Nelle ore successive all’annuncio della scomparsa di Steve Jobs in rete e su tutte le tv si parla dei successi e della vista del famoso fondatore di Apple. Inoltre sono molte le persone famose che per vari motivi hanno rilasciato in queste ore la propria riflessione su chi è era Steve Jobs e cosa ha fatto in questi anni, tra queste persone spicca anche una dichiarazione alquanto polemica di  Richard Stallman il Patron del Free Software. 
A quanto pare nemmeno la morte di Steve Jobs ha tenuto a freno la sua netta contrarietà  sull’operato di Apple indicando sito si esser felice che Jobs si sia tolto di mezzo (non si sa con per la morte o per le precedenti dimissioni dal CEO Apple) indicandolo come una persona che ha una influenza maligna nel mondo del software.

Secondo Stallman il pioniere Steve Jobs ha realizzato un pc come fosse una prigione realizzato per dividere gli stolti dalla propria libertà…nessuno merita di morire ma tutti ci meritiamo la fine dell’influenza maligna che ha portato Jobs sul computing speriamo che i successori siano meno efficaci in tutto questo…
Leggendo le citazioni di Stallman, il patron del software libero non risparmia nemmeno Google e alle aziende di Cloud Computing indicando che siamo stupidi ad affidare i nostri dati in mano ad altri, che anche se indicati protetti posso farne un qualsiasi uso senza che nemmeno ci accorgiamo.
Personalmente in parte darei anche ragione a Stallman dato che Jobs ha portato una politica alquanto chiusa. La libertà come dice Stallman sta anche nella condivisione e nella possibilità a tutti di dire la loro, cosa che sicuramente i morti non potranno fare. 
A mio parere in questi casi di farebbe meglio tacere e portare avanti il progetto in cui si crede e lasciando agli utenti la libertà di decidere, anche se la decisione intrapresa da alcuni utenti secondo le nostre idee possa essere sbagliata.
L’articolo sopra citato lo potete consultare in questa pagina.
  • Jackladen

    odio i prodotti Apple ma mi dispiace tanto per Jobs……secondo me Stallman, che rispetto infinitamente, sbaglia a dire questo…….concordo che il software Apple sia della peggiore  specie possibile ma mancare di delicatezza in alcuni momenti è una mostruosità…..

    • Linuxiano85

      Io non odio i prodotti Apple ma non mi piacciono specialmente l’Iphone, poi è una scelta degli utenti rinunciare ad avere la libertà con un Galaxy S tipo e fare i fighetti con un telefono bello ma privo di libertà,  Stallman ha ragione al 100% ma ha fatto una gran figura di cacca, Steve ha fatto molto molti anni addietro ma in questi anni si è occupato quasi solo di come incuccarci i suoi prodotti, però a me dispiace lo stesso specialmente per il passato con cui la sua azienza si è fatta conoscere.  

  • Poetagrigio

    stallman è uno che ha dedicato la vita per combattere tutto ciò che rappresantava jobs e il suo operato, in fondo non crdo che apple abbia portato questa grande rivoluzione dell’informatica, cambiano le forme le linee, le potenzialità le misure e sicuramente la stabilità e la performabilita, ma non la sostanza, e tutto questo a un caro prezzo e non solo in termini monetari

    • sinapsi77

      ma non dire stupidaggini…prova a entrare in una sala di registrazione, una sala di videoediting e una di publishing e vediamo se è solo apparenza… 

      • in sala di registrazione abbiamo visto che esistono applicazioni per linux che riescono a fare quanto applicazioni proprietarie
        blender è stato utilizzato per molti film quindi non è sempre vero che linux non è per professionisti

