Nautilus 3.6 e Ubuntu, un caso ancora aperto

Nautilus 3.6 o meglio ancora File dato che ora si chiama cosi ha portato molte discussioni anche al recente UDS.
La nuova interfaccia minimale e i problemi con l’integrazione con il menu HUD hanno fatto si che in Ubuntu 12.10 Quantal di riproporre il ben funzionale Nautilus 3.4.x, ma per Ubuntu 13.04 cosa si farà?
Il problema principale è HUD dato che con il menu del nuovo Nautilus è stato rimosso e integrato di nel pulsante inserito nella barra degli strumenti, mentre altre funzionalità sono integrate nel collegamento nel pannello di Gnome Shell.
La discussione al recedente UDS-R ha messo in risalto i vari problemi riscontrati con l’arrivo di Nautilus / File 3.6, dall’interfaccia minimale e sopratutto ai problemi con HUD e la necessita di riattivare un menu tradizionale in modo tale da poter rendere funzionale HUD.

Un’ipotesi sarebbe quella di esportare GtkMenuButton da DBUS per accedere ai relativi elementi. Ciò significa che il nuovo menu nel pannello di Gnome Shell e il pulsante nella barra degli strumenti verrebbero rimossi.
Alcuni sviluppatori hanno proposto di puntare su altri file manager il nuovo Thunar ad esempio introduce anche la navigazione a schede, risulta completo e funzionale come Nautilus offrendo anche la perfetta integrazione con HUD. Altri sviluppatori hanno proposto di realizzare un fork di Nautilis come per Nemo in Linux Mint l’idea purtroppo non è stata (almeno per ora proposta).
Vedremo quindi se nel prossimo Ubuntu 13.04 troveremo il nuovo Nautilus 3.6 rivisitato per poter supportare HUD oppure ritroveremo la versione 3.4 già presente in Ubuntu 12.04 e 12.10 o un’altro file manager.
Nautilus rimane quindi un caso ancora aperto…

  • Alessandro

    A volte ho l’impressione che la Canonical ci provi gusto a crearsi problemi…

  • william

    Ma il 3.4 cos’ha che non va? No perche’ a volte tutta sta mania degli aggiornamenti mi sembra un po’ schizzofrenica…

  • linuxfunboy

    Ma io mi chiedo PERCHE’! Vacca boja… usare le qt NO…lasciare Gnome Shell NO…ma che cacchio vuole Mark !!!

    • TopoRuggente

      Significherebbe passare tutto su KDE , abbandonare compiz ecc…
      Mica poco.

      Oltretutto se risolvono questo problema lo faranno una volta per tutte, tutte le applicazioni di gnome tenderanno a quella configurazione di menu.

      • dave

        Mica poco, che poi alla fine è poco visto che con qt e kde un risultato simile a unity lo puoi già avere, ma sarebbe la mossa vincente. Già buona parte della applicazioni qt sono più funzionali della controparte gnomica e kwin è anni luca avanti a compiz.

        • TopoRuggente

          Sulle app non sono d’accordo, non credo siano più funzionali, eventualmente più ricche di funzionalità della controparte gnomica.

          Si ma KWin è anche ben più pesante, credo sia indicativo il fatto che invece di ottimizzare il codice abbiano preferito creare un sistema di auto disabilitazione.
          Sono solo supposizioni, ma se hanno preferito disabilitare KWin piuttosto che ottimizzarne la velocità può significare solo due cose
          1) Il codice è già molto ottimizzato, ma ho dubbi essendo abbastanza recente
          2) Il codice è incasinato ed è pericoloso metterci le mani.
          Se l’opzione fosse la 2 il passaggio a Wayland sarà un bagno di sangue.

          Credo che sia meglio per Canonical già iniziare lo sviluppo per unity su Wayland.

          • dave

            Wayland e kwin sono cose diverse. Poi sulle app qt e quelle gtk le prime sono in un’altra galassia. Solo per i browser le app qt sono indietro, per il resto è un bagno di sangue. Kwin è molto meglio di compiz, soprattutto nella prossima versione visto che con kde 5.0 si sta pensando di fare molto lavoro su kwin.

  • masand

    Ma farsi un proprio file manager, una sorta di fork (perché tanto, alla fine, di questo si tratta)?

    • m6t3

      certo poi magari ci si lamenta della frammentazione, dei mille programmi tutti uguali e nessuno di questi di qualità. i fork lasciamoli fare ai progetti amatoriali come mint che rilasciano due versioni iper buggate e poi mollano tutto. al massimo si pensi di riscrivere dolphin senza dipendenze di kde (come clementine per dire), quello si che sarebbe la soluzione, un file manager potente scritto in qt portabile in qualsiasi distro

    • Agno

      Esiste già.
      Mi pare si chiami Nemo

  • carlo coppa

    Le soluzioni sono tante, la cosa positivi è che dalla prossima release Ubuntu si basa sul ramo stabile di Gnome e questo permetterà di trovare soluzioni a questi problemi. A sentire i commenti sembrano diventati tutti sviluppatori, tutti con la soluzione giusta. Incredibile !

  • TopoRuggente

    Ora escludendo la questione di HUD, che meglio venga risolta una tantum, tanto poi tocca applicare lo stesso alle future applicazionioni gnome.

    Sto usando nautilus 3.6 mica mi pare male, anzi, per alcuni versi lo trovo molto meglio del 3.4

    • dazzi

      a te funziona bene la ricerca file da Nautilus?
      sul mio computer cerca solo sulla cartella corrente…
      a parte questo, confermo anch’io, adesso che mi sto abituando a trovare i comandi non è x niente male

      • TopoRuggente

        Non ho ricordi lo facesse.
        Di solito uso gnome-search-tool che può essere integrato in nautilus con le nautilus actions

  • Io sinceramente mi trovo bene con Nautilus 3.6….le cose devono ancora essere migliorate molto…ma non è affatto male!

  • Dario Grillo

    Perchè non pcmanfm? con la versione 1.1.0 è diventato perfetto

  • Agno

    Tra l’altro l’eseguibile si chiama ancora “nautilus”

No more articles