Inkscape è l’unico software per l’illustrazione di livello professionale disponibile su tutti e tre i sistemi operativi più diffusi, il che lo rende una buona scelta per le aziende che lavorano su più piattaforme, Il fatto che il formato di default per l’output sia lo standard industriate SVG, e che il tool possa salvare anche in EPS, PDF e nel formato XCF di GIMP con tanto di livelli (il che rende possibile far parlare GIMP e Photoshop) significa che i designer possono lavorare con altre persone sui vari progetti senza problemi di interscambio di file.
Anche l’importazione di file PDF funziona bene, inclusa la possibilità di editare il testo. Come Illustrator o CorelDraw, Inkscape ci consente di costruire immagini complesse partendo da forme semplici fatte di curve e angoli. C’è un gran numero di filtri ed effetti da applicare alle vostre forme per renderle meno matematiche e più artistiche. Ad esempio, il tool Ritocca oggetti scolpendoli o ridipingendoli (identificato da un’icona con un’onda) può essere usato per ruotare e sfumare una forma, Ma aspetto più importante del numero di filtri ed effetti è la qualità del risultato e l’intuitivà del modo in cui lavorano.
Detto ciò, il sistema di effetti è ancora nuovo, e avere accesso a effetti simili a quelli di Photosnop in un software di illustrazione vettoriale ha un grande impatto sul modo di lavorare con le immagini. Combinato con una funzione di importazione decente, Inkscape non ci costringe a passare spesso per GIMP. Questo perché il menu Filtri include una selezione di strumenti artistici da usare sulle immagini bitmap, anche se non ha molte opzioni. Un buon rango di tool tipografici significa che potremo usare Inkscape per creare locandine, poster e depliant. Il rendering dei font è grandioso, con un anti-aliasing intelligente anche quando si fa lo zoom. L’interfaccia è più confortevole per gli utenti abituali a CorelDraw, piuttosto che lllustrator; la gestione dei colori, la manipolazione degli oggetti e la gestione dei livelli sono simili a quelli del prodotto di Corel, Nell’interfaccia di default le varie toolbar sono quasi tutte attive, mentre i vari dock compaiono sulla destra. Questa disposizione può causare confusione nei principianti, ma dopo qualche minuto ci si fa l’abitudine. Un altro sintomo della potenza e della complessità dell’applicazione sono le sue prestazioni. Anche lavorando su grandi progetti su schermi ad alta risoluzione le prestazioni sono ottimali.

Se vogliamo conoscere tutte le novità della nuova versione 0.48 consiglio di consultare QUESTA pagina

Per installare / Aggiornare Inkscape 0.48 su K | X | Ubuntu 10.04 basta scaricare il pacchetto posto sotto e cliccarci sopra e confermare:

inkscape_0.48.0-2~lffl~lucid~ppa_i386.deb
inkscape_0.48.0-2~lffl~lucid~ppa_amd64.deb

In alternativa possiamo integrare i repository Linux Freedom for Live Lucid per farlo basta avviare il terminale e scrivere

sudo add-apt-repository ppa:ferramroberto/linuxfreedomlucid

sudo apt-get update && sudo apt-get install inkscape

confermiamo e alla fine avremo il nostro Inkscape 0.48 installato

No more articles