Sono passati ben 30 anni dalla presentazione del Commodore 64 avvenuta al Ces di Las Vegas. In Italia arrivò solo l’anno seguente ad una modica cifra di circa un milione di lire.
Dotato di microprocessore MOS 6510 e di 64KB di Ram e 20Kb di Rom è stato il computer più venduto di sempre con ben 17 milioni di unità vendute.
Il successo era dovuto all’ottimo rapporto qualità e prezzo, tutto il pc era racchiuso dentro la tastiera sulla quale basta collegare un’alimentare (dal peso impressionante), in cavo per collegarlo alla tv al posto dell’antenna (bastava sintonizzarci su Canale 5) e collegare un registratore a cassette per caricare i giochi o programmi. Il registratore a cassette aveva un numeratore che indicava i giri del nastro serviva se avevamo più programmi o giochi in una cassetta di passare da uno all’altro semplicemente avanzando la cassetta al numero indicato.

Come Sistema Operativo avevamo il Basic molto semplice da utilizzare e da imparare.

Che dire per chi come me ha visto la sua giovinezza a passar ore ed ore attaccati ad un C64 quando sento queste notizie ritornano tanti bei ricordi.
Auguri Commodore 64, Auguri Mito….
No more articles