Canonical ha recentemente annunciato che il 21 febbraio 2013 rilascerà le prime immagini di Ubuntu Phone OS il nuovo sistema operativo mobile basato su kernel Linux.
Nell’annuncio viene indicato che Canonical porterà lo stesso codice disponibile sia per cellulari, tablet, desktop e tv affermazioni che secondo Aaron Seigo (noto sviluppatore di KDE) non sono poi cosi tanto veritiere.
“Ah, but the wording in the announcement is a bit cagey … Perhaps if we define “same Ubuntu code” to mean “Ubuntu the distribution with all versions of the UI installed” we can cover this with a great amount of fudge factor. Perhaps Unity will eventually be merged with Ubuntu Phone, and that’s what they mean by “when complete”. Yet if we read it at face value .. that is not the message one gets, and that message does not reflect reality. This is not accidental.”
Canonical non è la prima azienda a voler portare lo stessa esperienza desktop nei dispositivi mobili, KDE difatti già da anni lavora con il progetto Plasma Active il quale offre le stesse applicazioni, funzionalità anche su dispositivi mobili con schermo touch.
Inoltre Seigo indica che i progetti di Canonical sono ben diversi fra loro e quando Canonical afferma “same Ubuntu code” difatti Unity per desktop / Ubuntu for Android utilizza Gtk mentre Ubuntu Phone OS si basa su QML.

Altra critica arriva dalla risposta al post di Matthias Klumpp che critica anche su come viene sviluppato il progetto dato che il codice sorgente viene rilasciato in stile Android, prima si rilasciano le immagini poi il sorgente. “Personally, I ignore all announcements done by Canonical, it is often just marketing talk. (or even ridiculous, e.g. the new “display server” they claim to develop. I only believe it if I see actual code.) The ‘real’ stuff happens on the open-sourced code in Ubuntu, and I try to measure it by that. (also the “develop stuff behind closed doors”-concept is crap. When people can see the new project’s code early, many people will know the codebase and people will easily contribute. Also, everyone knows what’s going on and what is planned. Throwing a finished project and a large codebase at a community and say “now contribute to it” is a bit awkward.)
Sono giuste le critiche da parte degli sviluppatori di KDE? Aspetto le vostre opinioni a riguardo,,,
  • Caos57

    La user-theme-extension ha un bug che non permette di caricare i css di tutte le altre estensioni,l’unica soluzione per ora pare sia proprio quella di rimuoverla.

    • andrea

      come si fa a rimuoverla?

      • Caos57

        yum remove gnome-shell-extensions-user-theme

        o se hai ubuntu

        sudo aptitude remove gnome-shell-extensions-user-theme

    • andrea

      accanto ad attività mi è apparsa la scritta themes che però cliccandoci non porta a nulla come si fa a toglierla? grazie

      • devi installare i temi come indicato nell’articolo

    • su fedora è stato corretto io lo utilizzo con altre 5 estensioni e funziona senza problemi

      • Caos57

        Ma sei sicuro?Anch’io ho fedora 15,aggiornato a oggi ancora non mi va…..:S (hai attivato dei repo particolari,tipo i testing?)

        • no ho installato i pacchetti segnalati nell’articolo
          ho l’estensione per vedere l’icona fedora alla destra del pannello poi ho
          l’estensione per aggiungere il spegni al menu skype notify e l’estensione
          per sostare l’orologio a destra
          tutte funzionano senza problemi con Gnome Shell Extension Theme Selector

          2011/6/12 Disqus

  • ho
    provato ad installare i temi per gnome shell seguendo la guida per
    Fedora 15 sul sito, ma durante l’installazione il teminale mi dice che
    non esiste nessun file o directory con quel nome. finita la procedura
    guidata se apro gnome tweak tool vedo i temi, seleziono quello che mi
    piace, ma solo la barra superiore cambia, icone, wallpaper, e altro
    rimangono immutati. Ho anche altri problemi con gnome shell, al posto
    dei tradizionali 4 desktop ne ho solo 2 e le altre funzioni non si
    attivano.. dove sbaglio??