Alan Cox è un noto sviluppatore del kernel Linux e dipendente di Intel il quale in questi giorni ha avviato diverse polemiche contro la nuova versione 18 di Fedora.
In un recente post sulla propria pagina di Google+ ha scritto “Fedora 18 sembra essere la peggiore distribuzione di Red Hat che abbia mai visto Il nuovo installer Anaconda è inutilizzabile, l’updater è bacato
Incavolato nero con Fedora 18 che non riusciva a far funzionare è partito con critiche verso la nuova release anche se alla fine scopriamo che i veri motivi dell’arrabbiatura erano ben altri.
Difatti proprio oggi arriva un nuovo post su Google+ dove Cox ha deciso di abbandonare temporaneamente lo sviluppo del kernel e di dimettersi da Intel per motivi familiari.

Da notare che Alan Cox dice di essere un convinto sostenitore della libertà del Software e si oppone ai brevetti nei software dome il DMCA e il CBDTPA. Peccato che proprio Cox è titolare di un sacco di brevetti su vari software proprietari.
Il nuovo Fedora 18 ha portato dei ritardi e l’installer ha portato alcuni problemi nell’installazione sopratutto su netbook o schermi di piccole  dimensioni. L’updater e altri problemi indicati sono in fase di correzione e verranno a breve risolti tutti i problemi.
Difficilmente un nuovo progetto è già stabilissimo al primo rilascio (vedi il nuovo installer Anaconda) queste cose proprio uno sviluppatore dovrebbe essere il primo a capirle.

No more articles