Mandriva Linux

Mandriva una delle distribuzioni Linux più conosciute sta passando il periodo più nero dal suo rilascio.
La crisi che ha colpito Mandriva ha portato negli ultimi mesi il cambio del gruppo di controllo oltre alla perdita dei principali sviluppatori i quali hanno dato vita ad una nuova distribuzione denominata Mageia.
Dopo aver in parte accolto il supporto del team russo ROSA l’azienda Mandriva ha deciso di cambiar pagina lasciando il supporto e controllo della distribuzione in mano alla comunità. La nuova distribuzione supportata dalla comunità non potrà chiamasi Mandriva (la quale in precedenza si chiamava Mandrake in cui nome però era registrato dalla Hearst Corporation ed era un nome di famoso personaggio dei fumetti) dato che è un marchio registrato il quale rimarrà in possesso dell’azienda franco/americana.
Secondo come indicato dalla stessa Mandriva il nome che verrà scelto sarà sia per la fondazione che per la distribuzione oltre ad avere molto probabilmente anche un nuovo logo.

La scelta del nome si avrà attraverso la votazione su alcuni nomi già proposti in precedenza il tutto entro il 12 Luglio data che verrà quindi indicato il nuovo nome di Mandriva. Attualmente il più votato è Mandala Linux seguito da OpenMandriva, per votare e controllare le votazioni basta collegarsi in questa pagina.
Vedremo come la comunità riuscirà a far tornare al successo la distribuzione anche se il progetto Mageia potrà dar del filo da torcere a quel che resta di Mandriva.
  • Alexander83

    Fra tutti i nomi possibili (Moondrake, Pulsar, Opendrake) vince sempre il nome peggiore…

    • andreazube

      vero

  • andreazube

    In pratica una nuova distro basata su mandriva…ci sono già rosa e mageia,non vedo il motivo di una terza distro derivata (visto che oramai non c’è più niente di mandriva “originale”)

    • Alexander83

      Non è una distro derivata ma la distro principale che diventa comunitaria (nel vero senso del termine).

      • andreazube

        E quindi non è più mandriva,ha perso troppo durante la “crisi”

  • Marco Pagliaro

    Mah, secondo me sarebbe ora di porre fine a questa distro, sarebbe la cosa migliore. Ha fatto la sua storia, ma è tanto tempo che rischia il fallimento, da come leggo spesse volte, senza contare che ormai ci sono altre distro, molto più usate e famose orientate alla facilità di utilizzo, molto più competitive e con una comunità più grande. Ha senso portare avanti un progetto così, sviluppato e usato da quattro gatti?

    • pclinuxos user

      ma come si può affermare con disinvoltura che questa distribuzione ha fatto il suo tempo? ma le conosci PcLinuxOs, Mageia, Rosa ? sono fra le migliori distribuzioni del momento, sono la continuità nel tempo di Mandriva. meglio stare zitti ed avere rispetto per chi stenta ma va avanti senza i finanziamenti da nababbo come Ubuntu.

      • Marco Pagliaro

        Debian, non so se questo nome lo hai già sentito, che va avanti da sola e senza il finanziamento di un’azienda, ed è li da quasi 20 anni, senza battere ciglio, stabile in tutti i sensi, con una grandissima comunità e non si è mai sentito di un possibile fallimento. Perchè? perchè è qualcosa di concreto ed ha un senso, sia per il Software Libero, che per i server e anche per chiunque voglia un sistema solido…

        • debian ne ha avuti di finanziamenti da molte aziende e da anche normali utenti
          ma i soldi servono per il progetto alle varie spese di server gestione ecc
          mandriva ha puntato sul business nel peggior periodo finanziario alla fine è andato male ma il progetto non è abbandonato anzi… è stato offerto alla comunità
          ricordo che fino a 5/6 anni fa Mandriva era come tutt’ora ubuntu ossia la principale distribuzione linux poi per sfighe aziendali cambi di nome errati progetti come Metisse hanno portato l’abbandono di molti utenti…

