web analytics

Alla scoperta di Fedora 35: data di rilascio, nuove funzioni e curiosità

fedora 35
Ultimo aggiornamento:

In questo breve post andiamo a riepilogare le nuove funzionalità e gli aggiornamenti attesi in Fedora 35,  atteso per la fine del prossimo mese di ottobre.

Fedora 35: release date e novità

Fedora 35 non introdurrà particolari novità, si tratta di una release moderata che per lo più corregge bug e aggiorna alcuni pacchetti. Al momentO sono in corso gli ultimi test interni e, la prossima settimana, più precisamente il 14 settembre, dovrebbe arrivare la beta. La data di fallback in caso di problemi è il 21 settembre. Analogamente, la final release arriverà il 19 ottobre con fallback il 26 ottobre in caso di anomalie. La maggior parte delle caratteristiche che vado a delinearvi nel prosieguo dell’articolo sono praticamente definitive.

GNOME 41

Fedora 35 workstation avrà a bordo GNOME 41, del quale vi ho parlato in questo articolo.

gnome 41 software
GNOME Software in GNOME 41

Questo un rapido riassunto:

  • Arriva libadwaita in GNOME con nuove funzioni lato UI;
  • GNOME Software è stato aggiornato, il risultato è uno store più dinamico e coinvolgente rispetto al passato;
  • Nuovo pannello multitasking per GNOME Control Center;
  • GNOME 40 ha introdotto i profili di alimentazione. Ora gli sviluppatori hanno deciso di renderli maggiormente accessibili, inserendoli nel menu di stato per impostazione predefinita;
  • Il window manager Mutter è stato parzialmente riscritto e il codice sorgente ripulito. Le gestures sono state perfezionate e le transizioni tra i vari workspace ora sono più fluide.

Fedora workstation includerà i Power Profile Daemon di default. Potete ora scegliere tra performance e durata della batteria dalla UI.

Desktop e app

Tralasciando GNOME e KDE Plasma le versioni dei desktop environment rimangono invariate rispetto a Fedora 34:

  • KDE Plasma 5.23
  • GNOME 41
  • Xfce 4.16
  • LXQT 0.17
  • MATE 1.24

Saranno aggiornate diverse applicazioni, a bordo troveremo:

  • Binutils 2.36
  • gcc 11
  • glibc 2.34
  • binutils 2.37
  • gdb 10.2
  • Perl 5.34
  • Node.js 16.x
  • Python 3.10
  • RPM 4.17
  • PHP 8.0

Il session manager PipeWire è ora gestito da WirePlumber manager, sviluppato da Collabora. Sarà invece rimosso in via definitiva Python 3.5, che è in EOL da settembre 2020.

Fedora Kinoite

Nel titolo dell’articolo parlavo di curiosità. Parallelamente a Fedora 35 avremo la prima release di Fedora Kinoite. Il nome deriva da quello di un minerale blu che si trova sulle montagne di Santa Rita e in Arizona. Di fatto Kinoite sarà una variante di Silverblue ma basata su KDE e non su GNOME. La tecnologia sarà la stessa di Silverblue:

  • rpm-ostree sarà il sistema di pacchettizzazione di base
  • Flatpak consentirà di installare app isolate dal resto del sistema
  • Podman permetterà di gestire i container

Per provare quanto di buono fatto dai dev sino ad oggi vi rimando a questa pagina ufficiale del progetto.

Download

Potete provare le pre-release scaricando le immagini .iso dal sito ufficiale:

  • Workstation (GNOME)
  • Spin (KDE, Xfce, LXQT, LXDE, i3 etc)
  • Altro (Kinoite, Silverblue, Cloud, Container)

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
Ubuntu 21.10 Impish Indri wallpaper
Ubuntu 21.10: vi raccontiamo la nuova release di Canonical