RemoteBox 1.5

RemoteBox è un’interessante progetto con il quale possiamo amministrare le macchine virtuali in esecuzione su Virtualbox in un pc locale oppure in un server remoto il tutto attraverso una semplice interfaccia grafica GTK.
Attraverso le API di VirtualBox, RemoteBox permette di gestire o creare macchine virtuali su un server o in locale con molta facilità. Le macchine virtuali girano in modalità headless e non richiedono un display grafico attivo nel server. RemoteBox supporta anche periferiche come pendrive usb, hard disk esterni ecc.
Il team RemoteBox ha annunciato il rilascio della nuova versione 1.5 la quale aggiunge alcune funzionalità.
RemoteBox 1.5 aggiunge nelle opzioni le configurazioni raccomandate per ogni tipologia di sistema operativo, dal Chipset, al controller Audio, Floppy, USB ecc.

Il nuovo RemoteBox 1.5 aggiunge la possibilità di salvare screenshots in png e aggiunge la SSL certificate verification, rivisitata anche l’interfaccia grafica con il supporto per Gtk+3 e altre correzioni varie.
RemoteBox 1.5 richiede installato VirtualBox 4.2.X e versioni successive.
Per installare RemoteBox su Ubuntu basta digitare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:upubuntu-com/virtual
sudo apt-get update
sudo apt-get install remotebox

RemoteBox è disponibile anche per Arch Linux attraverso AUR.

Home RemoteBox

  • TopoRuggente

    Qualcuno sa se esiste qualcosa di simile per Windows ?

    • Conosco solo due interfacce web phpvirtualbox e vboxremote

      • TopoRuggente

        Le conoscevo entrambe, ma sono via web 🙁

  • Claudio

    esiste anche per chakra?

    • Davide Depau

      Dall’articolo:

      > RemoteBox è disponibile anche per Arch Linux attraverso AUR.

  • Davide Depau

    Io l’ho usato per controllare le macchine del mio server, dato che ogni volta dimenticavo la linea di comando per avviare la macchina via SSH e RDP… Però devo dire che è un po’ lentino… inoltre (colpa di Qt che richiede l’uso di molti, troppi thread…) durante le operazioni l’interfaccia rimane congelata finché non viene terminata la funzione…

    Tutto sommato è un’ottimo programma. Per imparare a usarlo e configurare il server è sufficiente leggere la guida nel menu “Help”. È molto semplice, è sufficiente aggiungere uno script per upstart per avviare il servizio in automatico su Ubuntu Server.

No more articles