UDS-R - Canonical e l'idea del nuovo SDK per Ubuntu

Siamo giunti al terzo e penultimo giorno Ubuntu Developer Summit di Copenhagen (UDS-R) l’appuntamento semestrale organizzato da Canonical per parlare della prossima release di Ubuntu presentando anche alcune novità.
Le ultime sessioni della giornata di ieri hanno visto l’intervento di alcuni sviluppatori i quali, su proposta di Canonical, stanno prendendo in carico l’idea di sviluppare un SDK per migliorare lo sviluppo di alcune applicazioni su Ubuntu.
Il nuovo SDK offrirà quindi una nuova piattaforma di sviluppo dedicata esclusivamente alle applicazioni su Ubuntu (forse anche i nuovi widget) migliorando quindi i vari tools e applicazioni attualmente dedicate allo sviluppo di Ubuntu.
Ubuntu SDK dovrebbe integrare quindi nuovi linguaggi e toolkit di sviluppo, nuovi tools dedicati ai controlli del sistema e le sue performance il tutto rilasciato con una documentazione dettagliata ecc.

La nuova SDK porterà un miglioramento di Ubuntu e dei progetti dedicati come Ubuntu Tv, Ubuntu per Nexus 7 ma farà discutere dato che renderà incompatibili alcune applicazioni per le altre distribuzioni Linux.
Ubuntu SDK dovrebbe approdare con l’arrivo di Ubuntu 13.10, offrendo cosi agli sviluppatori la possibilità di lavorare sulle applicazioni che troveremo sulla prossima LTS 14.04.
  • Fabrizio Pelosi

    Spero che questo SDK sia portabile il più possibile anche per gli altri Linux…
    Così si avrà una piattaforma comune che di sicuro renderà molto più semplici le operazioni di sviluppo e magari anche di installazione… :))))

  • Agno

    Ottimo. Secondo me la fortuna di un sistema dipende molto dalla facilità con cui è possibile sviluppare applicazioni per esso.

  • Lo sapete vero qual è l’altro sistema operativo che un SDK (proprietario) dedicato eh… non a caso si parla di Ubuntu SDK e non LInux SDK… un altro passetto verso la “chiusura”

  • Andrea Annunziata

    mi spiace concordare con namen.los, a questo punto mi hiedo se non sia meglio per ubuntu che diventi un sistema (anche se parzialmente) closed, sarebbe un ottima soluzione per chi vuole qualcosa di linux che somiglia a microsoft o apple, tanto se voglio qualcosa di veramente open passo ad altro(ed infatti è quello che ho fatto)

No more articles