web analytics
ubuntu popcon

Ubuntu, addio a popcon: l’OS non terrà più traccia dei pacchetti installati

Il tool popularity-contest, anche noto come popcon, va in pensione. Canonical ha deciso che non terrà più traccia dei pacchetti installati dagli utenti sul proprio PC.  Ma cos’è e cosa fa popcon? Questo pacchetto, presente ormai da una quindicina di anni in Ubuntu, consente di dare delle opinioni sulle vostre app preferite. Raccoglie statistiche che determinano quali pacchetti sono i più popolari tra gli utenti di Ubuntu. Una volta alla settimana, il pacchetto  invia i dati a un server centrale.

Queste informazioni aiutano gli sviluppatori a prendere decisioni su quali pacchetti dovrebbero essere promossi e quali dovrebbero essere pre-installati. I dati raccolti li trovate qui e per lanciarlo è necessario dare il seguente comando:

$sudo dpkg-reconfigure popularity-contest

Ubuntu saluta popcon

ubuntu popcon 1

Con Snaps, PPA e Flatpak, che consentono installazioni rapide e indolore ci sono molti modi in cui i dev possono distribuire il proprio software. Da tempo, inoltre, Ubuntu non cambia la lista dei package pre-installati. In questo contesto popcon risulta abbastanza inutile. Quindi le installazioni future del sistema operativo non includeranno più questo pacchetto per impostazione predefinita.

C’è di più, Michael Hudson, dipendente di Canonical, ha rivelato che il pacchetto non funziona correttamente da Ubuntu 18.04 quando il backend si è corrotto e non è mai stato sistemato. A riprova del fatto che, ad oggi, è abbastanza inutile. Potete già rimuoverlo da un’installazione Ubuntu esistente. Basta avviare un Terminale ed eseguire il seguente comando:

  • sudo apt remove popularity-contest

Inserite la password e date y. Così facendo rimuoverete anche il pacchetto ubuntu-standard.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
kodachi linux
Kodachi Linux, ufficiale la versione 7.2 con mitigazioni per BootHole