Valve e i problemi di Steam nei repo Arch Linux
Valve ha scelto Ubuntu per sviluppare la nuova piattaforma Steam per Linux, il rilascio della prima beta difatti è disponibile per ora solo per alcuni beta tester attraverso l’installazione del pacchetto deb dedicato.
Con il pacchetto deb possiamo comunque installare Stream anche su altre distribuzioni Linux, una delle prime a farlo è stata Arch Linux.
Alcuni utenti Arch Linux ha reso disponibile Stream già dalle prime ore del rilascio attraverso AUR, il team di sviluppo dopo aver testato l’applicazione ha deciso d’integrarlo anche nei repository ufficiali.
Anche la derivata Manjaro Linux ha fatto tutto questo portando anche alcune correzioni alla distribuzione offrendo l’integrazione di Steam nelle notifiche di sistema ecc oltre ad integrare e mantenere aggiornata la piattaforma nei propri repository.
L’arrivo di Steam nei repository di Arch Linux ha avviato alcune discussioni riguardanti la licenza con la quale viene rilasciata la piattaforma di Valve per Linux.

Difatti la licenza indica l’utente non può copiare, riprodurre, tradurre o decodificare, ricavare il codice sorgente, modificare, disassemblare, decompilare o creare lavori derivati ​​del software o tentare in alcun modo di aggirare le misure di sicurezza progettati per controllare l’accesso al programma.
Il pacchetto per Arch Linux di Steam non è nient’altro che il pacchetto deb estratto e creato con le specifiche dipendenze per Arch Linux. Quindi non si va ne a modificare ne a correggere, rimuovere od operare sui binari o altre librerie.
Inoltre la licenza di Steam è la stessa per tutte le piattaforme, Valve è ben consapevole il mondo Linux non inizia e finisce con Ubuntu, e ha già indicato che la piattaforma sarà disponibile anche per le altre distribuzioni.
A questo punto c’è da chiedersi se Arch Linux ha fatto bene o meno ad integrare Steam nei propri repository e sopratutto se Valve prenderà provvedimenti a riguardo.
Secondo il mio parere il team Arch Linux doveva aspettare di portare Steam nei repository ufficiali e mantenerlo solo in AUR.
In questa pagina troverete la mailing list che sulla discussione se mantenere o meno Steam nei repository ufficiali di Arch Linux.

  • Proxima8

    Stream…Stram… 🙂

  • E difatti non c’è più nei repo ufficiali, lo hanno tolto

  • Caterpillar

    Roberto, utilizza questo trucchetto per ricordarti che si scrive Steam e non Stream: steam è vapore, e se ci fai caso il simbolo di Steam è un braccio meccanico oscillante come quello dei treni a vapore

  • TopoRuggente

    Bastava contattare Steam e chiedere un permesso ufficiale.

    Figurati se per loro sarebbe stato un problema aprire ad un altra piattaforma senza lavoro alcuno.

  • Dario Grillo

    Ma alla fine qual’è il problema?, Arch supporta software proprietari come ad esempio Opera quindi perchè non supportare anche Steam? dal titolo sembrava che valve avesse fatto rimuovere steam dai repo ufficiali invece si tratta solo di una mailing list, va detto che valve è molto permissiva, non ha bannato gli utenti che accedevano alla beta senza essere stati scelti e sicuramente non avrebbe detto nulla agli sviluppatori di Arch.

    • alberello

      Niente, sono solo gli utenti Arch, che più che farsi menate sul codice non sanno che fare, peggio dei gentoo faggot

No more articles