Archmind-script è uno script presentato qualche tempo fa che permette di facilitare la post-installazione di Arch Linux installando sudo,yaourt ecc. oltre al DE Xfce.
Più recentemente ho creato lo script 2.0 che aggiungeva moltissime caratteristiche allo script originale, tra le quali la possibilità di installare diversi altri DE
In queste ore infine è arrivato un nuovo aggiornamento dello script, che arriva cosi alla versione 2.1
Di seguito la solita introduzione che spiega come usare lo script:

Occorre, quindi, aver installato arch, seguendo la guida sul wiki di Arch  o quella semplificata, ma altrettanto efficace,riportata sul sito “darklinux“.
L’unica particolarità è che, entrati nell’ambiente chroot, si può fare a meno di settare alcuni file di configurazione introdotti con systemd, limitandosi solamente a dare la password a root, a settare i file hostname e hooks, ad installare grub ed eventualmente a creare l’ambiente iniziale ramdisk, tralasciando, invece le configurazioni dei file locali, le localizzazioni, l’impostazione del localtime e dell’ora, etc.

Potrete anche evitare, nella fase originaria di installazione, di creare il vostro utente, perché ci penserà archmind-script Una volta usciti dall’ambiente chroot, smontate le partizioni e riavviato il sistema, occorre seguire i seguenti passaggi:

1) alla schermata di shell iniziale, accedere come root;
2) connettersi alla rete secondo il metodo già usato per installare arch;
3) configurare (per l’ultima volta manualmente) la tastiera italiana digitando:

loadkeys it

4) Per scaricare ed usare archmind durante la postinstallazione occorre installare wget, che non è installato di default nella base di arch:

pacman -S wget

5)Scaricate lo script:

wget http://dl.dropbox.com/u/119407480/script/archmind/archmind-script-2.1.1.sh

6) Per avviare lo script bisogna prima rendere eseguibile il file:

chmod +x archmind-script-2.1.1.sh

7) e poi lanciarlo:

./ archmind-script-2.1.1.sh

Lo script 2.1 migliora il “vecchio” script 2.0 in diverse parti.
Le novità più importanti sono:

 -Tasto “s” per saltare il passaggio sostituito dal tasto “j”

-Reso leggermente più leggibile lo script sia per che legge lo script sia per chi lo esegue

-Aggiunta la possibilità di installare skype e wine

-Aggiunta la possibilità di installare MATE e il wm Gala (quello di elementary)

-Aggiunta la possibilità di usare l’opzione –noconfirm di yaourt.

-Aggiunto lo specchietto “informazioni avanzate” per ogni passaggio (o quasi)

Più in dettaglio:

Tasto “s” sostituito col tasto “j” in quanto a detta di un utente il tasto “s” viene spesso scambiato per la richiesta di conferma di pacman (e di yaourt)

-Aggiunto qualche spazio tra una riga e l’altra. Aggiunti diversi commenti nello script (# commento) per “aiutare” chi lo legge

Skype e wine possono essere installati, anche con alcuni plugin aggiuntivi

MATE installabile in versione base e in versione completa, Gala preso da AUR. Gala è da usare insieme a un DE,spesso si sceglie Mate o Xfce.
nota:a volte sembra che il download di mate dia problemi.Questo non deriva da un mio errore (in teoria) ma a quelli che sembrano problemi del repository dedicato.altre volte invece si installa senza problemi.

-Probabilmente conoscerete già l’opzione –noconfirm. Nello script 2.0 non l’avevo messa in quanto secondo alcuni va contro la filosofia K.I.S.S. di Arch.Provando però lo script sulla mia pelle, mi sono reso conto di quanto odioso sia yaourt quando si installano una marea di pacchetti come nel caso dello script.Ho quindi dato la possibilità di usare l’opzione –noconfirm.
Quando si usa yaourt, basta aggiungere la lettera ‘a’ per abilitare l’opzione.Invece di digitare 2, per esempio, si digita 2a
Questa a mio parere è un’ottima cosa, permette di decidere se usare o meno quella opzione.

-Forse la modifica più importante
Aggiunta di uno “specchietto” denominato “informazioni avanzate” che spiega cosa si farà in un determinato passaggio.Ad esempio, indica quali pacchetti si installeranno e se ci sono pacchetti non supportati (AUR)

UPDATE: lo script è aggiornato alla versione 2.1.1 che porta un miglior supporto a network manager e alsa oltre a correggere un bug

Ecco alcuni screen

No more articles