Crunchbang
ci piace la sua semplicità, ci piace il suo minimalismo ci affascina l’eleganza del suo colore nero senza nessuna pretenziosità.
Abbiamo volutamente tolto le ultime note di colore servendoci del tema AwOken, per semplificarci la vita abbiamo installato Adeskbar la più semplice bar, ma allo stesso tempo elegante, che portandosi dietro un menù ci rende le cose un po più semplici.

Ora tutto ci sembra perfetto…ma potremmo cercare qualche applicazione che non turbi lo spirito ( e la mente ) del nostro sistema e forse potremmo sperimentare cose nuove.

Tra le prime che ho installato vorrei segnalarvi Tilda il terminale a scomparsa, un grande terminale completamente nero senza nessun controllo visibile….ma completamente configurabile dal menù preferenze.

Avere a disposizione questo terminale mi ha dato la possibilità di installare Moc il player nCurses tra le cose più belle di questo genere.
Audacious è un altro player perfettamente in tema con Crunchbang. Nella sua interfaccia predefinita il nero e il blu è molto bella io ho cercato un’alternativa di colore bianco e sul sito di Winamp ho trovato la skin ” Cube” semplice e perfetta.
Il browser installato è Chromiun ma se volessimo provare qualcosa di incredibilmente veloce e molto essenziale provate Kazehakase, un paio di secondi per aprirsi, usa Gecko o webKit a vostra scelta sembra macchinoso ma non più di tanto la sua interfaccia ” schermo intero” è il più intero che conosca. Purtroppo non tradotto in italiano e non ha nessun componente aggiuntivo per evitare la pubblicità, ma bisognerebbe indagare meglio in rete.
Tra i programmi di rippaggio CD qui Asunder (grazie Roberto per la manutenzione e i pacchetti di questo bellissimo programma) è perfetto.
Se vogliamo però un programma ancora più essenziale cerchiamo Ripit, questo ”dimenticato” programma deve la sua sopravvivenza e sviluppo a Felix Suwald che lo ha seguito per tanto tempo.
Ecco Ripit in azione ben poco da vedere è vero, ma il risultato è impeccabile

Ripit

Il suo funzionamento….digitare nel terminale, una volta inserito il CD, semplicemente ripit.
Inizierà una serie di semplici domande con opzioni di scelta( alla domanda se si vuole inviare i dati del CD al data base è meglio sorvolare la procedura è piuttosto macchinosa se non si è registrati) dopo inizierà la decodifica tutto qui.
Se volete sapere le moltissime opzioni basta digitare ripit –help comparirà la schermata delle opzioni possibili. Io utilizzo il semplice il comando ripit -b 256 ( va digitato immediatamente altrimenti il programma parte con le opzioni prestabilite) cosi da avere file Mp3 a 256 altrimenti sarebbero a 128, ma potete scegliere il valore che preferite.
Da qualche parte credo si possa editare un file ” config” riguardante il programma cosi da stabilire le opzioni che preferiamo e farle rimanere tali…ben venga se qualcuno sa farlo.

Qualcuno aggiunge qualcosa ?

di Fausto
No more articles