LAMP su Ubuntu 12.10

LAMP è una semplice combinazione d’applicazioni per realizzare una piattaforma per lo sviluppo di applicazioni web e molto altro ancora. Il nome LAMP arriva proprio da Linux, Apache, MySQL e Php (o Perl / Phyton), La piattaforma LAMP è una delle più utilizzate al mondo, basata su progetti open source che offrono sicurezza e un’ottima gestione. Da Lamp sono nati molti progetti dedicati come ad esempio XAMPP tool con quale possiamo avere un web server con un semplice click.
Molti famosi portali web si basano proprio su LAMP, tra questi troviamo Wikipedia, Facebook, Yahoo ecc.
LAMP è già presente nei repostitory ufficiali in Ubuntu 12.10 Quantal, quindi l’installazione è abbastanza semplice.

La guida si basa su Xubuntu 12.10 ma i comandi ecc sono gli stessi anche per Ubuntu 12.10 e altre derivate (oltre alle versioni precedenti).
Per prima cosa installiamo LAMP per farlo digitiamo da terminale:

sudo apt-get install lamp-server^

e confermiamo. Durante l’installazione, ci verrà chiesto di inserire la password per amministrare MySQL ed una volta inserita, potremo terminare l’installazione.
Al termine dell’installazione dovremo operare su alcuni permessi in modo tale da poter utilizzare il nostro server Apache per prima cosa diamo i permessi per accedere la server con il nostro username per farlo digitiamo:

sudo usermod -a -G www-data nostro username

al posto di nostro username metteremo il nostro user; nel mio caso il comando da digitare sarà sudo usermod -a -G www-data roberto

Sempre da terminale dovremo dare i permessi di scrittura al gruppo digitando:

sudo chgrp -R www-data /var/www

E poi

sudo chmod -R g+w /var/www

Bene non ci resta che controllare che il server Apache funzioni per avviarlo digitiamo:

sudo /etc/init.d/apache2 restart

Avviamo il nostro browser preferito e dalla barra degli url inseriamo 127.0.0.1 oppure localhost se tutto corretto dovrebbe apparire la scritta It Works come da immagine sotto.

Opzionale: Per ottenere il supporto MySQL in PHP, possiamo installare il pacchetto php5-mysql. È una buona idea installare alcuni moduli PHP5 dato che potremo avere applicazioni che dipendono da questi moduli. Installiamo quindi php5-mysql e tutti i vari moduli disponibili per farlo digitiamo da terminale:

sudo apt-get install php5-mysql php5-curl php5-gd php5-intl php-pear php5-imagick php5-imap php5-mcrypt php5-memcache php5-ming php5-ps php5-pspell php5-recode php5-snmp php5-sqlite php5-tidy php5-xmlrpc php5-xsl php5-xcache

al termine riavviamo Apache digitando:

sudo /etc/init.d/apache2 restart

per verificare se tutti i moduli funzionano correttamente in MySQL avviamo il nostro browser e dalla barra degli indirizzi inseriamo http://192.168.0.100/info.ph ci apparirà la schermata con tutte le varie informazioni su MySQL compresi i moduli.

A questo punto passiamo all’installazione di PhpMyAdmin ottima (se non in alcuni casi indispensabile) applicazione per gestire con facilità il nostro database di MySQL tramite un qualsiasi browser. Per installare PhpMyAdmin basta digitare da terminale:

sudo apt-get install phpmyadmin

Durante l’installazione ci verrà chiesto quale server utilizzare: scegliamo apache e clicchiamo su Ok.
Una volta installato PhpMyAdmin dobbiamo aggiungere il collegamento di apache.conf nel nostro phpmyadmin, altrimenti non funzionerà per farlo digitiamo da terminale:

sudo ln -s /etc/phpmyadmin/apache.conf /etc/apache2/conf.d/phpmyadmin.conf

Ora possiamo utilizzare PhpMyAdmin! Per farlo, avviamo il nostro browser ed andiamo in http://localhost/phpmyadmin ed inseriamo root come amministratore e la password del nostro account MySQL per accedere.

Questo è tutto

No more articles