Canonical nei giorni scorsi nel corso dell’Ubuntu App Developer Week (evento realizzato sopratutto per gli sviluppatori e dedicato al confronto e alla presentazioni di nuovi progetti) ha presentato un nuova pagina del sito dedicata al Developer Portal la quale ha il compito di incitare gli sviluppatori esperti e non cercare di realizzare applicazioni per Linux.

Grazie al nuovo Ubuntu Developer Portal, Canonical cerca di portare gli sviluppatori ad utilizzare Quickly, il framework di sviluppo creato proprio dall’azienda di mr space-man Mark Shuttleworth  indicando sopratutto che il progetto oltre ad essere semplice offre molte potenzialità.

John Oxton sviluppatore di Canonical (sopratutto dell’interfaccia grafica) ha cosi presentato il nuovo  Ubuntu Developer Portal:

“…L’obbiettivo del nuovo framework di sviluppo è quello di aggiungere nuove applicazioni ad Ubuntu Software Center di qualità ancora più elevata. Il progetto si rivolge ai singoli programmatori od a piccoli gruppi di essi che stiano già creando applicazioni rivolte ad altre piattaforme”

Che sia l’inizio di nuove applicazioni dedicate ad Ubuntu? Che il nuovo Ubuntu Software Center abbia proprio questa caratteristica ossia quella di poter installare nuove applicazioni sopratutto a pagamento e libere su Ubuntu? L’interfaccia a Store, il Logo ecc sembra che sia proprio destinato a diventare oltre a gestire le applicazioni anche avere la possibilità di installare applicazioni come per esempio Mac

Ubuntu sempre più uguale al Mac? Si…o No?

No more articles