Come già segnalato un paio di giorni fa,Chakra Linux sta per passare a systemd e KDE 4.9.2 con un gigantesco aggiornamento.

Per aggiornare il sistema, tuttavia,questa volta non basterà il classico pacman -Syu bisognerà fare un procedimento diverso per questo particolare aggiornamento.
Prima di procedere con l’aggiornamento è consigliabile aspettare alcuni giorni dall’annuncio ufficiale dei nuovi aggiornamenti, in modo tale che i repository siano completi oltre a ricevere alcune correzioni su eventuali problemi d’aggiornamento.

Ecco quindi i passaggi da fare (presi da questo di Chakra Galaxy ,il blog italiano dedicato a Chakra):

1 – Controllare i demoni attivi sulla nostra Chakra

La prima cosa da fare è controllare e salvarci su un file di testo i demoni attivati sulla nostra distribuzione. I demoni attivi sulla nostra Chakra si trovano in rc.con alla riga denominata DAEMONS che è l’ultima della lista per avviarla digitiamo:

nano /etc/rc.conf

l’ultima riga dovrebbe essere simile a:

DAEMONS=(syslog-ng dbus !network networkmanager netfs crond avahi-daemon avahi-dnsconfd alsa cdemud cups)

2. Aggiornare il sistema
Aggiorniamo pacman con

sudo pacman -Syu

A questo punto aggiorniamo il nostro sistema digitando:

sudo pacman -Syu –ignore filesystem
sudo pacman -S filesystem –force
sudo pacman -S chakra-init

Rispondiamo s o y a tutte le richieste di sostituzione che ci verranno chieste prima di effettuare l’aggiornamento

Può succedere che la rimozione di init ci dia errore, in caso succedesse dovremo digitare:

sudo pacman -S chakra-init

Mi raccomando non forzate nessun aggiornamento

3. Avvio dei Demoni con Systemd

Una volta aggiornato dovremo avviare i demoni con il nuovo systemd salvati in precedenza.
Per avviare i demoni Systemd utilizza il tool systemctl, per avviare un demone basta digitare:

sudo systemctl nome_demone_da_avviare.service

nel caso dei demoni salvati nell’esempio sopra dovremo digitare:

sudo systemctl enable syslog-ng.service

sudo systemctl enable dbus.service

sudo systemctl enable netfs.service

sudo systemctl enable crond.service

sudo systemctl enable alsa.service

sudo systemctl enable cdemud.service

sudo systemctl enable cups.service

a questo punto possiamo riavviare e goderci il nuovo Systemd e KDE 4.9.2 su Chakra.

Notizia ufficiale del passaggio a systemd

No more articles