem ahah

  • fedefigo92

    Sarebbe bello poter scegliere se lasciare la barra al lato fissa o a scomparsa come sul desktop

    • Facce

      In effetti dovrebbe essere così.

    • Davide Depau

      Non penso sia utile. Nel desktop devi spostarti col mouse, mentre nello smartphone gli spazi sono molto più ridotti e scorrendo un dito puoi riaverlo subito.

  • garuax

    Se raggiungerà la fluidità di windows phone dei Lumia allora potrà dire la sua. Altrimenti sarà solo una idea bella.

  • Davide Depau

    Quello che mi stupisce delle invenzioni di Canonical è il design: quando è apparso per la prima volta Unity, mi stupì perché era qualcosa di nuovo; o almeno, non c’era nulla di nuovo in Unity – il launcher > barra delle applicazioni, la dash > home di android, barra dei menu > quella di macosx – ma il modo in cui erano proposti era nuovo. Poi si è arricchito di nuove funzioni (e ho dovuto anche arricchire la RAM perché me la mangiava tutta :D), l’HUD (che sinceramente non ho mai usato), le lenses della dash, l’alt+tab, lo spread (che sta calando :D), ecc…

    Anche oggi, quando ho visto lo smartphone Ubuntu, sono rimasto shockato: sinceramente ero scettico sul vedere Ubuntu su un telefono, pensavo magari a Ubuntu per Android, e quando ho scoperto il countdown pensavo fosse una nuova versione di Unity che andava bene anche con i tablet…

    Invece no, Ubuntu per smartphone. Ma qui ho trovato solo novità: la “welcome screen” mi ha lasciato senza parole: chi ci aveva pensato a una schermata home, a prova di touchscreen di scarsa qualità che scambiano il tessuto del pantalone con una ditata, che offre allo stesso tempo accesso a tutto? Ero molto curioso di vedere come sarebbero diventati gli indicator e l’HUD, e anche questi mi hanno lasciato senza parole. Ma la più bella era la dash: nessuno smartphone offre tutto in un’unica schermata: iOS le app, Android i widget, Winzozz quei quadratini odiosi (o come qualcuno probabilmente mi correggerà, tiles), e altri OSes cose simili. Mi spaventavano i gesti touch: quando una mia amica mi ha chiesto aiuto per configurare un nuovo Mac Book, sono rimasto sconvolto dalla quantità di gesti che bisognava fare. Tre dita per trascinare, quattro su per vedere i desktop, a destra per vedere non-mi-ricordo-che-cosa, due dita per un’altra cavolata, e per la prima volta usando un computer nuovo ho detto “dove sono le istruzioni?”
    Invece le gestures di Ubuntu erano incredibilmente naturali, una per ogni bordo. Nessun pulsante, solo quattro gesti.
    Veramente, sono stato scettico per tutti questi progettini di Canonical, da Ubuntu TV a Ubuntu per tablet, e anche di Ubuntu per smartphone, ma penso che se sarà così come l’hanno descritto, sarà qualcosa di veramente bello e innovativo.
    Spero comunque di poter sempre premere Ctrl+Alt+F1 anche nello smartphone, una TTY può sempre essere utile 😀 😀
    Buonanotte 😉

  • Feri Lukmana

    luarr biasa seandanya gratis untuk sayya ha….ha… ha.. good luck I like linux ubuntu….

  • francko

    pensassero a sistemare plymouth,la gestione del doppio monitor,a far funzionare compiz e a risolvere il consumo esoso di ram e cpu,a far funzionare le webapps e ad offrire un centro unico di configurazione tipo linux mint piuttosto ..che qui si peggiora in bug da rilascio a rilascio

  • ubuntu sistema proprietario và contro tutta la comunità
    se sarà così molto meglio android

  • DeeoK

    Una partnership con Amazon sarebbe una garanzia per la qualità finale. Inoltre dato che si parla di smartphone il problema della privacy non si presenta.
    Il problema, IMHO, è che Canonical sta cercando di fare troppe cose contemporaneamente. O forse, nei suoi piani, quello di fare un unico SO per tutto porterà ad una riduzione del lavoro dovendo lavorare ad un unico progetto unificato.
    Ubuntu potrebbe essere una buona alternativa agli altri SO se avesse la principale caratteristica di un SO desktop: la versatilità. Con Android, ad esempio, fai tante belle cosine ma è un SO pensato per smartphone e tablet e quindi molto limitato, inadatto per lavorarci. Se invece non dovesse avere questa caratteristica allora non serve a nulla.

    • l’ambiente dekstop per dispositivi mobili è ben diveso da quello desktop
      attualmente sono 2 i progetti che puntano ad integrare sia mobile che desktop assieme e sono windows 8 e kde plama active

      ubuntu phone os non sarà mai un so per desktop e viceversa

      canonical doveva iniziare prima a puntare sul mobile

      • DeeoK

        Win 8 per smartphone mi pare non sia come quello desktop. Anche quello per tablet ha alcune differenze ed è stato ampiamente snobbato.
        Ubuntu phone è al momento diverso dalla versione desktop, ma credo che nei piani di Canonical ci sia la volontà di unificare i due sistemi operativi.