      • Poetagrigio

        attenzione non fraintendere quello che ho detto, e soprattutto non dare giudizi affrettati, sono un fotografo che lavora con la grafica oltre che un ingegnere informatico quindi so quello che dico. in ogni caso nessuno mette in dubbio la superiorità di software made in apple, la stabilità e la potenza oltre alla configurabilità e alla “semplicità” sono QUASI un esclusiva del loro software, ma non c’è nessuna rivoluzione in questo, tutte tipologie di software gia esistenti e che molto spesso utilizzano di base CODICE di altri come il loro stesso SO unix based. LAvorano bene, meglio di altri  e meglio organizzati, però hanno mezzi superiori, per fare queste cose oltre a gente in gamba servono soldi… tanti… direi che 8,5 miliardi di dollari bastano! quello che pero non ho mai capito, che non condivido e che probabilmente stallman afferma è che non capisco perchè se io voglio modificare le foto con aperture devo comprare il loro pc da almeno 1500 euro e supponiamo lo facessi, perche su quel pc non posso metterci un software che a me piace e a loro no, perche nn posso essere libero di scegliere cosa mettere sulla mia macchina? ok ti piace lavorare con apple? lavoraci! ma un giorno non lamentarTi se decideranno di farti pagare le email come si fa per gli sms e tu non sarai libero di utilizzare qualche altra cosa perche qualche altra cosa forse non ci sarà più, se tutti ragionassero come te questa sarebbe la fine. bello il mac ce l’ho anche io ma come detto ad un grosso prezzo… non solo monetario.

  • Jack O’Malley

    As Chicago Mayor Harold Washington said of the corrupt former Mayor
    Daley, “I’m not glad he’s dead, but I’m glad he’s gone.” Nobody
    deserves to have to die – not Jobs, not Mr. Bill, not even people guilty
    of bigger evils than theirs. But we all deserve the end of Jobs’
    malign influence on people’s computing.

    Tradotto significa: Come ha detto il sindaco di Chicago Harold Washington a proposito del suo corrotto successore il sindaco Daley, “Non sono contento che sia morto, ma sono contento che sia andato”
    Per dire che è contento che non sia più al suo posto, ma non che sia morto…
    O devi imparare meglio l’Inglese o a leggere meglio!!

    • lo tradotto con google translate dato che non conosco l’inglese ma se ho sbagliato io a tradurre lo hanno sbagliato anche la repubblica e l’ansa cosa che mi sembra alquanto strana

      http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/tecnologia/2011/10/07/visualizza_new.html_674330456.html

      http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/10/07/news/stallman_jobs-22869523/?rss

      • mikronimo

        Se la notizia è quella (e le esatte parole sono quelle, leggo quello che lui riporta) che indica Tillmor (seguendo i tuoi link Roberto, la notizia ANSA cita una metà del testo di Tillmor, non trovo altro, Repubblica, ne parla poco più avanti, più precisamente), bisogna come minimo che le notizie vengano riportate (dai mezzi di informazione giornalistica) per intero e non solo la parte che fa “scandalo”; l’intera traduzione è:

        Come ha detto il sindaco di Chicago Harold Washington a proposito del
        corrotto ex [former] sindaco Daley, “Non sono contento che sia
        morto, ma sono contento che se ne sia andato”; nessuno merita di dover morire -ne Jobs, ne Mr. Bill, ne persone colpevoli di malignità più grandi delle loro. Ma tutti noi meritiamo la fine della maligna influenza di Jobs sull’uso del computer della gente.

        Fuori luogo sicuramente, ma non così maligna (a proposito) di come dipinta.

  • Enrico Bastelli

    Ragazzi, ha ragione Stallman.
    Jobs è stato forse il più grande uomo di marketing di tutti i tempi e forse uno dei migliori comunicatori.
    Ma all’informatica per come la concepisce Stallman (ed anche io) ha fatto più danni delle cavallette.

    P.S.
    Se vado in uno studio di editing, publishing ecc ecc forse ci trovo anche dei Mac, ma a far la differenza sono probabilmente prodotti Adobe.
    Se Adobe programmasse anche per Gnu/Linux ci troveresti anche Gnu/Linux.
    In tanti documentari di animazione 3d io ho visto il piedone di gnome in alto a sinistra mentre usavano Maya…

    • quoto
      sicuramente quello che tocca diventa moda e con esso il mercato tende ad essere alquanto simile
      sicuramente l’unica cosa che secondo me ha fatto di innovativo è stato aver portato unix alla portata di tutti nel 2003 quando acquistai il mio primo mac il mac phanter era un sistema operativo eccezionale stabilissimo e linux sicuramente era molto indietro poi in questi anni abbiamo visto che poi anche linux è arrivato ad essere se non meglio ma porte tranquillamente competere con mac. il primo iphone fu evoluto per l’hardware che proponeva dato che quell’hardware lo hanno i telefonini non apple di adesso
      da questo al genio sicuramente c’è ne di strada che sia stato uno che sapeva il fatto suo questo è vero

