GNOMEbuntu la home page del progetto

GNOMEbuntu la nuova distribuzione derivata di Ubuntu con ambiente desktop Gnome Shell sta per arrivare.
A confermarlo è proprio il team di sviluppo Ubuntu Gnome Community e il suo responsabile Jeremy Bicha il quale ha già avviato un nuovo portale (attualmente in fase di costruzione) e rilasciato i primi dettagli sulla distribuzione.
Per prima cosa GNOMEbuntu potrebbe già essere rilasciata con Ubuntu 12.10 il prossimo 18 ottobre offrendo quindi agli utenti di poter avere già la derivata della nuova Quantal.
Tra le novità previste all’interno di GNOMEbuntu oltre ad avere Gnome 3.6 completo sia con Gnome Shell e Fallback (Gnome Classico) verrà rimosso Ubuntu One causa le varie dipendenze con Qt quindi il client per ora non sarà presente di default nella distribuzione (potremo comunque installarlo in un secondo momento).
Unity sarà completamente rimosso, mentre Compiz sarà incluso per poterlo utilizzare su Gnome Classico / Fallback. 

Confermato Rhythmbox come player audio di default mentre è ancora in bilico la scelta di utilizzare o meno Ubuntu Software Center e Update Manager che potrebbe essere sostituito da Gnome Package Kit ossia il gestore dei pacchetti che era di default in Ubuntu prima di USC ed attualmente utilizzato anche da altre distribuzioni Linux come ad esempio Fedora. Epiphany e Abiword prenderanno il posto di Firefox e LibreOffice.

Queste sono per ora le prime conferme del progetto GNOMEbuntu il quale punta ad offrire all’utente un’ambiente desktop strutturato con Gnome di default senza molte personalizzazioni e vari tool integrati su Ubuntu.
Vedremo nelle prossime settimane (anche con l’avvio del portale dedicato) se arriveranno altre novità e se approderà anche la prima versione Beta della nuova derivata.

  • Federico Biasiolo

    Volevo segnalare 2 errori di distrazione: “Unity sarà completamente, mentre Compiz sarà incluso…” (dimenticato di rimosso) e “Package Kit ossia il gestore dei pacchetti che era di default in Ubuntu prima di Ubuntu ed attualmente utilizzato” (dimenticato Software center )….

    Comunque all’uscita di gnomebuntu la proverò, ma se non sarà di mio gradimento mi deciderò una volta per tutte a provare Arch, e probabilmente resterò arciere a vita XD

    • corretto grazie 1000 per la segnalazione 😀

      Il giorno 30 agosto 2012 15:24, Disqus ha scritto:

      • Andrea

        Piccola segnalazione: hai corretto con UDS (Ubuntu Developer Summit) invece che con USC (Ubuntu Software Center) 😉

    • ChicoMD

      Arch Linux feccia. Complicazioni inutili, finalizzate al nulla. E mi fermo qua.

      • andreazube

        arch feccia?scherzi?

        • ChicoMD

          No. È complessità inutile, spinge gli utenti a complicarsi la vita perchè si dice che “ti fai la distro come pare a te”. Peccato che la stessa identica cosa tu la possa fare anche da un’installazione minimale di Debian. Ripeto ciò che ho scritto sopra: Gentoo è complessità utile, Arch NO.

          • andreazube

            Decisamente non hai mai provato arch
            Secondo il tuo ragionamento qualsiasi distro minmale è inutile?
            Comunque,su debian non trovi pacman.non trovi aur,non hai una rolling bleeding edge (è molto più stabile di debian experimental)
            Nessuno ti obbliga a usare arch
            Se vuoi un sistema strapieno di cose inutili (e non parlo di software,ma di demoni moduli e chi più ne ha più ne mette)installatelo,ma chi sei tu per giudicare se una distro è utile o no?

          • ChicoMD

            Sono un utente che dice la sua. Arch l’ho provata eccome, parlo con cognizione di causa. Hai fatto bene a tirare fuori il fatto che sia “bleeding edge”, perchè forse è l’unico suo punto a favore. È un ottima distro da TEST per provare i nuovi pacchetti, chi ci vede altro è in malafede. Poi pacman in cosa sarebbe migliore di APT? Hai paura di installare 100kb di dipendenze in più per essere certo di non avere problemi nell’utilizzo di un’applicazione? Dai su…

          • andreazube

            Per quel che serve a me apt non ha niente di più rispetto a pacman
            Però pacman è più veloce (sul mio pc è cosi,e anche su altri che ho usato,se per te è il contrario fatti tuoi) e più semplice (S per installare Ss per cercare,Syu per aggiornare ecc. non apt-get install,apt-cache search ecc.)

