web analytics
kernel linux news

Provate le distribuzioni GNU/Linux online con DistroTest!

Volete passare a elementaryOS ma non siete sicuri? Vi interessa KaliLinux ma siete timorosi, magari non sapete usarlo? DistroTest è ciò che fa al caso vostro. Si tratta di un servizio Web che consente di testare online le vostre distribuzioni GNU/Linux preferite senza doverle installare localmente. Consente di provare oltre 300 sistemi operativi Linux e Unix. Basta visitare il sito Web, scegliere la distribuzione desiderata e attendere qualche secondo.

I creatori di DistroTest hanno lanciato questo servizio web su Debian usando Qemu. Non ci sono restrizioni per usare le distro elencate. È possibile utilizzare tutte le funzioni del sistema come se fose in locale. È possibile installare e disinstallare software ma anche testare i programmi installati e persino eliminare o formattare il disco rigido o i file di sistema. Potete scegliere di cambiare interfaccia grafica e le varie opzioni.

Ad oggi DistroTest ospita 1200 versioni con 301 sistemi operativi differenti, alcuni dei quali, sono sincero, non li ho mai sentiti nominare.

Qui sotto vi riporto tutte le distro che potete provare:

  • AbsoluteLinux
  • AlpineLinux
  • Antergos
  • antiX Linux
  • Aptosid
  • ArchBang
  • ArchLabs
  • ArchLinux
  • Archman
  • ArchStrike
  • ArtixLinux
  • AryaLinux
  • AvLinux
  • BackBoxLinux
  • BigLinux
  • Bio-Linux
  • BlackArch
  • BlackLab
  • BlackPantherOS
  • blag
  • BlankOn
  • Bluestar
  • Bodhi
  • BunsenLabs
  • Caine
  • Calculate Linux Desktop
  • CentOS 7
  • Chakra
  • ChaletOS
  • ClearOS
  • Clonezilla
  • ConnochaetOS
  • Cucumber
  • Damn Small Linux
  • Debian
  • Devil-Linux
  • Devuan
  • DragonFly BSD
  • Dragora
  • Dyne:bolic
  • Edubuntu
  • elementaryOS
  • Elive Linux
  • Emmabuntüs
  • Emmabuntüs
  • Endless OS
  • EnsoOS
  • Exe GNU/Linux
  • ExTiX
  • Fatdog64
  • Fedora
  • FerenOS
  • FreeBSD
  • FreeDOS
  • Frugalware
  • Frugalware
  • G4L
  • GeckoLinux
  • Gentoo
  • GNewSense
  • GoboLinux
  • Gparted
  • GreenieLinux
  • GRML
  • GuixSD
  • Haiku
  • Heads
  • Kali Linux
  • Kanotix
  • KaOS
  • Knoppix
  • Kodachi
  • KolibriOS
  • Korora
  • Kwort
  • Linux Lite
  • Linux Mint
  • LiveRaizo
  • LMDE
  • LXLE OS
  • Macpup
  • Mageia
  • MakuluLinux
  • Manjaro
  • MauiLinux
  • MenuetOS
  • MiniNo
  • Modicia
  • Musix
  • MX Linux
  • Nas4Free
  • Neptune
  • NetBSD
  • Netrunner
  • NixOs
  • NuTyX
  • OpenIndiana
  • OpenMandriva
  • openSUSE
  • OracleLinux
  • OSGeo live
  • OviOS
  • Parabola
  • Pardus
  • Parrot
  • Parsix
  • PCLinuxOS
  • PeachOSI
  • Peppermint
  • Pinguy
  • PinguyOS
  • plopLinux
  • PointLinux
  • Pop!_OS
  • PORTEUS
  • Puppy Linux
  • PureOS
  • Q4OS
  • QubesOS
  • Quirky
  • ReactOS
  • Redcore
  • Rescatux
  • RevengeOS
  • RoboLinux
  • Rockstor
  • ROSA
  • Runtu
  • Sabayon
  • SalentOS
  • Salix
  • ScientificLinux
  • Siduction
  • Slax
  • SliTaz
  • Solus
  • SolydK
  • SparkyLinux
  • Springdale
  • Stresslinux
  • SubgraphOS
  • SwagArch (18.03)
  • Tails
  • Tanglu
  • Tiny Core
  • Trisquel
  • TrueOS
  • TurnKey Linux
  • Ubuntu and its official variants
  • Uruk
  • VectorLinux
  • VineLinux
  • VoidLinux
  • Voyager
  • VyOS
  • WattOs
  • Zentyal
  • Zenwalk
  • Zevenet
  • Zorin OS

Lanciare una distro da DistroTest

Facciamo una prova. Supponiamo di voler provare Deepin 15.11. Recatevi su DistroTest, cliccando qui. Ora è potete selezionare una distribuzione dalla lista o dal menu di destra, dove vengono elencate quelle più provate dagli utenti (Top systems). Cliccando su Deepin compare una lista di tutte le possibili scelte:

distrotest

Cliccando su Start accanto a Deepin 15.11 accedete a una pagina che vi mostra la password da inserire. Poco dopo, il tempo di attesa varia al variare delle persone connesse al servizio, vi si aprirà una nuova scheda dove è ospitata la distro che avete richiesto. Inserite la password e siete dentro:

deepin distrotest
Deepin 15.11 con Mozilla Firefox grazie a DistroTest.

Una sessione dura 15 minuti, potete estenderla a 30 minuti cliccando sul tasto Extend Runtime. Potete anche effettuare l’upload di un file sulla VM, fino a un massimo di 10MB.

Chiaramente l’esperienza utente non è delle migliori, noterete qualche lag, ma complessivamente il servizio è assolutamente interessante.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
puppy linux fossapup 9.5 boot
Puppy Linux 9.5: nuova release per la distribuzione super leggera