web analytics
raspand raspberry android 10

RaspAnd 10: installare Android 10 sulla vostra Raspberry Pi

Ultimo aggiornamento:

Rilasciata ufficialmente la nuova versione di RaspAnd che, a seguito del pagamento di 9$, permette di installare Android 10, con kernel Linux 5.4.51 LTS, sulle Raspberry Pi.

RaspAnd porta l’ultima versione dell’OS di Google su Raspberry Pi

Il sistema è fornito, out of the box, di numerose applicazioni preinstallate che ne consentono un uso abbastanza vario. Tra queste Firefox è il browser web di default, ES File Explorer l’utility per navigare nel filesystem ed è incluso anche Spotify. Le applicazioni preinstallate, a detta del team di sviluppo, funzionano bene ed è possibile anche la visione di Netflix. Non è ancora stata implementata, purtroppo, la compatibilità con l’HDMI ed il Bluetooh. Sarà quindi necessario utilizzare il jack audio da 3.5mm per connettere il Raspberry a delle casse esterne.

raspand raspberry android 10
Aptoide in funzione su RaspAnd.

Sfortunatamente RaspAnd 10 non ha ancora il supporto per il Google Play store, anche se potete comunque installare le app Android mediante il package manager Aptoide che è un buon rimpiazzo. Presente di default nel sistema operativo, tra l’altro, lo store F-Droid, il catalogo di applicazioni FOSS installabili per la piattaforma Android.

8,99€
9,99
disponibile
14 nuovo da 6,95€
6 usato da 5,49€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 24 Settembre 2020 17:59
raspand raspberry android 10
ES File Explorer in funzione.

RaspAnd è compatibile con i recenti modelli di Raspberry Pi, come la versione 4, dotata di 8GB di memoria. Funziona molto bene, tuttavia, anche sui modelli precedenti, in particolare il Pi 3 Model B e Model B+. Secondo lo sviluppatore il sistema è estremamente responsivo, in particolare se, come disco primario, si utilizza una micro SD di classe 10.

129,00€
disponibile
2 nuovo da 129,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 24 Settembre 2020 17:59

Per provare l’ultima versione di RaspAnd, vi rimando al sito ufficiale, dove è possibile acquistarlo per 9 dollari. È comunque possibile compilare gratuitamente i sorgenti, che sono scaricabili tramite la pagina ufficiale di GitHub. Qui, tra l’altro, potrete trovare anche le istruzioni per la compilazione, per creare il proprio port personalizzato di Android per Raspberry Pi.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
tempmail tmpmail
[GUIDA] Linux: creiamo una mail temporanea da terminale con tmpmail