Ubuntu

Anche se la nostra Distribuzione risulta molto veloce confronto ad altri sistemi operativi (per esempio Windows) possiamo con pochi e semplici tool averla ancora più “scattante“. Difatti esistono molti tool che permettono di accelerare alcuni processi per esempio il boot, lo spegnimento e perfino l’avvio delle applicazioni, oggi difatti vi insegneremo come sfruttare il preliking per velocizzare l’avvio delle applicazioni.

Il tool Prelink modifica le librerie condivise e gli eseguibili ELF, difatti quasi tutte le applicazioni che utilizziamo non contengono al loro interno le librerie di cui hanno bisogno ma vanno ad utilizzare, dinamicamente, volta per volta, le librerie precedentemente compilate all’interno del nostro sistema.
Grazie a Prelink potremo far si  che la procedura di avvio delle librerie utilizzate dalle nostra applicazioni avvenga automaticamente in modo che i software non debbano ogni volta essere collegati alle rispettive librerie Il risalutato è una migliore velocità d’avvio delle nostre applicazioni.
Inoltre il pacchetto preload è sempre un tool molto importante, il quale monitora le applicazioni da noi più utilizzate, a queste  recupera e porta in memoria i relativi binari e le loro dipendenze in modo da velocizzarne l’avvio. Installando questi 2 semplici tool avremo un notevole miglioramento all’avvio delle applicazione (non al loro utilizzo).

Ma vediamo come installare i Prelink e Preload su Ubuntu, Debian o derivate per farlo avviamo il terminale e digitiamo:

sudo apt-get install prelink  preload

Preload a questo punto è attivo mentre Prelink dobbiamo configurarlo per poterlo utilizzare per farlo da terminale digitiamo:

sudo gedit /etc/default/prelink

e andiamo a sostituire la stringa “PRELINKING=unknown” con “PRELINKING=yes” (come da immagine sotto) e salviamo il tutto e chiudiamo la finestra.

Prelink

Ora avviamo prelink per farlo digitiamo:
sudo /etc/cron.daily/prelink
aspettiamo un paio di minuti e poi vedremo un notevole miglioramento nell’avvio delle nostre applicazioni.
No more articles