Arch Linux ARM su Raspberry PI

Il progetto Arch Linux ARM è stato uno dei primi assieme a Debian a portare il supporto per Raspberry PI il famoso mini-pc open source.
A differenza di Raspbian, Arch Linux ARM è un progetto che punta ad offrire all’utente le stesse caratteristiche della versione per architetture x86 offrendo quindi all’utente la scelta dei pacchetti da installare nel sistema e nessuna configurazione automatica.
All’avvio quindi non avremo come in Raspbian un tool per configurare il sistema impostando la lingua, utente ecc, in Arch Linux ARM avremo solamente il sistema base.
Arch Linux ARM è quindi una distribuzione che richiede un po di attenzione ma alla fine avremo un sistema configurato ad hoc sul nostro dispositivo.

La versione Arch Linux ARM per Raspberry PI aggiunge oltre al sistema base anche xorg e alsa e il supporto per l’hardware. Al primo avvio quindi basterà collegarci ad internet e installare l’ambiente desktop e configurare il sistema con la lingua italiana.
Ecco quindi come installare e configurare Arch Linux ARM per Raspberry PI.

Per prima cosa scarichiamo Arch Linux ARM per Raspberry PI da questa pagina estraiamo il file e copiamolo nella nostra sd. Se utilizziamo Linux basta il comando dd per Windows basta utilizzare Win32DiskImager.
Avviamo il nostro Raspberry PI con Arch Linux ARM e al login inseriamo root come user e root come password.
A questo punto dovremo connetterci ad internet se abbiamo una connessione Wireless basta consultare questa guida, se abbiamo una connessione via Lan digitiamo

ifup eth0

dhcpcd eth0

una volta connessi aggiorniamo il nostro sistema di base digitando

pacman -Syu

ora installiamo LXDE l’ambiente desktop leggero e funzionale (richiede solo 30mb per avviarsi) per installarlo digitiamo:

pacman -Sy lxde gamin dbus

al termine installiamo xorg e mesa driver utili per la GPU di Raspberry

pacman -S xorg-server xorg-xinit xorg-server-utils

pacman -S mesa xf86-video-fbdev xf86-video-vesa

a questo punto creiamo un nuovo utente digitando

adduser

basta semplicemente indicare il nome utente password ecc facendo però attenzione ai gruppi io di solito inerisco in Additional groups

audio,lp,optical,storage,video,wheel,games,power,network

mi raccomando come scritto ossia con la virgola

loggiamoci con il nuovo username appena creato

digitiamo

exit

e inseriamo le credenziali del nuovo login e digitiamo

nano ~/.xinitrc

a aggiungiamo

exec ck-launch-session startlxde

salviamo con Ctrl+x e poi y

non ci resta che riavviare per farlo digitiamo

exit

root come user e root come password e

reboot

al riavvio loggiamoci con il nostro nuovo login e digitiamo

startx

e avremo avviato Arch Linux ARM con LXDE su Raspberry PI

non ci resta che rendere il sistema in italiano per farlo basta consultare questa guida.

Successivamente possiamo completare l’installazione installando le nostre applicazioni preferite facendo attenzione che il sistema ha poche risorse disponibili quindi è consigliabile utilizzare applicazioni “leggere”.
Personalmente consiglio:

midori come browser semplice leggero e funzionale

pacman -Sy midori

leafpad come editor di testo

pacman -Sy leafpad

abiword e gnumeric applicazioni per l’ufficio

pacman -Sy abiword gnumeric

claws mail come client di posta elettronica

pacman -Sy claws-mail claws-mail-extra-plugins

mplayer come player multimediale (è a riga di comando ma è semplicissimo da utilizzare)

pacman -Sy mplayer

cmus come player audio (sempre a riga di comando)

pacman -Sy cmus

Per maggiori informazioni o per segnalare eventuali problemi basta commentare questo articolo.

Home Arch Linux ARM – Raspberry PI

No more articles