Ubuntu

Anche se vogliamo che non capiti mai ma purtroppo basta un’attimo una svista, una distrazione ecc ed ecco il nostro portatile rubato sotto ai nostri occhi. Parte la denuncia ma nella maggior parte dei casi non riusciremo a ritrovarlo. Da oggi però c’è una possibilità di recuperare il nostro Pc grazie ad un programma denominato Prey

Prey è un programma per Linux (ma anche per Windows, Mac e Android) che permette di ottenere informazioni utili all’identificazione del ladro del nostro computer e quindi al recupero dello stesso.
Una volta installato nella nostra Distribuzione funziona nascosto ai nostri occhi e raccoglie informazioni utili alla localizzazione del portatile e all’identificazione del malfattore. Informazioni sullo stato generale del computer, lista dei programmi in esecuzione, connessioni attive, informazioni dettagliate sulle attività di rete e wi-fi, cattura dello schermo e, nel caso il portatile sia provvisto di webcam, una foto del ladro che sta usando il nostro portatile.

Per prima cosa dobbiamo creare un Account (gratuito) da QUESTA pagina. Ci verrà richiesto di inserire il nostro nome, indirizzo email, nazione e password. Una email di conferma verrà inviata alla nostra casella email richiedendoci di cliccare un link di attivazione Confermata la registrazione, possiamo accedere al nostra account dalla pagine di autenticazione di Prey, inserendo i dati forniti in fase di registrazione.
Procediamo quindi ad aggiungere un dispositivo con l’opzione “Add new devices” dal nostro pannello di controllo, compilando i dati richiesti: un titolo per il dispositivo, il tipo di dispositivo (computer desktop o portatile), il sistema operativo e la sua versione.
Completata la definizione del nuovo dispositivo questo sarà visibile dal nostro pannello di controllo e potremmo vedere il devide key del nostro computer, necessaria in seguito per l’installazione del programma.
Scarichiamo un pacchetto deb per Ubuntu da QUESTA pagina una volta installato avviamolo selezionare l’opzione Prey + Control Panel che renderà semplice l’utilizzo del servizio.

Ubuntu

Inseriamo quindi i nostro API Key e Device Key, il primo legato al nostro account di Prey ed il secondo al dispositivo registrato dal pannello di controllo di Prey in precedenza: entrambe le informazioni sono disponibili dal nostro pannello di controllo di Prey. L’installazione è così completata, il programma vi augura di non aver mai bisogno di dover utilizzare questo servizio.

home Prey
FONTE poweruser

No more articles