web analytics

Audacity release: l’apertura di un progetto è fino a 50 volte più veloce

Audacity
Ultimo aggiornamento:

L’ultima volta che vi ho parlato di Audacity è stato a marzo di quest’anno, in occasione del rilascio della versione 3.0. Come per la maggior parte del software, vi aggiorno ad ogni major release e non ad ogni micro rilascio. In questo caso devo fare uno strappo alla regola perché Audacity 3.1.3 ha introdotto diverse novità interessanti e soprattutto un miglioramento delle performance e un minor utilizzo di memoria.

Audacity: faster is better

audacity 3.1.3

In alcuni scenari l’apertura dei progetti è fino a 50 volte più rapida rispetto ad Audacity 3.1.0 (disponibile da ottobre). Più realisticamente si arriva spesso a un miglioramento di 2-3 volte. Questo passo avanti non è avvenuto per magia bensì grazie ad un importante lavoro di refactoring del codice, che si declina in:

  • miglior gestione dei tipi di dato
  • rimozione dei cast ridondanti verso UTF16
  • uso di string_view per rappresentare tag e attributi
  • introduzione di una nuova classe per minimizzare la frammentazione della memoria

Trovate i dettagli delle modifiche su GitHub: #2121 #2087 #2065 #2267. I risultati quali sono? Un progetto che ora richiede 90 Mb di RAM e 5 secondi per essere aperto prima richiedeva ~380 Mb e 11 secondi.

Gli sviluppatori hanno poi introdotto un paio di nuove scorciatoie: shift + L per impostare il loop sulla selezione e alt + shift + L per cancellare il loop. Hanno anche reso più difficile la creazione accidentale di loop quando si usa la Timeline Quick Play. Non solo:

  • Semplificato il ridimensionamento delle clip
  • Nuovo indicatore della regione di selezione nella timeline
  • L’indicatore Quick Play è stato reintrodotto dopo essere stato precedentemente eliminato
  • Corretti svariati bug

Vi ricordo che Audacity è completamente open source. Potete scaricare questa nuova release dal sito ufficiale in formato AppImage, qui trovate un po’ di informazioni su come installare l’app.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.