Potrebbe parere una “bufala” oppure una notizia da primo di Aprile eppure è davvero cosi, tra le varie aziende che contribuiscono allo sviluppo del Kernel Linux c’è anche Microsoft.
Tra le molte aziende che contribuiscono allo sviluppo del Kernel Linux troviamo per odine: RedHat, Intel, Novell, IBM e al quinto posto niente meno che Microsoft.
A quanto pare è già da alcuni anni che Microsoft contribuisce allo sviluppo del Kernel Linux nel 2009 difatti proprio l’azienda di Redmond ha inviato agli sviluppatori 20.000 linee di codice del modulo per l’Hyper-V (rilasciato sotto licenza GPLv2). Per chi non lo sapesse l’Hyper-V è una famosa infrastruttura per la virtualizzazione dei sistemi operativi di Windows Server in modo da non portare problemi di incompatibilità con Sistemi Operativi Linux.

Tutto questo non vuol dire che Microsoft abbia potere sul Kernel Linux e che questo non sia completamente libero. Il fatto che Microsoft in questi tempi sta vedendo sempre più l’interesse degli utenti verso progetti open source ed inoltre il successo di Android (che si basa sul Kernel Linux) possa dare un’avvicinamento da parte dell’azienda di Redmond verso il software libero. Da non dimenticarci che Microsoft nel bene o nel male fa parte di Novell il quale contribuisce in moltissimi progetti presenti su molte Distribuzioni Linux e contribuisce notevolmente allo sviluppo del Kernel Linux.

Ringrazio Andrea F. per la segnalazione

No more articles