    • Giatuareg

      E che danni? l’autocommiserazione nel vedere un utonto in grado di godere senza futili competenze tecniche di un computer come mezzo e non come fine?
      Vorrei argomentazioni sui danni..
      A scanso di equivoci, scrivo da Eos Jupiter installata dalla prima beta, mai un format da allora. VB per necessità ma non mi pesa. Mac solo al lavoro

      • anche lunux possiamo tutti operare anche senza avere competenze tecniche
        apple è stata fantastica a far intendere alla gente che un prodotto più costa più ha

        con linux si può fare le stesse cose senza spendere 1 lira inoltre con linux possiamo condividere quello che vogliamo senza incombere in sanzioni,
        il mac può tranquillamente terminare lo sviluppo da un giorno all’altro trovandoti ad aver un prodotto non più utilizzabile linux è libero e realizzato per passione e non per guadagno e questo non morirà mai

        • Pietro Cossu

          paradossalmente, secondo me, se si incominciasse a vendere le distro GNU/linux ci sarebbero centinaia di milioni di utilizzatori nel giro di pochi anni…Conosco un sacco di persone che si comprano l’iphone 4 solo perché costa 650 euro..
          Pagare molto qualcosa è diventato sinonimo di avere un prodotto di qualità…
          La diffidenza che la gente ha sul software libero nasce dalla domanda: “ma se è di qualità perché non viene venduto?”…quindi, siccome nessuno lo vende, si pensa che non sia di qualità. (ovviamente l’iphone 4 è un prodotto di qualità..non metto in dubbio questo…dico solo che ha un plusvalore che dipende da operazioni di pubblicità in cui la apple è stata migliore di altre aziende)
          Non possiedo un mac e probabilmente non potrò mai permettermelo, però non credo che un utente apple possa fare più cose di quante non ne possa fare io su questo computer da cui sto scrivendo. Vorrei proprio sapere cosa posso fare in più con un prodotto apple, perché a me sembra di avere tutto il necessario.

      • Enrico Bastelli

        Guarda, all’utenza viene tolta la libertà e tu nemmeno riesci a capire che è un danno.
        Ecco cosa ha causato Jobs.
        Sai cosa ti dico, preferisco essere libero nella mia fattoria e dovermi raccogliere le rape e le carote  che in una cella servito e riverito.

  • Caos57

    Stallman ha semplicemnte ottenuto ciò che voleva….far parlare di sè.

  • Gipi1964

    Puo’ darsi che abbia ragione (dal suo punto di vista), fare certe affermazioni nel giorno della scomparsa di Jobs e’ stata un’ottima occasione mancata per stare zitto.
    p.s. qualcuno mi sa dire come campa questo signore?

  • gerrybona

    libertà è libertà di scegliere.di proposte nel mondo dell’informatica ce ne sono,ognuno di fronte alle migliaia di proposte sceglie ciò che vuole che sia aperto,libero oppure non lo sia.ognuno per un verso o per l’altro apporta un contributo e questo vale nel mondo delle tecnologie ma non soltanto.Steve può essere criticabilissimo ma chi lo critica deve aver contribuito almeno un po’ lui stesso altrimenti sono parole vuote e basta.lui è stato nonostante tutto un uomo geniale che ha avuto l’intelligenza,la forza e forse anche la sfrontatezza di farsi largo ma ce l’ha fatta.
    Io sono favorevole alsoftware libero e lo uso ma uso anche quello che libero non è.Adoro Linux ma non disprezzo Microsoft.Perchè tutto deve essere per forza libero e gratuito?Ognuno lavora e percepisce uno stipendio ,non credo che si vada al lavoro gratuitamente;come per ogni altra attività anche chi lavora nel mondo del software non vedo perchè debba per forza farlo gratuitamente,e dico per forza perchè se vuole farlo senza lucro può certamente farlo.libertà è anche scegliere ciò che si vuole e indirizzarsi verso ciò che ognuno ritiene migliore.A me questi pseudo guru alla Stallman sinceramente fanno un po’ pena,mi sembra uno sfigatello logorato da un potere che non ha ma che vorrebbe tanto avere

    • Jack O’Malley

      Guarda che libero non vuol dire per forza gratis,  in questo contesto libero significa libero da restrizioni che limitino i diritti dell’utente. E su questo Apple, dalla mente proprio di Jobs, è assolutamente “NOCIVA”….

