VectorLinux: la distro leggera ma accattivante

0
28
Se cercate una distro leggera, installabile anche su computer datati, ma senza rinunciare ad un’interfaccia grafica accattivante, dovete assolutamente provare VectorLinux.
Questa distribuzione che deriva dalla celebre Slackware, risulta più leggera e performante grazie all’ambiente desktop Xfce, al quale, a favore dell’usabilità, è stata aggiunta una barra simil-MacOS grazie al tool Docky.
VectorLinux comprende alcuni tool esclusivi, come Vasm, Gslapt, Vwifi, che facilitano la gestione e la configurazione del sistema, confronto alla distribuzione nativa (Slackware), e rendono questa distro più completa e adatta ad ogni utilizzo rispetto alle sue simili.

VL presenta quattro differenti versioni: Standard, Soho, Light e Live, distinzione decisa dal team di sviluppo con sede in Canada, per poter ottimizzare ogni versione per un utilizzo specifico:

Standard: adatta a PC datati, con DE Xfce ma la possibilità di utilizzare anche ambienti alternativi come IceVM e Floxbox, ancorea più leggeri e semplici. La versione Standard Edition è completamente gratuita, mente la Standard Deluxe è a pagamento e comprende tool aggiuntivi ed alcune applicazioni dell’ambiente KDE.
Soho: acronimo di Small Office/Home Office, adatta a macchine più recenti, che differisce dalla standard nell’ambiente desktop KDE e perchè comprende strumenti aggiuntivi come Openoffice, Gimp, Java, Cups, ecc.
Anche qui esiste una versione Deluxe a pagamento, con Inkscape, Apache, PHP, MySQL e disponibile negli ambienti Xfce, KDE e Gnome.
Light: adatta per computer piuttosto vecchi, dichiarata funzionante anche con 64Mb di RAM e disponibile con IceVM e Floxbox come gestori finestre, ma con finzionalità multimediali, internet e altre peculiarità dell’edizione Standard.
Live: è semplicemente la riduzione a CD Live di VectorLinux Light, con la possibilità comunque di essere installato su hard disk.
VectorLinux è attualmente alla versione 7.0, dopo un’attesa di circa due anni dalla precedente, e si presenta con i seguenti tool di base:
  • Gimp, Inkscape e Shotwell per la creazione, modifica e gestione di immagini e foto
  • Firefox come browser predefinito, con alternativa Opera
  • Pidgin e XChat per chattare
  • Brasero CD burner
  • Mplayer, Xine e Exaile per la gestione dei file multimediali
  • Abiword e Gnumeric per l’office
Per i più esigenti, i repository di VectorLinux sono ben forniti dei più comuni tool, per permetterci di non rinunciare ai nostri preferiti.