Su Ubuntu o Debian per gestire i pacchetti avremo a disposizione  il buon apt uno dei migliori package manager.

Su Arch Linux invece troviamo un’altro fantastico package manager denominato  pacman (PACkage MANager) il quale ci permette di gestire l’installazione, aggiornamento rimozione ecc dei nostro pacchetti. 
Utilizzare pacman è semplicissimo se vogliamo per esempio installare un pacchetto contenuto nei repository basta semplicemente da root digitare pacman l’opzione -S e il nome del pacchetto da installare. Pacman automaticamente controllerà le eventuali dipendenze richieste installare il pacchetto e (in caso non siano presenti nella nostra Distribuzione) le installerà assieme al pacchetto. Possiamo anche utilizzare l’opzione -U in caso volessimo installare un pacchetto già scaricato.

Inoltre con il comando -R possiamo rimuovere un pacchetto specifico. Come accade su Ubuntu anche su Arch Linux se rimuoviamo diversi pacchetti può capitarci di aver alcuni pacchetti che non servono più. Per Ubuntu e Debian basta semplicemente digitare apt-get autoremove il quale pulisce la Distribuzione dei pacchetti che non servono,
Con Arch Linux, invece,  possiamo fare la stessa cosa semplicemente digitando da terminale:
pacman -R $(pacman -Qdtq)
e verranno rimossi tutti i pacchetti inutili.
Come possiamo vedere dal comando daremo pacman -R seguito da  $(pacman -Qdtq) il quale ci indicherà i pacchetti inutilizzati da rimuovere.
No more articles