Viene proposto in due versioni: una base con meno RAM ed una APU più economica, e una versione ‘Pro’. Il team di sviluppo di Linux Mint, una spin Ubuntu/Debian-Based, ha lavorato insieme a CompuLab per portare il sistema operativo sul mercato su dei dispositivi fanless e non ingombranti.

Passiamo quindi alle caratteristiche, riportate qui di seguito:

Caratteristiche Standard:

  • 250 GB Hard Disk
  • 8 Porte USB (4 frontali e 4 posteriori)
  • HDMI con DisplayPort
  • Digital audio
  • LAN
  • Wi-Fi e Bluetooth (con doppia antenna)
  • 2 porte eSATA

MintBox Basic:

  • APU G-T40N (1.0 GHz dual core + Radeon HD 6290)
  • 4GB RAM
  • Case in metallo liscio

MintBox Pro:

  • APU G-T56N (1.65 GHz dual core + Radeon HD 6320)
  • 8GB RAM
  • Case con stile personalizzato
La scelta di una APU AMD ha permesso di non adoperare alcuna ventola per il raffreddamento e, ovviamente essendo comunque APU utilizzate su netbook, anche di ridurre consumi e calore.
I MintBox vengono prefabbricati con Linux Mint preinstallato e funzionante, ma ovviamente non sarà la sola scelta possibile, essendo a tutti gli effetti dei PC il sistema operativo può essere comunque sostituito da uno di vostra scelta.
Il team di Linux Mint dalla vendita dei MintBox riceverà il 10%, mentre il restante sarà incassato da CompuLab. Ciò che mi ha lasciato perplesso è il costo: 476 $ per il modello Basic e 549 $ per il Pro, e non sono incluse le spese di spedizione.

Per informazioni più dettagliate sulla vendita vi rimando al questo indirizzo: http://www.fit-pc.com/web/purchase/order-direct-mintbox/

Voi cosa ne pensate?

No more articles