        • windows 8 nella versione x86 offre la possibilità di operare sia con le app mobili che con quelle desktop
          esempio uso ie per app posso passare a ie desktop con un click ecc
          con ubuntu non sarà possibile per tanti motivi

          ubuntu phone os / ubuntu per andorid sono sistemi operativi proprietari mentre ubuntu per desktop è open source

          ubuntu phone non si basa su nessun repository come ubu per desktop
          ubu per desktop è in gtk ubuntu phone è in qt
          e molto altro ancora
          in poche parole sono 2 sistemi completamente diversi anche se basati sempre su kernel linux
          unica cosa utile è che le app mobili potranno girare anche su desktop le app desktop però non potranno girare su ubuntu phone os

          • DeeoK

            Hmm, capisco. Allora penso che i piani di Canonical riguardino prevalentemente Amazon. Al momento il Kindle Fire usa Andorid modificato, ma forse Amazon pensa ad andare oltre ai tablet e puntare anche su smartphone e tv (sugli smartphone c’è già qualche rumor).
            Comunque Windows 8 consente di usare app, ma non sono app mobili. Win 8 ha in comune, fra tutte le versioni, lo store e basta che poi presumo filtri in automatico in base alla versione. Anche solo per le architetture diverse su cui girano i SO.

          • le app di win 8 sono app mobili che le puoi usare in win phone 8 e win rc (la versione arm per tablet senza desktop)
            amazon è da un bel po che vuole rilasciare un proprio smartphone
            con ubu phone os si stacca da google diventato avversario con il rilascio di nexus 7
            ubu phone os rischia di essere un so di amazon con solo prodotti amazon e poco altro
            un’interfaccia carina e niente più
            firefox os oltre ad essere open non ha alcun fine di lucro con aziende varie
            essendo open lo potremo installare anche su smart android ubuntu se proprietario potrà essere rilasciato solo preinstallato un po come fa microsoft e apple

          • DeeoK

            Se vado nello store di win 8 non trovo le stesse app che ci sono sullo store di win phone 8 (provato adesso). Win rt è diverso dal normale win 8 e lì non so come funzioni.
            Sul fatto poi che Ubuntu OS rischi di essere un SO di Amazon non è un problema: Amazon penserebbe all’hardware ed ai servizi di più alto livello, Canonical al SO. Entrambi ci guadagnerebbero. E’ la stessa cosa che fanno Google e tutte le aziende che vendono dispositivi Android.
            Che poi Firefox OS non abbia fine di lucro non me ne può fregar di meno. Io valuto il prodotto, non i fini dell’azienda (che poi non è nemmeno vero che non ha fini di lucro, mi spendono soldi in sviluppo perché è divertente).
            Per l’installazione si dovrà vedere se i dispositivi saranno rootabili o meno (anche se comunque qualche hack lo si trova sempre). Questo non dipende tanto dal SO ma dall’azienda che distribuisce l’hardware. Visto l’atteggiamento di Amazon in questi anni ritengo (giustamente) improbabile che possa consentire di cambiare SO al proprio dispositivo senza ricorrere a metodi illegali.
            (che poi intendiamoci: su Andorid lo puoi fare ma butti la garanzia quindi chi se ne frega se è legale o meno, il risultato cambia poco)

          • fedefigo92

            Le app saranno scritte in opengl c++ qml html5 e le app per desktop potranno essere adattate semplicemente per cellulare portando per la prima volta app desktop su telefoni come si vede nel video gimp per ubuntu phone…i,immaginate di avere libreoffice shotwell gimp wine ecc. Su una smartphone..sarà una rivoluzione

          • è impossibile portare le app desktop su mobile
            a meno che non le riscrivi da 0 come sta appunto facendo libreoffice per portare la suite in dispositivi mobili logicamente con molte meno funzionalità
            prova ad usare gimp su un display da 4 pollici ci stà appena il menu oltre al fatto che non riusciresti ad utilizzarlo senza un mouse
            gli stessi identici problemi li sta avendo ubu su nexus 7 che se funziona solo se colleghi tastiera e mouse fisici altrimenti non le dita non riesci ad utilizzare l’applicazione
            quindi le app desktop rimarranno su dekstop
            per i dispositivi mobili si devono realizzare applicazioni dedicate quindi scordati gimp, libreoffice, shutter su smartphone
            a meno che non vengano scritte da 0 ma con molte meno funzionalità e con un’interfaccia grafica realizzata per dispositivi touch e non per desktop

          • DeeoK

            Dipende da come sono scritte le app. Il problema dello schermo è aggirabile perché l’idea generale è che uno smartphone venga collegato ad una tv che, con tutta probabilità, sarà touch. Lo smartphone in futuro smetterà di essere un dispositivo a se stante.
            Per quanto riguarda l’interfaccia, basta usare dei tag xml similmente a come viene fatto in Android.

  • Er Chiappetta

    Scusate tante belle idee, pero’ si sottointende l’uso di Unity per il desktop. Ecco a me Unity mi fa venire il voltastomaco e mi rifiuto di usarlo, dash, hud, lens, tutta roba a me completamente inutile. Quindi di Ubuntu Phone OS me ne frega assai poco e per quanto mi riguarda sarà come il fallimento Commodore del 1994, troppi progetti, troppe ambizioni, troppa carne al fuoco e poi sono contrario all’idea di unificare desktop e mobile.
    Ai tempi la Commodore aveva sfornato un sacco di progetti (ricordo l’Amiga CDTV, il C64 Console ad esempio) come i PC compatibili che pero’ sarebbero divenuti poi la diretta concorrenza con l’Amiga nel settore professionale decretando la fine di un OS magnifico.

    Inoltre cè una situazione che il Sir Mark forse non ha tenuto conto… cosa succederebbe se invece Android fosse portato ed installato sui PC desktop, netbook, notebook & co. ?
    La maggior parte della gente i contenuti li usufruisce, non li produce. Quindi avere Android sul proprio PC penso avrebbe un senso compiuto come lo sono ad esempio le varie scatolette Android TV o le varie console Android per il gaming.

  • telperion

    ke skifo ubunbu

No more articles