      • gerrybona

        sarà nociva ma uno è libero di non usarlo,esiste anche la proprietà intellettuale e giuridica e chi ne è detentore può lasciarla libera o meno.una cosa che non amo molto del mondo linux è che c’è troppa bava alla bocca verso colossi come microsoft o apple,ma la colpa se linux è una nicchia ancora non è di questi colossi ma di linux stesso.è come quando sento che la colpa di chi è povero è dei ricchi,la cosa è un pochino più complessa,non è proprio cosi

  • Linux…

    Ecco che Gnome Shell e Unity seguono la filosofia di steve infatti linux è irriconoscibile funzionava anxi funziona meglio paradossalmente una gtk 1 e un kernel 2

    • Jack O’Malley

      Mah!!!

  • Stallman può avere tutte le ragioni di questa terra, ma ci vuole sempre un pò di umanità! In fin dei conti è morta una persona!

  • anonimus

    stalman è una persona molto delicata e sensibile a quanto leggo XD. Comunque concordo con lui, se ne andato un genio che rendeva chiuso tutti i sistemi operativi (ma pur sempre un genio). Personalmente penso che Steve Jobs è stato un grande pilastro dell’informatica, ma penso che la sua politica fa schifo (mai quanto quella di Bill ovviamente). Io non comprerò mai un sistema operativo apple, a essere buoni, per carità buonissimi, ma quando non c’è libertà nell’utilizzo di un computer non è “giusto” 

  • Chuckino

    Siamo quasi tutti d’accordo che Richard Stallman ha forse sbagliato i tempi ed i modi di esternare il suo pensiero. Probabilmente ciò è dovuto a rancori personali, ma non vi sembra che i media stiano esagerando nel santificare una persona che ha fatto soltanto l’interesse degli azionisti della società che rappresentava. Adesso Vi chiedo, cosa ha lasciato di così importante a tutte quelle persone che non possono permettere i suoi gingilli tecnologici. Forse i sogni? Henry Ford ha scritto: C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti.
    PS – Anche se non sono un fanatico sostenitore dei prodotti Apple, rendo onore all’uomo ed alle sue eccezionali qualità professionali.

  • Attix

    Ad essere oggettivi,piu’ che lasciare qualcosa di concreto(e gia’ qui si possono citare iphone e ipad),lascia una idea di personal computer che prima non esisteva.Mouse,finestre,icone ecc. sono idee sicuramente non sue(Xerox Camp),ma lui e’ riuscito a portarle da livello di prototipi x pochi ricercatori a prodotti di consumo.Sappiamo che Microsoft poi ha attinto a piene mani sino a far diventare uno standard l’estetica dei pc come la conosciamo.

  • Pego 71

    Penso che parlare dietro a una persona appena deceduta non sia di gran stile non bisognerebbe mai farlo ,specialmente pubblicamente anche perchè la persona interessata non ribattere ,ha detto probalmente cose anche condivisibili ma ha sbagliato tempi e modi…..

  • Guest

    Jobs è un genio. Da questo non si scappa. Poi possiamo discutere sulla natura della sua genialità: genialità informatica/elettronica o genialità psico sociale? Io dico che jobs è stato un genio nel saper leggere nella mente degli umani: ha compreso ke il mondo si stava evolvendo verso l’estetica e con pochi contenuti. Ha creato così uno stile, uno status symbol con i suoi prodotti. È stata questa la sua genialità..se n’è fregato di diventare il primo venditore del mercato..ma ha puntato a far diventare i suoi prodotti un sogno per pochi..puntando quasi a far divenire Apple una setta. Attenzione xò, questo non significa ke Lo facesse per pura passione..lui ci ha marciato tantissimo Su questo: seppur aveva solo una parte del mercato ha avuto fatturati da.capogiro grazie ai suoi prezzi altissimi..che non sono un caso!
    E questo voi come me Lo chiamate? Io Lo chiamo genio della comunicazione e del sociale.
    Stallman non è nuovo a certe esternazioni..o meglio, a certi modi! Da linuxiano non posso ke essere d’accordo con lui..ma i modi fanno tanto della vita..fanno “stile” e lui non ne ha.

