Win7 Menu Emulator  su Cinnamon

Lo sviluppo di Cinnamon ha portato moltissime novità in questi mesi, rimangono però ancora alcuni problemi come ad esempio il menu e il suo avvio un po lento.
Il menu di default di Cinnamon anche se migliorato con la nuova versione 1.6.x risulta ancora un po lento nell’avviarsi e nella sua gestione.
Ma per fortuna esistono anche ottimi applets che offrono valide alternative al menu di default come ad esempio Win7 Menu Emulator.

Win7 Menu Emulator è un’applet per Cinnamon il quale ripropone l’aspetto del menu di default in Microsoft Windows 7.
A differenza però del menu di default il nuovo Win7 Menu Emulator risulta molto più veloce e reattivo nel suo utilizzo oltre ad offrire funzionalità simili al menu di default come l’accesso veloce ai preferiti e la loro gestione, il menu diviso in categorie ecc.

 Win7 Menu Emulator  su Cinnamon

Permette di accedere ad alacarte per la modifica del menu direttamente dal menu contestuale nel pulsante d’avvio, inoltre Win7 Menu Emulator permette di accedere velocemente alle principali cartelle oltre al Control Center, il software center e terminale. Presente anche una barra di ricerca la quale ci permette di effettuare ricerche mirate all’interno del nostro menu.
Per installare Win7 Menu Emulator basta scaricare l’applet da questa pagina estrarre il file zip e copiare la cartella win7Menu@physics in .local/share/cinnamon/applets presente nella home (per visualizzare le cartelle nascoste basta premere CTRL+H). Non ci presta che avviare Cinnamon Settings ed attivare il menu, e portarlo nella posizione preferita.

Ringrazio Carlo T. per la segnalazione

Home Win7 Menu Emulator

  • Perdonami la parola, ma è una cazzata.
    Con tutti i menu che si potevano inventare proprio quello di Windows dovevano copiare?

    • lo so questo sa sulle palle anche a me
      però fin’ora tra tutti quelli che ho provato è decisamente il più veloce e reattivo

      • Marco Cicconetti

        Il fatto che assomigli a win7 non vuol dire che sotto il cofano non sia stato fatto un buon lavoro.
        A dire il vero a me non dispiace neanche l’aspetto estetico.
        Complimenti allo sviluppatore e grazie per il tempo che ha dedicato a migliorare l’open source.

        Le contrapposizioni win vs linux vs osx le trovo veramente puerili.

    • Er Chiappetta

      Non è una cazzata in quanto qualcuno l’ha sviluppato gratuitamente investendo del tempo personale e l’ha reso pubblico. Potrebbe essere invece un’idea simpatica per proporre Linux + Cinnamon a nuovi utenti provenienti dalla dittatura Windows.
      Vogliamo mettere poi la sensazione di “controllo” del proprio desktop grazie a questa applet rispetto a quella schifezza di Gnome Shell?

      Peccato che l’installazione delle applets è veramente uno scassamento di cli.

      • Non metto in dubbio il valore che ha questo applet nè tantomeno il lavoro che ci sta dietro da parte degli sviluppatori.
        Il problema però sono le persone che si abituano alla stessa identica visione del computer e rimangono statiche in questo modo.
        Cito il caso di una mia amica che per pigrizia di doversi cercare i programmi alternativi mi ha chiesto di installarle Wine.
        Risultato: ha avviato sotto Wine sia l’editor di testo Notepad che Firefox.
        Non credo che sia un caso isolato, ma credo che questo rappresenti la tipologia di persone che utilizzano Linux senza coscienza.
        E creando un menu Cinnamon identico a Windows si impigrisce ancora di più le persone.
        Come se fosse difficile imparare a usare Unity o KDE.

        • Fabio

          “Cito il caso di una mia amica che per pigrizia di doversi cercare i programmi alternativi mi ha chiesto di installarle Wine.
          Risultato: ha avviato sotto Wine sia l’editor di testo Notepad che Firefox.”

