web analytics

SuperTuxKart 1.3: nuove piste, nuovi kart e supporto per Nintendo Switch

Supertuxkart
Ultimo aggiornamento:

Da poche ore è disponibile la release candidate di SuperTuxKart 1.3, nei prossimi giorni avrà luogo il rilascio della versione stabile. SuperTuxKart è uno dei videogame più famosi (e divertenti) del genere “Kart Racing”. Si avvicina molto alla qualità di Mario Kart, grazie ad un gameplay consolidato. Il gioco è open-source, free-to-play e multi-piattaforma. La precedente release (v1.2) risale ad oltre un anno fa e in questi ultimi 12 mesi gli sviluppatori hanno fatto un gran lavoro: vediamo cos’hanno in serbo per noi.

SuperTuxKart 1.3

Prima di scendere nei dettagli una notizia che interesserà ai possessori di Nintendo Switch. SuperTuxKart è stato portato su Switch Homebrew, ovviamente è necessario installare Homebrew per giocare: qui trovate una guida che farà al caso vostro https://switch.homebrew.guide/.

SuperTuxKart 1.3 presenta una buona serie di migliorie. Abbiamo kart e personaggi aggiornati, ad esempio Sara la maga ora è solo Sara. Va detto che il design dei personaggi può essere sicuramente migliorato e ammodernato…

supertuxkart 1.3 kart

Oltre ad un nuovo personaggio giocabile ci sono un paio di nuove arene, che supportano entrambe la modalità multiplayer online “cattura la bandiera”. La prima si chiama Ancient Colosseum Labyrinth 🏛️ e si ispira al nostro Colosseo, l’altra è stata battezzata Alien Signal 👽.

Ancient Colosseum Labyrinth
Ancient Colosseum Labyrinth

Per creare kart, arene e giocatori è stato usato Blender 2.8.

Presenti anche migliorie dal punto di vista della grafica. Grazie ad un apposito slider nella sezione Graphics è ora possibile modificare la risoluzione fino al 50%, in modo da migliorare il frame rate su macchine poco performanti.

risoluzione supertuxkart 1.3

In aggiunta, è stata creata una nuova sezione in cui viene tenuta traccia di tutti i vostri record per le varie tipologie di gare.

Download

Per provare queste e altre novità avete due possibilità. Potete attendere la final release, oppure scaricare la release candidate dalla pagina ufficiale su GitHub. Sono disponibili build a 32 e 64 bit per ARM, Linux, Windows, macOS e Android. Per ulteriori dettagli vi rimando al post pubblicato sul blog ufficiale.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
windows 11
Windows Subsystem for Android e le punzecchiature di KDE