web analytics
raspberry pi ibm ricerca

Raspberry Pi, utilizzate il vostro SBC per aiutare la ricerca

IBM, in collaborazione con il centro di ricerca Scripps Research, tramite il programma World Community Grid ha avviato un esperimento, su scala mondiale, per aiutare nella ricerca di una cura al COVID-19. Basta una schedina Raspberry Pi, ed una connessione ad internet, per dare il proprio contributo.

Raspberry Pi: aiutare la ricerca con il calcolo distribuito

Il World Community Grid è un programma posto in essere da IBM per finalità sociali. In particolare supporta la ricerca scientifica umanitaria. Il tutto si basa su un software chiamato BOINC, che è possibile installare sul proprio Raspberry PI. Il software è disponibile anche per Windows, MacOS o qualsiasi distribuzione Linux. Il nome del processo, una volta in esecuzione, inizierà con wcg. Diventare volontari del progetto, implica donare la potenza di calcolo di riserva del proprio dispositivo. Così facendo si aiuteranno gli scienziati a velocizzare l’ottenimento di particolari risultati, in determinati ambiti di ricerca.

raspberry pi ibm ricerca coronavirus
Il software, una volta avviato, monitora lo stato del Raspberry Pi. Quando ritiene si trovi in una fase di non eccessivo utilizzo delle risorse, esegue automaticamente in background un esperimento simulato. In particolare, per quanto riguarda il COVID-19, l’esperimento ha come file la previsione dell’efficacia di un particolare composto chimico. Completata la fase computazionale, quindi, BOINC automaticamente invierà i risultati della simulazione completata, per poi richiedere la successiva.

raspberry pi ibm ricerca consumo internet

I requisiti minimi

Per conoscere i requisiti minimi di sistema, necessari per partecipare all’esperimento, è stata pubblicata questa guida. Per quanto riguarda la ricerca per il COVID-19, un Raspberry Pi è più che sufficiente:

  • Memoria: 250 MB;
  • Spazio su disco: 100 MB;
  • Sistema operativo: Windows, Mac OS, GNU/Linux, Android 4.4 o versioni successive.

Per avere alte informazioni su questo interessante progetto, e su gli altri disponibili tramite questa piattaforma di ricerca, vi rimando al sito ufficiale. Considerato il basso consumo di risorse, questo progetto permette di dedicare parte della potenza di calcolo della vostra Raspi ad una buona causa.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
manjaro 20.10 arm i3
Manjaro 20.10, ufficiale la versione per processori ARM