A Tu per Tux: I nostri dati sul web!

26
70

Cari lettori di LFFL, oggi inizia la nuova rubrica del blog ed inizia con un argomento che non riguarda direttamente il mondo Linux.
Parlo di una cosa molto importante, di una cosa che ci tocca tutti quanti: I nostri dati in giro per internet.
Come il nostro amico Elia sottolinea nella sua rubrica, Google ci permette di poter avere tanti servizi di sua proprietà che ci danno la possibilità di avere la nostra vita “internettiana” gestita in ogni suo più piccolo aspetto. Con l’arrivo di G+ poi, ci si può costruire anche la propria rete di amicizie.
Insomma, tutta la nostra vita reale vede quasi un copia-incolla su internet.

Ma vi chiedo, secondo voi è una cosa positiva dare così tante informazioni a una sola azienda?

Considerate anche l’aspetto informatico (lato pc stavolta) della cosa: Abbiamo Chrome e Chrome OS di proprietà Google. I nostri dati sensibili tutti affidati ad un’unica azienda non solo quando siamo al pc, ma anche quando siamo in giro, con smartphone sempre più potenti e ricchi di opzioni (anche li ad esempio Google ha un certo OS chiamato Android).
Trovo positivo che vi sia una grande azienda che propone una così vasta gamma di servizi, tale da coprire tutte, o quasi, le necessità di una persona che su internet oltre che divertirsi vuole anche lavorare e dedicarsi a un utilizzo serio della rete.
Tuttavia, qualcuno lamenta il fatto che sia troppo eccessivo, che sia quasi “fastidioso” dare tutti i dati a una sola azienda e infatti scelgono di non utilizzare certi servizi proprio per non affidare ulteriori informazioni alla stessa “casa”,e cercano gli stessi servizi con aziende diverse, per sentirsi quasi più al sicuro!
Google è solo un esempio.
E’ stato il primo servizio che mi è venuto in mente, ma lo stesso vale per qualsiasi azienda.
E voi, cari lettori di LFFL che non mancate mai di esprimere la vostra opinione, cosa ne pensate? Spiegate anche il perchè delle vostre scelte.

Diamo inizio a questa rubrica e siate buoni!

Un Saluto – Stefano