Gimp è uno strumento gratuito ed opensource dedicato a chiunque decida di avvicinarsi al mondo della grafica e del fotoritocco senza spendere centinaia di euro in licenze a pagamento. 
Nonostante nel mondo del fotoritocco sia poco sfruttato, i risultati che si possono ottenere si avvicinano molto a quelli di Photoshop.
L’unico vero limite di questo software è l’impossibilità di gestire immagini a 16bit ed i profili di colore CMYK, ma personalmente ritengo che l’amatore (evoluto o base che sia) non ne sentirà mai la mancanza e comunque questi difetti dovrebbero essere sanati con l’uscita a breve di Gimp 2.8.

Potrebbe essere la soluzione per tutte le aziende o i liberi professionisti che per lavoro devono utilizzare un programma di grafica, ma non abbastanza da giustificare l’acquisto di una licenza specifica.

Una volta superato il piccolo scoglio di un interfaccia grafica non sempre immediata, si può lavorare velocemente ed ottenere risultati ottimali. Per chiunque volesse cimentarsi nell’utilizzo di questo interessante software, allego alcuni link che potrebbero essere interessanti.

Community italiana con forum.
Gimp nel fotoritocco

Ringrazio Andrea amministratore di Mora Foto per la segnalazione
  • gianluca

    una piccola pecca è la mancanza di una modifica come quella di photoshop che si chiama altere, o cnosciuta anche come warp in inglese, in gimp non c’è e per fare certe cose sarebbe comoda, speriamo nella 2.8!!

  • Ivan De Felice

    Grande….adoriamo Gimp

    • grazie 1000 ps inoltre c’è il buon gmic plugin di cui collaboro con i pacchetti per linux

  • Photoshop l’ho sempre odiato, anche quando non conoscevo Gimp e lo usavo sotto Windows. Per carità, un programma potentissimo, non c’è che dire, ma che rende eccessivamente complesse alcune operazioni che invece potrebbero essere eseguite con un solo click. Inoltre ho notato che dopo aver caricato qualche estensione e qualche pennello i tempi di avvio si triplicavano, come anche si appesantivano tutte le azioni di base. La scoperta di Gimp mi ha entusiasmato non poco: ok, mancano ancora delle funzioni e i menù sono discretamente scomodi, ma il software mi pare molto più versatile e potente: plugin e pennelli a cariolate e segni di cedimento (per ora) quasi 0. Tra l’altro mi pare essere prossimo ad una maturazione tale da renderlo fruibile anche in ambienti professionali, il che darebbe una bella spallata ad Adobe nel caso in cui si diffondesse effettivamente. 

    Al momento, l’unica cosa che invidio ad Adobe è il suo dannatissimo Dreamweaver, al momento insostituibile da altre applicazioni…

    • non so quanti utenti sperano nel nuovo gimp
      unica pecca secondo me è data dalla mancanza si sviluppatori
      troppo pochi per un progetto del genere
      e come puoi vedere i tempi da una release all’altra sono molto lunghi

      • Gabriele Castagneti

        E pensare che GIMP ha inventato le GTK…
        Fine immeritata.

No more articles