web analytics
gnome os

GNOME 3.38, pronto tra pochi giorni: ecco tutte le novità

GNOME 3.38 sarà disponibile a giorni, introducendo nuove funzionalità e alcune importanti migliorie. Detto del nuovo wallpaper, in cui domina il colore blu e una varietà di forme geometriche con illuminazione frattale per texture ed effetti, andiamo a dare uno sguardo a tutte le altre novità introdotte dagli sviluppatori nel corso di questi mesi.

GNOME TOUR

La prima cosa da evidenziare è la nuova app GNOME Tour, che, come si evince dal nome, vi racconta come funziona GNOME Shell. Spiega gli elementi principali dell’interfaccia utente desktop, ad esempio il pulsante Attività, la barra dei messaggi, etc. Sicuramente per chi naviga in queste acque da tempo risulta inutile, ma per chi viene da Windows (o da un altro desktop) è sicuramente una cosa apprezzata.

APP GRID

Cambia (in meglio) anche l’App Grid. Il bottone “Frequents” sparisce, l’App Grid sarà un unico pannello verticale contenente le app ordinate alfabeticamente. Nuovo anche il layout manager che è stato riscritto e migliorato: dovrebbe garantire una maggiore fluidità. Ogni “pagina” nel programma di avvio mostra un numero fisso di elementi: 24. La disposizione esatta di righe e colonne per pagina varia a seconda delle dimensioni dello schermo in uso.

Quindi, con uno schermo grande, gli elementi si disporranno per riga (es: 3 righe da 8 elementi) mentre con uno schermo piccolo ci saranno più righe con meno elementi per ognuna.

La scheda “App frequenti” è scomparsa, ma gli sviluppatori hanno aggiunto il supporto per personalizzare la posizione delle app. Ciò ti consente di riorganizzare le app esattamente come desideri. Ad esempio, è possibile spostare le app più utilizzate nella prima riga della prima pagina. Alternativamente potete usare le cartelle per creare una sorta di categoria di app.

app folders gnome 3.38

Le cartelle delle app utilizzano l’impaginazione quando sono presenti più di 9 elementi.

Miglior supporto per il lettore d’impronta digitale

ubuntu 20.04 impronta digitale

Se avete un laptop con un lettore di impronte digitali sarete felici di sapere che gli sviluppatori hanno ottimizzato la gestione del login. Come sapete una buona fetta del lavoro è stata fatta dagli sviluppatori di Canonical (ed è già stata trasferita su Ubuntu 20.04 LTS). In GNOME 3.38 la nuova registrazione delle impronte digitali è accessibile dalla sezione Users dell’app Settings.

Restart e Batteria

Il System Menu presenta ora l’opzione Restart che risulta così più accessibile. Novità analoga riguarda il toggle che mostra la percentuale residua della batteria che viene introdotto nel Power Menu.

Parental Control

Quando si crea un account per un bambino nel pannello Utenti è disponibile un’opzione per attivare il Parental Control. Quando è attivo, fornisce opzioni per limitare i browser, bloccare alcune applicazioni specifiche e bloccare l’installazione di app.

GNOME Maps & GNOME Web

Diverse novità sono state introdotte anche in GNOME Maps:

  • L’app è più responsive;
  • L’interfaccia si adatta in modo dinamico;
  • La barra laterale si adatta alla larghezza della finestra;
  • Migliorata la vista da satellite: vengono evidenziate correttamente le località;
  • Nuova night mode.

Migliora anche GNOME Web che cerca di avvicinarsi sempre di più ad un’esperienza d’uso completa e soddisfacente. L’app ora impedisce ai siti di riprodurre video con audio in modo automatico. Questo comportamento può essere modificato in base alle tue esigenze e persino configurato per bloccare tutti i video su siti specifici.

Non solo: ora si può facilmente disattivare / riattivare l’audio facendo clic sull’icona del suono nel pulsante della scheda. Esattamente come avviene in Firefox.

Si possono ora importare dati da Chromium (e presumibilmente anche da Chrome).

QR Code & Wi-Fi

gnome 3.38 qrcode

Se volete trasformare il vostro laptop in un hotspot vi basterà ora inquadrare il QR Code che viene mostrato nel Wi-Fi Panel con un’app mobile apposita.

Altre novità

Ci sono poi tutta una serie di modifiche e migliorie  minori:

  • Lo screen recorder built-in usa Pipewire con migliori performance
  • Ridisegnata l’app Sound Recorder
  • Migliora la gestione degli screenshot con l’introduzione di un’apposita finestra
  • Viene gestita meglio la frequenza d’aggiornamento del monitor in Wayland
  • Nuove icone per diverse app tra cui Cheese e Calculator
  • L’app Photos ha una versione reingegnerizzata del filtro Clarendon di Instagram

Per tutte, ma proprio tutte le modifiche, comprese quelle omesse in questo articolo, vi rimando all’approfondimento del 15 settembre, data d’uscita ufficiale di GNOME 3.38.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
fish shell
Fish Shell, una alternativa smart a Bash per GNU/Linux