      • quoto sono rimasto molto soddisfatto del progetto mageia un po meno del progetto rosa rimane il fatto che attualmente mandriva rimane una delle migliori distribuzioni linux
        inoltre da quel che ho sentito parlando al lug di villafranca si pensa di cambiare / migliorare l’installer il quale già tutt’ora a mio avviso è il migliore in assoluto (molto più facile anche di ubuntu)
        da notare anche mcc il centro di controllo dove anche un utente poco esperto riesce a configurare al meglio stampa, rete ecc

    • ti sbagli mandriva ha un’ottima comunità

      “molto più usate e famose orientate alla facilità di utilizzo” mandriva oltre ad essere stata la prima a portare linux per tutti rendendolo decente è anche una delle più facili da installare e configurare
      la configurazione di mandriva con mcc è molto più semplice di ubuntu oltre ad essere più completa e dettagliata
      mandriva è anche una delle distribuzioni con il maggior supporto hardware grazie alle molte patch integrate

      • Marco Pagliaro

        Ma infatti io non discuto l’importanza che ha avuto in passato e neanche lo sviluppo verso la facilità di linux, dico solo che è da quando ho scoperto linux (poco più di due anni fa) che sento di un possibile fallimento, cambio di nomi, problemi vari ecc. Insomma, oggi come oggi, ci sono molte altre alternative molto valide, allora forse, prima di Ubuntu era la distro più “umana” e facile da utilizzare, ora se ne può fare proprio a meno, al posto di mandare avanti la baracca con tutti questi cambi/problemi ecc.

        • Alexander83

          Bè se cercano di tenerla in piedi quella baracca che problema ti creano? Se la fondazione funzionerà tutti gli utenti avranno semplicemente più scelta.

  • Gabriele Castagneti

    Non sarà un nome a cambiare le cose. Il nome è solo un sottile confine, una linea e niente più. No, se c’è qualcosa che cambierà le sorti di Mandriva sarà la sua comunità. Ma esiste davvero quella comunità?

  • dave

    Rispondo qui per rispondere un po’ a tutti.
    @ Gabriele: si, la comunità esiste ed è anche molto attiva.
    @ Marco: mandriva è tutto fuorchè sviluppata da 4 gatti. che abbia fatto il suo tempo lo dici te, come il fatto che ci siamo distro che possono soppiantarla. ancora oggi non ci sono distro con la sua facilità di utilizzo, ubuntu se la sogna. poi se dici che mandriva non sia un sistema solido vuol dire che o hai solo provato la versione 2011 (nata zoppa per vari motivi) o non hai proprio mai provato mandriva.
    @ lightfenix: non è corretto quello che hai scritto. prima di tutto mageia ha uno sviluppo a se stante e ora come ora con mandriva non ha più nulla a che fare, inoltre sarà mandriva a basarsi su questa nuova distro. si avrà quindi la situazione di distro-comunitaria->mandriva->rosa.
    @ Alexander83: hai ragione in pieno.

    • da segnalare che mandriva è stata la prima distribuzione a cercare a rendere facile linux grazie ad installer decente e un centro di controllo funzionale e semplice
      la prima ad offrire un supporto decente per le connessioni (anche mobili) quando doveva ancora esser rilasciato network manager
      mandriva inoltre è la distribuzione che offre una maggior supporto hardware grazie alle molte patch integrate
      mandriva la ritengo ancora una delle migliori distribuzioni linux indicata sopratutto per chi arriva da windows
      il passaggio alla comunità penso che possa esser un ottimo spunto per il rilancio di questa grande distribuzione

      • Alexander83

        Dopo anni di problemi, il passaggio alla comunità può davvero ridare slancio a mandriva, c’è da dire che non sarà semplice ma siamo fiduciosi! 🙂

  • Alexander83

    Hanno aperto due discussioni sul forum internazione per la scelta di nuovi nomi da votare (Fonte: http://blog.mandrivalinux.org/2012/07/namebootstrap/ )

No more articles