L’effetto Ubuntu 12.04 non ha inciso nel mercato, almeno fin’ora

0
20
Son passati quasi due mesi dal rilascio di Ubuntu 12.04, distribuzione su cui molti hanno puntato, in primis Canonical: indicando che pian piano la distribuzione si farà strada arrivando alle fatidiche 200 milioni di utenze previste da Mark Shuttleworth entro il 2015.

Il nuovo Ubuntu 12.04 ha sicuramente portato molte migliorie alla distribuzione, oltre al fatto di avere un supporto di ben cinque anni infatti, porta una maggiore stabilità e reattività ad Unity e l’ingresso di nuove funzionalità come il nuovo HUD e Lens per la ricerca di video online e locali.
Ubuntu 12.04 ha sicuramente incuriosito molti utenti i quali, in queste settimane, si sono prestati a testare e installare la nuova distribuzione.
Tutto questo in teoria dovrebbe aver portato un aumento degli utenti Linux, anche se secondo le statistiche rilasciate da Netmarketshare, Linux rimane stabile al 1%.

Report mercato desktop 07/2011 - 05/2012

Come possiamo notare dal report dal Luglio 2011 a Maggio 2012, l’utenza Linux è rimasta invariata ossia circa 1% (poco più o poco meno), e l’effetto Ubuntu 12.04 almeno nel mese di Maggio 2012 sembrerebbe non essersi fatto sentire.
Ricordo che queste sono statistiche indicate dal traffico internet non si basano sulle installazioni, Ubuntu come dal resto tutte le distribuzioni Linux, non hanno alcuna licenza impedendo così di poter sapere con certezza quanti utenti utilizzano la distribuzione (anche se è vero che anche Windows viene utilizzato da molti utenti senza alcuna licenza).

Canonical / Ubuntu riuscirà ad arrivare a 200 milioni di utenti nel 2015 o gli utenti resteranno come ora all’1, massimo 2% del mercato? 

In questa pagina troverete il report completo, con la possibilità di personalizzare anche le date ed avere report anche sui browser ed altro ancora.