Uno degli ambienti desktop che sta avendo molto successo in questi anni è sicuramente LXDE.
Particolarità di LXDE è quella di creare un’ambiente desktop veloce e performante tutto questo offrendo una semplice interfaccia semplice da gestire e da personalizzare.
LXDE è indicato quindi per vuole una Distribuzione veloce o per chi ha un pc datato con poche risorse disponibili.

Uno degli ambienti desktop più installati su Arch Linux è proprio LXDE, grazie alla fusione con questo rende una Distribuzione performante sempre aggiornata (non dovremo aggiornare ogni 6 mesi come accade per esempio con Lubuntu) e realizzata ad hoc sul nostro pc e con le applicazioni da noi preferite e non quelle preferite dagli sviluppatori. 
Il risultato sarà una Distribuzione su misura secondo le nostre esigenze che renderà il nostro Pc che sia datato o di nuova generazione veloce e allo stesso tempo bello anche da vedere.
Ecco quindi come installare LXDE su Arch Linux.

Per prima cosa occorre installare il Sistema di Base il quale contiene solo i pacchetti indispensabili per poter completare l’installazione con il nostro ambiente desktop per farlo consiglio a tutti di consultare questa guida che abbiamo realizzato nei mesi scorsi,

Una volta installato il Sistema Base di Arch Linux e riavviato dovremo connetterci ad internet, conforme la tipologia di connessione è diversa la configurazione per connetterci per esempio se ci colleghiamo da WiFi possiamo seguire questa guida, da chiavetta 3G mobile  oppure possiamo anche completare l’installazione utilizzando una livecd.

Una volta connessi possiamo utilizzare le varie console virtuali, ne avremo a disposizione 6 per passare da una all’altra basta andare con ALT+F1 per la prima console ALT +F2 per la seconda  e cosi via fino ad arrivare ad ALT+F6.
Controlliamo di essere collegati dando un semplice

ping -c 3 www.google.it

se avremo la risposta siamo connessi  dovremo aggiornare i pacchetti installati per farlo basta dare un semplice

pacman -Syu

se da errore vuol dire che non abbiamo impostato i mirror per farlo digitiamo

nano /etc/pacman.d/mirrorlist

e togliamo la # sui sever che vogliamo scaricare i pacchetti (in italia troviamo Garr) salviamo e riproviamo ad aggiornare
inoltre può succedere che la prima volta ci dia solo pochi pacchetti da aggiornare provare ancora a dare pacman -Syu e vedrete che avremo oltre 100 pacchetti da aggiornare.
Al termine dell’aggiornamento riavviamo.

Al riavviamo installiamo Alsa per farlo digitiamo

pacman -S alsa-utils

al termine configuriamolo per farlo basta digitare

alsaconf

al termine della configurazione possiamo regolare i livelli per farlo digitiamo

alsamixer

Ora installiamo Xorg per farlo basta digitare

pacman -Syu xorg-server  xorg-xinit

Ora consiglio di riavviare

A questo punto possiamo installare i driver grafici io ho sempre installato i Driver proprietari Nvidia e quindi non conosco eventuali problemi con i driver open o ATI per poterli installare basta semplicemente consultare il Wiki per Ati e le Nouveau per installare invece i driver Nvidia basta semplicemente digitare

pacman -Syu nvidia

una volta terminata l’installazione basta dare un semplice

nvidia-xconfig

e verrà configurata automaticamente

Ora creiamo il nostro account come utente per farlo digitiamo

adduser

basta semplicemente indicare il nome utente password ecc facendo però attenzione ai gruppi io di solito inerisco in Additional groups

audio,lp,optical,storage,video,wheel,games,power,scanner, network

mi raccomando come scritto ossia con la virgola

Al termine riavviamo

Al riavvio è giunta l’ora di installare LXDE per farlo digitiamo:

pacman -S lxde

inoltre consiglio di aggiungere altre applicazioni indispensabili come l’editor di testo  leafpad, xarchiver per i file compressi, obconf per configurare openbox e  epdfview per visualizzare i documenti in pdf per installarli basta digitare:

pacman -S leafpad xarchiver obconf epdfview

ora installiamo Network Manager utile per gestire le nostre connessioni per farlo digitiamo

pacman -S networkmanager  network-manager-applet xfce4-notifyd hicolor-icon-theme gnome-icon-theme gnome-keyring usb_modeswitch

aggiungiamo i demoni per farlo digitiamo

nano /etc/rc.conf

andiamo in DAEMONS (l’ultima riga) e aggiungiamo  dbus e sostituiamo network con networkmanager per esempio

DAEMONS=(syslog-ng dbus networkmanager crond..eccetera..) e salviamo

 ora non creiamo il file xinitrc utile per avviare il nostro ambiente desktop per loggiamoci come utente (possiamo farlo avviando una nuova console virtuale come ALT+F5 o altra) e digitiamo

nano ~/.xinitrc

attenzione: “~” o tilde si crea con CTRL+Shift+Canc oppure con Altgr + ì oppure  Altgr + 0 se si ha la tastiera con il layout di lingua inglese e inseriamo

#!/bin/sh
exec ck-launch-session startlxde

e salviamo

ora possiamo riavviare e avviare LXDE

al riavvio loggiamoci come utente e digitiamo

startx

se tutto corretto avremo il nostro LXDE su Arch Linux

ora consiglio di installare un Desktop Manager il quale ci permette di loggiarci e avviare il nostro ambiente desktop in modalità grafica e non testuale, abbiamo diversi DE a disposizione ma vista la “leggerezza” della Distribuzione è consigliabile utilizzare un Desktop Manager leggero come Slim o lightDM

Per installare Slim

pacman -S slim

Per installare lightDM

pacman -S lightdm
e aggiungiamo il demone in rc.conf digitando
nano /etc/rc.conf
e aggiungiamo in DAEMONS  o slim o lightdm 
salviamo e riavviamo.
Ora aggiungiamo Yaourt una versione avanzata di pacman  realizzata dalla comunità che ci permette di installare qualsiasi applicazione presente nei repository AUR per installarlo basta seguire questa guida.
Nella guida ho inserito alcune immagini dei tool presenti per personalizzare la nostra Distribuzione, ora non ci resta che installare le applicazioni che vogliamo e goderci il nuovo Arch Lxde.
Questo è tutto se avete problemi segnalazioni ecc non esitate a segnalarlo commentando questo articolo
No more articles