            AUR è indubbiamente superiore al sistema dei ppa,non vai a cercare in giro per trovare un “codice” ma hai una fonte fissa dove fai facilmente e velocemente ricerche
            Arch ha una wiki leggendaria,di gran lunga superiore a quella di debian o altre distro.È praticamente una bibbia da consultare sempre
            Debian ha dalla sua una grande stabilità.Ma arch per un utente domestico va più che bene,se ogni tanto crasha un app non muori.debian experimental (non paragono sid perchè sid è meno aggiornata rispetto ad arch)è molto,molto meno stabile di arch
            Oltre a una vasta comunity (soggettivo) e un ciclo di sviluppo formidabile,Debian cosa ha in più rispetto ad arch? i deb,sicuramente.ma arch con aur gli eguaglia e a volte gli supera.apt,ma come ho detto pacman per me è meglio.i ppa,ma fanno ridere rispetto ad aur. Ah già debian è open,peccato che il 99% dell’utenza la prima cosa che fa è aggiungere i repo proprietari.Dai su…
            Quindi perchè arch è inutile? se arch non fosse mai esistita non esisterebbe il fantastico aur,sparirebbe la wiki più importante del mondo linux,sparirebbe pacman
            Posso concordare solo sul fatto che molti utenti arch si considerano “superiori” perchè hanno “assemblato” una distro da (quasi) zero ma non capiscono che si può fare con una qualsiasi netinstall
            Detto questo,ribadisco che arch ha una marea di carrateristiche uniche e fenomenali,quindi no,non è inutile.Le millemila distro debian/ubuntu based sono inutili,visto che cambia lo sfondo e basta.
            E arch è fatto per utenti esperti che installerebbero comunque da netinstall,per questo non cè una iso “semplice” (anche se bridge ha ovviato a questo “problema”)
            p.s. io non uso arch ma chakra,e ho anche provato debian.ottima distro,forse la riproverò all’uscita della nuova testing.ma da qui a dire che arch è inutile ce ne passa…

      • La ritengo una distribuzione che aiuti Linux ad essere meno popolare perchè non è adatta all’utente medio ma all’esperto e si sa che gli esperti sono meno degli utenti medi.

        • ChicoMD

          Rino, non è adatta nemmeno all’utente esperto. È adatta all’utente che vuole fare il fighetto. Perchè è solo complessità inutile. Se fosse complessità utile ti giuro che lo ammetterei, ma non c’è nulla di utile nella complessità di Arch.
          Se vuoi mi spiego meglio: complessità utile è Gentoo, che per quanto sia complessa plasma il software sul tuo hardware, quindi tutta la sua complessità HA UN FINE LOGICO. Arch non ha fini logici alla sua complessità inutile.

          • Gentoo da tempo rappresenta il giochino preferito degli esperti quindi concordo.

        • andreazube

          Se per utente medio intendi il classico cerebroleso che va in panico perchè è cambiato lo sfondo sono daccordo con te
          Ma preferisco l’1% composto da utenti intelligenti (leggasi intelligenti non esperti,guru o quant’altro) piuttosto che l’80% ma composto da idioti
          Che poi un utente medio non ha la minima idea di cosa sia arch

          • L’utente medio linux non è un cerebroleso ma una persona che usa bene il sistema sul piano grafico senza essere molto addentrato sulla conoscenza di come funzioni il sistema stesso.

  • Giulio

    Era Ora!

  • Giulio

    ma una iso in via di sviluppo non viene rilasciata?

    • penso che verrà rilasciata con il rilascio della prima beta di ubuntu 12.10

  • Giulio

    Arrivano sempre dopo questi, fedora e suse l’han gia fatto questi girano intorno a unity senza capire che e’ na cagxxta

  • Tony Pisapia

    Forse, e sottolineo forse, ci farò un pensierino 🙂

  • Simone Mar

    Credo sia uno spreco di risorse: ubuntu è unity, che senso ha questa gnomebuntu? una perdita di tempo,allora meglio lasciare kubuntu.

  • mauro

    @15a5d35a39fc32a6bc0c84b24235e124:disqus ci sono tantissimi utenti (tra cui io) che eravamo abituati a usare ubuntu prima di unity, e che da quando questo è arrivato non lo abbiamo mai digerito…se possiamo tornare ad avere uno gnome senza unity festeggiamo!

No more articles