  • Adriano Bassignana

    Su FB ho scritto che Jobs è stato il primo stilista del PC, colui che ha dato la bellezza l’usabilità e tanto altro… negli anni però è diventato sempre più spietato nei confronti del resto del mondo, spero che sia conseguenza della malattia e non del fatto che la sua società ha una capitalizzazione di 300 miliardi di $ pari a 10 volte il suo giro di affari. Se certe società possono avere un valore di capitalizzazione così elevato, diventando quindi anche un bene rifugio, per la libertà nel settore informatico la vedo molto, ma molto triste. Vuol dire che per la sua sopravvivenza e quella di milioni di risparmiatori potrà permettersi di dettare le regole della politica, così come fece la legge USA detta “Mickey Mouse Protection Act” per proteggere gli interessi corporativi di chi deteneva i diritti di sfruttamento di “Topolino”… Questa legge, dopo due successive riedizioni, ha portato a raddoppiare l’effettiva durata (95 anni contro i precedenti 50). Per questo Stallman, volenti o nolenti ha ragione da vendere, M$ in confronto mi sembra un bambino viziato e basta.

  • Come al solito avete storpiato il suo discorso, ha detto che nonostante nessuno si meriti di morire il mondo meritava di conoscere la fine dell’influenza negativa di Steve Jobs sul mondo dell’informatica, non ha detto che è contento che sia morto ma semplicemente che con la sua morte tutti quei fanboy potrebbero aprire gli occhi e chi non è mai stato un fan boy finalmente non dovrà sentire più cazzate su Steve Jobs ha fatto questo e quello, e cioè? Cosa? Era un grande imprenditore non un tecnico ne un genio le idee non erano sue quindi alla fin fine sta grande perdita per il mondo informatica non la concepisco neanche io, al massimo per il marketing/commerciale…

  • luca

    chi ha inventato l’elicottero??? due fratelli francesi, Jacques e Louis Breguet, iniziarono a sperimentare dei profili per pale di elicotteri e nel 1907

    ma non era stato Leonardo da Vinci? in effetti, si (1500 circa) lui fu il visionario che ne studiò il volo e la fisica del movimento. per realizzarlo naturalmente gli mancavano i mezzi.

    è stato Jobs ad inventare tutto quello che oggi usiamo? NO. lui lo ha realizzato.
    chi fu colui che previde 50 anni prima di Jobs la maggior parte delle cose che oggi utilizziamo e che dovranno ancora avvenire?
    Gene Roddenberry, 
    (El Paso, 19 agosto 1921 – 24 ottobre 1991), sceneggiatore e ideatore della serie televisiva ed il mondo di Star Trek. (pad, phone, S.O basati su schermi con display touchscreen…) ed altre cose, che chissà magari un giorno saranno inventati quando ci saranno le conoscenze per poterli realizzare.

  • Antonio G. Perrotti

    datemi del “comunista”, se volete, ma è stato un genio del marketing, della comunicazione, di quello che vi pare, ma non dell’informatica. un genio nel vendere ed accumulare soldi, che non è un peccato mortale ma non lo rende di certo migliore di stallman o torvalds. e mi piacerebbe sapere come vengono trattati i lavoratori che producono nelle sue aziende. quanta parte del guadagno finisce nelle loro tasche. quando si parla di imprenditori questo lato del discorso non andrebbe mai trascurato.

    • Quello che mi fa ridere è che in tv con la morte di jobs tutti sono diventati geni dell’informatica dicendo cavolate abissali. La peggio a uno mattinaun giornalista “esperto” indica jobs colui che ha portato internet in tutte le nostre case. Ma scherziamo fino a 4/5 a
      nni fa apple era per molti solo una marca di mp3 portatili, ora che è diventato un prodotto di nicchia tutto è nato da jobs.

