Il formato PDF è una sorta di spada dalla doppia lama del mondo informatico: garantisce la consistenza del layout su più piattaforme e sistemi ma risulta modificabile solo utilizzando Adobe Acrobat, un software commerciale che non tutti possono permettersi; fortunatamente la situazione potrebbe cambiare grazie al mondo del software libre, che ha partorito un applicativo con notevoli capacità di editing.
PDFedit non è il primo strumento per GNU/Linux in grado di modificare i file .pdf ma è senza dubbio il primo veramente utilizzabile, che non fa uso di scorciatoie per ottenere i suoi risultati; nonostante sia giunto soltanto alla versione 0.4.5, PDFedit è già una soluzione pratica per la manipolazione di pagine e testo nei file PDF ed è in grado di salvare le modifiche direttamente, senza passare da file PostScript temporanei o simili.

Con PDFedit è possibile modificare il testo, ruotarlo, includere nuovi font e, in generale, compiere tutte quelle piccole modifiche che possono rendersi necessarie dopo la creazione di un file PDF; anche a causa della giovane età l’applicativo mostra diverse limitazioni, sia dal punto delle funzionalità ( non è consigliabile per massicce operazioni di editing ) sia da quello grafico / funzionale: i crash non sono rari e l’interfaccia è, come minimo, eccentrica. Nonostante questo PDFedit è sicuramente uno di quei progetti da tenere sott’occhio.

Per installare/aggiornare l’applicazione su Ubuntu 10.04 Lucid basta  scaricare il file .deb dal link posto sotto cliccarci sopra e confermare

pdfedit_0.4.5-1~lffl~lucid~ppa_i386.deb (2.0 MiB)
pdfedit_0.4.5-1~lffl~lucid~ppa_amd64.deb  (2.1 MiB)
 
In alternativa possiamo installare l’applicazione anche tramite repository per farlo basta avviare il terminale e scrivere:

sudo add-apt-repository ppa:ferramroberto/linuxfreedomlucid && sudo apt-get update

sudo apt-get install pdfedit

confermiamo e alla fine avremo il nostro Pdf Edit installato / aggiornato

No more articles