MultiBootUSB

Sono molti gli utenti Linux che utilizzano le pendrive per copiare al suo interno una distribuzione Linux per poterla testare da livecd oppure installarla sul proprio pc.
Pratiche e molto semplici da utilizzare le pendrive stanno pian piano mandando in pensione i cd / dvd offrendo una migliore portabilità e sopratutto la possibilità di copiare rimuovere modificare tutti i dati che vogliamo con facilità senza dover utilizzare software di masterizzazione ecc.
Installare una distribuzione Linux su una pendrive è molto semplice grazie anche ad alcune applicazioni dedicate oppure da terminale attraverso dd.
Purtroppo queste applicazioni permettono d’installare solo una distribuzione Linux, se vogliamo avere più distribuzioni su una pendrive possiamo utilizzare MultiBootUSB.
MultiBootUSB è un’ottima applicazione attraverso la quale possiamo creare una pendrive USB con più distribuzioni Linux preinstallate.
Attraverso MultiBootUSB possiamo installare le nostre distribuzioni preferite e al boot decidere quale avviarla. Supporta le più diffuse distribuzioni Linux, l’utilizzo è davvero molto semplice basta scegliere le iso e avviare la creazione della pendrive.

MultiBootUSB offre anche diverse funzionalità possiamo ad esempio impostare un solo Syslinux oppure integrare un Syslinux in ogni distribuzione.
Possiamo anche testare la pendrive prima di crearla grazie a Qemu, gestore la lista personalizzata delle distribuzioni ecc.
MultiBootUSB è disponibile per Ubuntu, Fedora, Slackware, Arch Linux, openSUSE, Mageia ecc grazie ai pacchetti dedicati che possiamo scaricare da questa pagina.
MultiBootUSB è disponibile anche per Microsoft Windows.

Home MultiBootUSB

  • dom176

    installato ma non funziona

  • nakki

    Su kubuntu 12.04 non riesco ad installarlo perchè richiede gambas3-runtime e nei repo c’è gambas2.
    Conosco e ho usato tempo fa multisystem che fa più o meno la stessa cosa. Avevo messo in una pendrive la stessa versione di clonezilla, per i386 e per amd64.

    • Semedisenape

      Come sopra. Xubuntu 12.04 arriva fino a gambas2.

  • Gianluigi

    Installato ma richiede gambas3. Ho installato il runtime ma mi dice
    gbr3: no project file in ‘/usr/bin/multibootusb’
    Che altro vorrà?

    • in che distro l’hai installato?
      io lo installato (o meglio ancora testato) su ubu 12.10 e funziona perfettamente
      le immagini dell’articolo sono le mie

      • Gianluigi

        L’ho istallato su arch

  • Ferik

    Per Bridge linux a 32 e 64 bit bisogna modificare il file syslinux.cfg e le cartelle che diventeranno (nel mio caso) Bridge-Linux-i686 e Bridge-Linux-X86_64

    Di conseguenza modificare il menu nel file syslinux.cfg:

    #Bridge-Linux-32 Start#
    label Bridge-Linux-32
    MENU LABEL Bridge-Linux-32
    LINUX /multibootusb/Bridge-Linux-i686/arch/boot/i686/vmlinuz
    APPEND initrd=/multibootusb/Bridge-Linux-i686/arch/boot/i686/archiso.img archisobasedir=/multibootusb/Bridge-Linux-i686/arch archisolabel=VOLUME quiet xorg=vesa nomodeset rw_branch_size=75% locale=en_US.UTF-8)
    #Bridge-Linux End#

    #Bridge-Linux-64 Start#
    label Bridge-Linux-64
    MENU LABEL Bridge-Linux-64
    LINUX /multibootusb/Bridge-Linux-X86_64/arch/boot/x86_64/vmlinuz
    APPEND initrd=/multibootusb/Bridge-Linux-X86_64/arch/boot/x86_64/archiso.img archisobasedir=/multibootusb/Bridge-Linux-X86_64/arch archisolabel=VOLUME quiet xorg=vesa nomodeset rw_branch_size=75% locale=en_US.UTF-8)
    #Bridge-Linux End#

    Attenzione: modificate la voce “VOLUME” con il nome della vostra penna usb.

    Ciao 🙂

  • Ferik

    C’è un errore durante l’installazione su Archlinux, in sostanza crea due pacchetti 32 e 64 bit e non installa nulla con il messsaggio “errore pacchetto duplicato………”

    Soluzione:
    yaourt -S multibootusb

    ==> Modifica PKGBUILD con: nano

    arch=(‘i686’, ‘x86_64′) e mettere solo la vostra architettura

    nel mio caso 64bit:
    arch=(”x86_64’)

    salvate le modifiche (CTRL+O invio e CTRL+X) e continuate la compilazione/installazione.

    Saluti 🙂

  • Su fedora, il pacchetto “.rpm” dell’ultima versione non è installabile poichè costruito male. Sia YUM che RPM lo rigettano come se non fosse un pacchetto Fedora-specifico. Il pacchetto della penultima versione funziona.

    • Con la penultima versione installata viene richiesta la password all’avvio (anche se avviato come root) la quale viene sistematicamente riconosciuta come errata.
      Al momento su Fedora è sostanzialmente inutilizzabile.

No more articles