  • mikronimo

    Premettendo che non ho mai posseduto prodotti Apple, vorrei dire un’ultima cosa sulla “importanza” di Apple e di Jobs; per chi non se ne ricordasse o addirittura non lo sapesse (dato che sono cose che risalgono agli albori dell’informatica casalinga), Apple è stata quella che ha inventato l’interfaccia ad icone quando Microsoft ancora navigava nelle più difficili acque della riga di comando con Dos; solo questo basterebbe a dimostrare quale genere di impronta ha lasciato il marchio ed il suo creatore; molto del suo sviluppo e successo si è basato su questa interfaccia, che rendeva l’uso del pc (del Macintosh) molto più intuitivo; se usiamo i lettori di mp3 chiamadoli comunemente ipod, è perché Apple è stata la prima a commercializzare un prodotto del genere e anche iphone ed ipad ( in particolare l’ultimo) sono stati, ancora una volta, i primi del loro genere; moda, vera geniale innovazione? Qualità e valore superiore? Ognuno risponda per se stesso, dato che è solo una questione di gusti personali e portafoglio decidere se usare e/o apprezzare i prodotti della Mela (generalmente più costosi di altri con caratteristiche simili); rimane il fatto che, in particolare negli ultimi tempi, l’atteggiamento di estrema aggressività nel marketing, può solo aver istigato del vero fastidio, in chi non è mai stato propenso ai loro prodotti e giustificazioni esaltate, in chi adora avere l’ultimo giocattolo Apple; in questo devo quotare Stallman, se non esattamente le parole o la tempistica; comunque, quando pur esistendo delle entità “maligne” che cercano, in tutte le maniere, il monopolio su di un settore, ma poi devono scontrarsi con il fatto che una scelta alternativa, di ottima qualità e per lo più libera e gratuita, l’open source, esiste (anche e soprattutto grazie a persone come Stallman), il problema, semplicemente, non esiste o ha un impatto veramente minimo sull’uso che le persone hanno dei sistemi informatici; vivo o morto Jobs che sia, a me non cambia nulla, rimango libero di scegliere se avere prodotti Apple, Microsoft o Linux, con ognuno le sue limitazioni; ogni altro discorso, mi pare inutile.

  • Grossa caduta di stile. Sappiamo tutti come la pensa RS; poteva limitarsi a fare le sue condoglianze e basta! O meglio riconoscere anche le indubbie qualità di SJ, nonostante lui sia in disaccordo. Ma essere felici per la sua dipartita è assolutamente orribile.

    • Alessandro Bertolini

      Straquoto…

  • Sean Vsn

    Beh, se le cose stanno così, allora la lista di quanti devono morire è ancora lunga… Vogliamo ribaltare il sistema?

  • Gianluca

    mah commento che non è bello, da parte di nessuno, si dice che manco al tuo peggior nemico si augura il male,quindi tantomeno che tu sia contento che sia morto, questo fa pensare che ora che jobs non c’è più ci sia meno concorrenza? mah su qesto ho dubbi… jobs è riusicto a far diventare un oggetto del desiderio ciò che ha realizzato, se tutti potrebbero realizzare una cosa del genre allora saremo ricchi!! poche parole e pure brutte, ma ftti tanti dico a questo signore qua, conttinui a lavorare free che la gente l oseguie e lo seguirà anche in sottofondo che non è poco 😉

  • l’unico che ha avuto il coraggio di dirlo apertamente….. chissà quanti lo hanno pensato e non lo hanno detto. comunque credo che stallman volesse essere solo provocatorio.

    • mi sa che la battaglia mac / windows / linux c’è sempre stata
      quando accadono queste cose basta una scintilla per scatenare il putiferio

  • lahire

    un bel tacer non fu mai scritto.
    Stallman ha realizzato un magnifico autogol.
    la morte merita rispetto e silenzio

  • Giatuareg

    Che tristezza di commento. E’ proprio per colpa di ottusi come questo qui che la Apple ha fatto e sicuramente continuerà a fare perlomeno nel futuro prossimo un successo enorme. Jobs non avrà inventato internet, magari non avrà inventato proprio niente ma sicuramente ha prodotto device e OSs alla portata di tutti. Rende l’utenza con competenze anche basse capace di fruire qualità e contenuti da smanettone per dirla semplice. Il prezzo è il prezzo.
    Il resto sono elucubrazioni da parte geeks

    • da parte mia l’unica cosa positiva di apple e citata da pochissimi è stata il sistema operativo mac osx negli anni scorsi era veramente il miglior sistema operativo al mondo poi negli ultimi anni secondo me linux ha preso il suo posto

  • Ferik

    questo è fondamentalismo, mi dissocio da Stallman.

