web analytics

Ubuntu Touch, ecco l’OTA-21: finalmente il setup per gli account Google!

pinephone smartphone linux ubuntu touch

UBports Foundation ha annunciato la disponibilità dell’aggiornamento software Ubuntu Touch OTA-21 per tutti i dispositivi Ubuntu Phone supportati. Tutte le novità introdotte con questo update sono già state condivise sul blog ufficiale di UBports: vediamo insieme cosa c’è di nuovo.

Ubuntu Touch OTA-21

Come sapete, in questo periodo gli aggiornamenti OTA non introducono particolari novità perché gli sviluppatori sono concentrati sul porting da Ubuntu 16.04 a Ubuntu 20.04, questo comporta un rallentamento nel ritmo dei nuovi sviluppi.

La novità più importante è sicuramente la possibilità di configurare al volo il proprio account Google, in modo da poter sincronizzare contatti e calendario. Ciò è molto utile per chi arriva da Android.

Abbiamo poi diverse altre novità minori:

  • la schermata di sblocco è stata ridisegnata e cambia in base al metodo di sblocco impostato dall’utente (PIN o password);
  • è stato introdotto il font Tamil;
  • nuovo plug-in per magnetometro e bussola (ma solo per i dispositivi basati su Halium 9 o versioni successive);
  • le impostazioni riguardanti lo spazio di archiviazione sono state riviste in modo da dettagliare meglio il modo in cui viene occupato lo spazio dal sistema;
  • Migliora la gestione degli MMS (ma chi li usa ancora?😅😅) con la possibilità di ritentare anche su connettività 2G il download di un MMS nel caso in cui la prima ricezione non sia andata a buon fine;
  • ora è possibile cancellare l’elenco delle chiamate recenti e l’elenco delle chiamate perse.

Come aggiornare

L’aggiornamento a Ubuntu Touch OTA-21 è in rollout su tutti i dispositivi supportati. Potete installarlo aprendo le Impostazioni di sistema e navigando fino alla schermata di aggiornamento. Il completamento dell’aggiornamento richiederà fino a una settimana, quindi se non vi viene notificato subito riprovate nei prossimi giorni.

Se volete riceve l’aggiornamento immediatamente, dovete attivare ADB e dare il seguente comando:

  • sudo system-image-cli -v -p 0 –progress dots

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
npm librerie open source
NPM, migliaia di app in crash: librerie open compromesse appositamente