          Il problema è che un sacco di utenti linux fanno opera di “evangelizzazione” installando linux a + non posso, mentre alla maggior parte degli utenti non frega nulla di imparare a usare qualcosa di diverso, e neppure del fatto che si tratta di software libero (tanto x loro anche Win è “libero”, infatti lo scaricano col mulo…).
          Ovviamente non so se è questo il caso, ma in molti casi capita proprio così…
          Ciao

          • Secondo me sono proprio queste versioni transitorie a convincere i Free Software Evangelists a installare *Ubuntu in ogni computer possibile.
            Io ho rinunciato all’arduo compito e posso solo aiutare quelli che mi chiedono info.
            Ma tentare di elencare i vantaggi di Linux agli sprovveduti che hanno il pc solo per FB(I) non ci penso nemmeno.

          • a me è un capitato un pc completamente emultato con wine dal browser (opera che c’è anche per Linux) al editor di testo ad openoffice (che era già installato ma non se ne sono accorti) ecc
            a questo punto a che serve usare linux?
            per non prendere i virus?

          • Si, alla fine diventa un Windows senza virus. Per questo sono dell’idea che Linux debba rimanere elitario.
            Offendetemi pure, evangelisti del FSF, ma chi usa Linux se lo deve meritare. C’è un 1% di persone che lo usa? Bene, come tale deve rimanere.

          • TopoRuggente

            Parzialmente, ma sostanzialmente d’accordo, in 20 anni Linux è cresciuto da poche decine di persone a svariati milioni.

            Non saremmo le orde di utenti windows, ma almeno abbiamo sempre una cultura informatica medio-alta.

          • Fabio

            Effettivamente anch’io la penso così (oltretutto ho cominciato a farmi pagare per ogni reinstallazione, ogni Win reinstallato una pizza+birra 🙂 se sei tanto pigro da non volerti arrangiare allora metti mano al portafogli) e linux l’ho proposto solo a poche selezionate persone, che tra l’altro l’hanno apprezzato moltissimo…
            Per quanto riguarda l’assenza di virus, se installi wine funzionano anche quelli: ok, non ti pialleranno il sistema, ma ai dati sulla tua home hanno pieno accesso…
            Ciao

          • Esatto, chi usa Linux deve avere una coscienza e conoscenza del proprio computer.
            Perchè a distribuire un sistema operativo a cani e porci ci ha già pensato la Microsoft.

      • Angelo Giovanni Giudice

        Io quoto in pieno “Er Chiappetta”
        -Complimenti per lo sviluppatore
        -Non disorienta i nuovi arrivati
        -Peccato per l’installazione… Ma non potrebbero fare dei pacchetti *.deb che si spacchettino nel percorso giusto? Mah…

        • Mah, vabbè tanto alla fine a me non importa nulla. Ho Ubuntu Unity 12.04 e Linux Mint Maya, quindi alla fine di Cinnamon mi importa relativamente.

        • cinnamon è già sviluppato per installare le estensioni temi ecc da browser come le estensioni di gnome shell
          mancano ancora alcune correzioni poi vedrai che attiveranno questo servizio

          • Angelo Giovanni Giudice

            Grazie Roberto! Non sapevo che la cosa diventasse come con Gnome3. Una domanda gia che ci siamo sempre per le estensioni:
            -Quando Cinnamon sara ufficialmente inserito nei reposity Debian lo saranno anche estensioni? Cioè cosi da poter essere installate tramite Terminale, Ubuntu Software Centrer, Synaptic etc?
            -Quanto tempo passerà prima che Cinnamon sia ufficialmente inserito, cioè si ha una data?

  • Marcello Carlet

    non mi aspettavo niente di meno da un DE che è la brutta copia di gnome3….

  • salvo

    Se dobbiamo emulare Windows, tanto vale usare Zorin OS…..

  • Cinnamon è una patacca che occupa troppo schermo

    • mamota

      …sarà meglio la Ciofeca… (Ciofeca con la “C” maiuscola,anzi, U, U di Unity)

      • ouritaly

        graficamente la ciofeca è molto meglio

  • McLoy81

    Installata un paio di giorni fa sul netbook della mamma! visto che sul lavoro usa win… almeno non si perde!

  • Da ex utente windows e da utente linux trovo queste lamentele veramente prive di senso e solo frutto di estremismi estremi sterili. Linux è migliore di windows che lo vogliate o no carissimi utenti di windows. Ora finitela… Infine vorrei dire la mia su Cinnamon… per quanto mi riguarda fa egregiamente il suo lavoro… punto e basta!

No more articles