MMarketPay un nuovo malware per Android che spenna l’utente acquistando applicazioni a sua insaputa

11
115

Android sta diventando il sistema operativo mobile più utilizzato al mondo e con esso pultroppo arrivano anche i primi problemi causati da virus e malware.
Anche se ritenuto abbastanza sicuro anche grazie a Linux in Android sono sempre più diffusi i virus i quali rischiamo anche di farsi trovare brutte sorprese in banca oppure scaricandosi la ricarica del nostro telefonino.
Tutto questo è dovuto ad un nuovo malware segnalato, in questi giorni dalla società di sicurezza TrustGo, denominato MMarketPay.

MMarketPay è un nuovo malware per Android che a nostra insaputa e senza alcuna autorizzazione acquista applicazioni a pagamento dagli store prosciugando la carta di credito o la nostra ricarica (per chi ha un’operatore che permette l’acquisto di applicazioni utilizzando il credito telefonico).

Una notizia del nuovo malware MMarketPay sta mettendo in apprensione molti utenti sopratutto quelli che hanno installato alcune applicazioni non da Google Play ma attraverso altri market o peggio ancora utilizzando apk da siti non conosciuti. MMarketPay può anche scaricare contenuti video sempre a pagamento il tutto senza che noi ce ne accorgiamo.
A quanto pare Google ha indicato che il malware non è presente in alcuna applicazione presente nello store ufficiale Google Play e fin’ora i casi sono stati tutti riscontrati in Cina e non in altri paesi. TrustGo consiglia comunque di utilizzare un sistema antivirus per poter evitare queste spiacevoli sorprese oppure utilizzare solo applicazioni presenti in Google Play anche se alcuni virus sono stati segnalati anche li.
Nessun pc, smartphone, tablet è sicuro al 100% chi utilizza distribuzioni Linux per ora può star tranquillo chi utilizza Android /sistema operativo basato su kernel Linux) invece deve essere un po titubante e sopratutto non rischiare scaricando apk di applicazioni da siti che non si conoscono.
Come diceva una vecchia pubblicità: prevenire è meglio che curare

via | h-online