Ubuntu è un sistema operativo liberto (basato su Debian) finanziato e amministrato da Canonical che viene distribuito gratuitamente ccome la stragrande maggioranza delle distribuzioni Linux.
Il progetto Ubuntu si basa per il 90% circa da Debian (progetto free senza alcun scopo di lucro) e dalla community che lavora gratuitamente al progetto mentre il rimanente sviluppo viene effettuato da sviluppatori pagati da Canonical.
Mantenere in piedi una distribuzione come Ubuntu ha un costo ad esempio come i server, sviluppatori ecc per sopperire queste spese l’azienda Canonical offre dei servizi di assistenza per le aziende, raccoglie i soldi con il merchandising o con servizi come Ubuntu One o i vari plugin nella distribuzione come Ubuntu One Music o il nuovo Lens Shopping.
La maggior parte delle entrate attivano anche dalle donazioni fatte dagli utenti e aziende, a questo è da poco attiva una nuova pagina dedicata al mantenimento dello sviluppo della distribuzione donando soldi per ogni specifico settore.

La nuova pagina delle donazioni permette di versare soldi ai settori preferiti che vanno dal desktop (sviluppo di Unity), a ottimizzare lo sviluppo dei giochi e applicazioni, a migliorare il supporto hardware, al supporto per smartphone e tablet, alla comunity Ubuntu, alla coordinazione con Debian, al supporto per le derivate come Kubuntu, Xubuntu e Lubuntu o al progetto di Canonical.

Possiamo donare da un minimo di 2 euro per categoria fino ad un massimo di 125 Euro (sempre per categoria) tra i metodi di donazione troviamo anche il diffuso (e consigliato) PayPal.
La nuova pagina per le donazioni è accessibile da questo link.

  • Stefano

    Una grande percentuale delle donazioni sarà versata a favore dello sviluppo di Unity, mi dicono…

  • EliaBaragiola

    bhe alla fine unity è cresciuta molto… e andando avanti per la sua strada sta migliorando sempre di più…. secondo me tra 6 mesi saprà completamente matura 😀
    sempre meglio che gnome 3… che dal mio punto di vista è abbastanza poco funzionale.

  • fedefigo92

    io verserò a favore di ubuntu su tablet e smartphone…immaginate tablet dual boot android e ubuntu…e anche il surface ci fa un baffo ahah

    • ubuntu su un tablet è inutilizzabile
      a meno che non usi una tastiera o mouse fisica
      prova ad utilizzare libreoffice gimp lo stesso firefox con uno schermo da 10 o peggio ancora da 7 pollici
      windows 8 permette di utilizzare le applicazioni mobili (touch) con quelle desktop
      con lo schermo touch usi le applicazioni mobili dedicate se colleghi mouse e tastiera fisica utilizzi quelli desktop
      se non arrivano le applicazioni mobili ubuntu ora come ora è utilizzabile solo per pc portatili o desktop e basta
      windows 8 fa un baffo ad android e linux oltre al fatto che richiede meno risorse (circa 200 mb)

No more articles