web analytics

AMD Threadripper 3970X: le performance su Linux dopo due anni

AMD
Ultimo aggiornamento:

Sono trascorsi due anni dal lancio dei processori AMD Ryzen Threadripper 3960X / 3970X. Quest’ultimo è un vero e proprio mostro in termini di potenza grazie ai suoi 32 core, 64 thread e ad un TDP di 280 W. In tabella trovate un riepilogo delle principali caratteristiche:

ThreadripperCores/
Threads
Freq. base / boostCache L2Cache L3PCIe
4.0
DDR4TDP
Ryzen Threadripper 3960X24C / 48T3.8 / 4.5 GHz12 MB128 MB64+83200 MHz 4ch280 W
Ryzen Threadripper 3970X32C / 64T3.7 / 4.5 GHz16 MB128 MB64+83200 MHz 4ch280 W

Negli ultimi due anni abbiamo assistito a continui miglioramenti al compilatore GCC e ad innumerevoli ottimizzazioni del kernel Linux, alcune specifiche per AMD. Per questo motivo i colleghi di Phoronix hanno pubblicato un’interessantissima analisi in cui hanno cercato di evidenziare come si sono evolute le prestazioni del processore AMD Ryzen Threadripper 3970X su Linux dal momento del lancio a oggi. Cerco di riassumervi quanto è emerso.

AMD Ryzen Threadripper 3970X – Benchmark su Linux

I test sono stati condotti sul medesimo hardware di due anni fa:

  • Mobo: ASUS ROG Zenith II Extreme
  • RAM: 64GB
  • SSD: Samsung 970 Pro 512 GB

Ciò che cambia è il comparto software. Mentre nel 2019 le prove furono eseguite utilizzando Ubuntu 19.10 con Linux 5.4, oggi si è optato per una doppia testsuite, una con Ubuntu 21.10/Linux 5.13, l’altra con Ubuntu 21.10 insieme al kernel Linux 5.15 LTS.

Risultati

Nei test effettuati con NAS Parallel 3.4, NAMD 2.13b1 e PyBench i risultati sono equivalenti, parliamo di miglioramenti variabili tra lo 0,1% e il 2,5%.

Un risultato già più interessante lo abbiamo guardando un bench di compilazione di codice scritto in R. Ubuntu 21.10 con un kernel di nuova generazione ottiene risultati migliori del 50%:

amd threadripper 3970x linux R bench
R bench

Perl Benchmarks restituisce risultati equivalenti nel test Pod2html mentre nel test Interpreter Ubuntu 21.10 – Linux 5.13/15 fanno nettamente meglio (+40%).

amd threadripper 3970x linux chaos group v-ray 4.10.03
Chaos Group V-ray 4.10.03

Spostandosi sul comparto grafico abbiamo delle migliorie ma di pochi punti percentuali in tutti i benchmark svolti. Ne riporto due più significativi degli altri, il primo svolto con Chaos Group V-RAY 4.10.03 in modalità CPU:

Il secondo con Tungsten Renderer 0.2.2, la scena è Water Caustic:

Benchmark tungsten Renderer 0.2.2
Tungsten Renderer 0.2.2

Infine sono stati condotti test generici per stressare la CPU. In ogni test l’accoppiata Ubuntu 21.10 con Linux 5.13 / 5.15 vince a mani basse in (quasi) tutti i test con risultati migliori fino al 30%. Si evidenziano piccole migliorie anche passando da Linux 5.13 a Linux 5.15.  L’unico test che viene vinto da Ubuntu 19.10 con Linux 5.4 è ctx_clock, questo perché le ultime versioni del kernel hanno feature di sicurezza aggiuntive che impogono un maggior numero di context switch.

Vediamo qualche dettaglio. In FLAC Audio Encoding 1.3.2 o (WAV To FLAC), abbiamo un vantaggio del 7%, che diventa quasi il 10% in Coremark 1.0 tra la testsuite del 2021 e quella del 2019. Interessante il risultato in ASKAP 2018-11-10 (test tConvolve OpenMP – Gridding) dove c’è un netto passo avanti rispetto a Linux 5.4 ma Linux 5.13 (+22%) vince contro la v5.15 (+17%).

askap
Askap 2018-11-10. Test: tConvolve OpenMP – Gridding.

 

Conclusioni

Chi avesse acquistato un AMD Ryzen Threadripper 3970 X un paio di anni fa oggi può ritenersi più che soddisfatto. Semplicemente aggiornando il comparto software si ritrova tra le mani un processore che viene sfruttato meglio rispetto al passato e dunque più potente. Per ulteriori dettagli vi rimando all’approfondimento di Phoronix.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.