  • Mi sa che i suoi genitori non gli hanno insegnato il concetto di “La morte non si augura neppure al proprio peggior nemico”.
    Tutto il mondo dell’OSS e del Free Software dovrebbe dissociarsi apertamente da queste dichiarazioni.
    Sul fatto che lo fosse o meno (ricordiamo OpenNeXT) ci si potrebbe discutere per ore, ma non era questo il momento.

    • Giandomenico Bisaccia

      Effettivamente lui non ha augurato la morte proprio a nessuno, se leggi l’articolo originale te ne renderai conto. A parte ogni discussione, Stallman pensava ciò già prima della morte di Jobs, almeno non ha inizializzato un processo di idolatria come TUTTO IL RESTO DEL MONDO ha fatto.

    • roberto

      cos’e’ questo un altro dogma? “La morte non si augura neppure al proprio peggior nemico”  perche’ se muore un pedofilo o un serial killer o uno che uccide tuo figlio in un incidente guidando ubriaco ecc..ti dispiace? che sei un prete Vince?  e comunque non ha augurato la morte a steve come dice giandomenico. informatevi,aprite le menti.imparate prima di dettare sentenze.

  • Kevin

    Io non sono una persona maleducata e non amo la volgarità, ma questo tipo è uno stronzo. Anche se uno non è d’accordo con le iee di un’altra persona non si è mai felici delle morte. Steve Jobs, oltre che imprenditore e informatico, era una PERSONA con famiglia e figli!  

    Spero che lo denuncino sto coglione!

    • Francesco Codicè

      Ha mai detto di che è felice per la morte di Jobs??

      No perchè se è così dammi la fonte!

  • Xyz

    Stallman sei un uomo mediocre, piccolo ed invidioso.
    Non un dollaro per il tuo GNU, tanti ad Apple.

    • peccato che grazie a stallman oggi abbiamo firefox, crome, gimp, vlc, libreoffice ecc senza spendere una lira
      ha realizzato una comunità nata per passione e non per scopo di lucro come apple.
      la apple può morire il free software no questa è la realtà se poi ha alzato i toni sicuramente non è la prima volta e nemmeno l’ultima
      se non fosse per lui dovremo pagare tutto anche progetti inutili
      paga apple e poi usa firefox 😉

  • Ubuntu

    Mi dispiace che Steve Jobs sia morto ma penso che Stallman abbia ragione su tutta la linea per quel che riguarda i sistemi non open.
    Apple e Microsoft rallentano il progresso. Bisogna iniziare a riconsiderare il concetto di brevetto.
    Fra poco non si potra neanche fare il cesso con il pulsante perchè Apple l’avrà brevettato sul macbook e bisognerà pagargli i diritti.
    Lasciamo poi stare la privacy.
    Con Google rinuncio alla mia privacy ma in cambio ho l’androide che è aperto  (almeno posso provare a capire che porcate fa in subroutine) e gratuito e se faccio lo sviluppatore scelgo il tool di sviluppo che mi pare,  invece con mac os rinuncio alla privacy, gli aggiornamenti devo pagarli e se voglio fare lo sviluppatore devo passare da loro.
    Si, grande Jobs ok, anche nella prepotenza.

     

    • Quoto la libertà è un diritto, se tutto fosse comw ha insegnato il genio steve jobs dovremo pagare anche per fare un click del mouse.

      • Ubuntu

        Per poi non parlare delle piattaforme di sviluppo (vedi microsoft e bordland) piene di accrocchi e funzioni inutili che non rispettano gli standard ansi/iso solo per obbligare lo sviluppatore a legarsi alle loro.
        mah…se questa è grandezza…

        • Ubuntu

          Fra l’altro paghi pure per averle…ahahah:)
           

  • Micavolodimailchevuoi

    Certo che siete stronzi a far passare certe idee, questo articolo come molti in rete fa passare l’idea che Richard Stallman si sia rallegrato della morte di Steve Jobs, 
    quanto in realtà ha affermato l’esatto contrario, cioè che nessuno merita di morire, neanche chi ha fatto tanto male al mondo dell’informatica come Steve Jobs e Bill Gates.
    Quindi per Richard Stallman il fatto che Steve Jobs è morto è una cosa negativa, però è indubbio il fatto che adesso che non c’è più, non potrà più  sostenere quel mondo chiuso e dorato che priva della loro libertà tanti stupidi.

  • embeddedPROJECTS

    E’ scomparso ed e’ un dispiacere, ovviamente un “grande” dei sistemi chiusi in meno al mondo, quindi meglio. Anche questa frase puo’ suscitare osservazioni del cazzo, ma non ci sono molti modi di dirlo…..
    Altra osservazione e’ che non e’ tutta colpa di Microsofto /Apple se la gente usa quei sistemi, e’ la gente che e’ stupida, fequento spesso un negozio di PC dove la magior parte dei clienti ha problemi legati a virus e spendono periodicamente 80 Euro per la sistemazione,  una volta ho chiaccherato con uno in un angolo spiegando che risolveva tutto cambiando OS, niente da fare, la paura del cambiamento gli fa anche aquistare antivirus i quali non risolvono veramente il problema e non si rendono conto che e’ assurdo aquistare un OS e poi non avere la garanzia di stabilita’ la quale si miglora aquistando altri software di protezione, e’ come se sei costretto a comprare un filtro particolare per la macchina perche’ non ti puoi fidare dei carburanti che usi, a quel punto meglio cambiare stazione di servizio.

  • Oly

    Ciao a tutti, in questi giorni tutti parlano di jobs di come era bello e bravo, poi con la morte generalmente la cosa si amplifica. Nel suo lavoro sarà stato il migliore, un leonardo da vinci dei poveri o meglio dei ricchi, avrà avuto idee incredibili ha stravolto la nostra vita(parlo in generale) ma per arrivare dov’è arrivato di sicuro avrà messo i piedi in testa a tanta e tanta gente.
    L’abbiamo visto all’apice del successo e poi via via scemare con la malattia, può dispiacere umanamente, questo sì, ma poi la cosa finisca lì. Ma per favore ne parlano tutti come fosse stato il loro miglior amico, o peggio se lui fosse stato  il loro! Siete mai stati a cena assieme o a una festa o per un we? 
    Probabilmente l’avrete visto qualche volta in tv?….. O più probabilmente l’avrete visto qualche volta volta in tv ma non saprete nemmeno chi cavolo fosse? 
    oh steve povero steve, poi ti cade un ipad e questi vogliono 300euri!
    ma ANCORA! Ne aggiungo 150 lo prendo nuovo di nuovo….
    Non l’ho pagato abbastanza o c’era l’amicizia con steve compresa?

    Stallman è partito da una premessa di carattere umano, il giudizio “sembra”(rileggetevelo bene) sia sulla polica sociale del lavoro di jobs in raffronto al suo. 
    E allora dai indignatevi per altro o fate finta di non vedere milioni di bambini che muoiono di sete o fame o per guerre? O quelli non hanno amici?
    Non siamo liberi e non ve accorgete nemmeno

  • Ale

    Stallman m’ha tolto le parole di bocca! Jobs m’è sempre sembrato un gran dittatore! Ballmer(d) a confronto è molto più un “Linux-user”

    Che poi sia morta una persona con famiglia dispiace, ma qui si parla della “morte preventiva” di futuri progetti closed! E non posso che esserne felice…

  • Fighi_96

    A tutti quelli che criticano Stallman voglio dire una coso: lui è stato l’unico che ha avuto le palle di dire quello che tutti pensavano, appena morto steve jobs (per carità, non voglio offenderlo) ho pensato che non avrebbe fatto differenza, visto che lui era solo uno dei tanti che faceva manovre per imporre le sue tecnologie copiandole ad altri; io sono del pensiero che l’unico sistema operativo non copiato è linux, perché ognuno se lo personalizza come vuole

    • Hank

      Certamente, quello che dici è vero, ma essere felici per la morte di un uomo è a dir poco da persone ignoranti, grette e meschine! 
      è come se un giorno Tizio, contrario al Free Software, se ne andasse in giro con un cartellone:”Finalmente Stallman è morto”… è la stessa cosa…

      PS: rispondo a te perchè è il primo commento…

No more articles