web analytics
linuxfx

LinuxFx: il sistema operativo GNU/Linux identico a Windows 10

Ultimo aggiornamento:

In questi giorni ho dedicato un po’ di tempo a LinuxFx, una distribuzione GNU/Linux Ubuntu-based che è di fatto una “copia” di Windows. Almeno dal punto di vista del look-how. La domanda che mi sono posto al momento dell’installazione è stata la seguente: LinuxFx è un comodo punto d’accesso nel mondo Linux o semplicemente un clone di Ubuntu con l’aspetto di Windows 10?

LinuxFx: gateway per l’accesso al mondo Linux

LinuxFx Build 2004 (codename “WindowsFx”) è una distribuzione made in Brazil che si basa su Focal Fossa. Con delle differenze. Ad esempio il desktop environment di default è Cinnamon 4.6 e non GNOME mentre il kernel è aggiornato alla versione 5.4.

linuxfx distro linux
Windows sei tu?

Se passate davanti a un PC con LinuxFx a bordo e date un’occhiata distratta vi sembrerà il classico desktop con Windows 10. Questo grazie al tema b00merang (disponibile sotto licenza GPL). Il progetto b00merang raccoglie tantissimi temi, da Windows 2.0 passando per Windows 7 fino a Windows Server ma anche temi Apple, da System 4 fino a macOS Big Sur, recentemente annunciato.

Una chicca è l’assistente vocaleHelloa” che utilizza all’incirca lo stesso logo e le stesse animazioni di base di Cortana. Al primo avvio, l’assistente aiuta a configurare i driver grafici, la risoluzione e alcune impostazioni di base. In realtà questo strumento è ancora nelle prime fasi di sviluppo e il team si sta ancora integrando con Google per aggiungere intelligenza artificiale e comandi vocali. Sicuramente è un aspetto interessante perché gli assistenti virtuali, che personalmente odio, sono una caratteristica che manca molto su Linux.

linuxfx ubuntu windows 10
Vi è familiare questa schermata?

Le similitudini con il sistema operativo di Microsoft non finiscono qui: il client di posta elettronica Evolution utilizza il logo Outlook, “Giochi” utilizza il logo Xbox e il launcher di LibreOffice coincide con quello di Microsoft Office.

Non ci sono però solo similitudini dal punto di vista dell’interfaccia utente. LinuxFx offre anche diverse preziose aggiunte che gli utenti di Windows che migrano su Linux apprezzeranno. Per cominciare, la possibilità di installare pacchetti .exe e .msi (ovviamente grazie a Wine) semplicemente con un doppio click. Funziona incredibilmente bene e vi assicuro che non è una cosa da poco. A bordo è già presente, out-of-the-box, un buon assortimento di software di produttività e comunicazione a cui gli utenti Windows sono abituati. Cito, ad esempio, Skype, Telegram, Microsoft Teams, TeamViewer, Anydesk e Zoom.

Insomma vi sembrerà di utilizzare Windows, almeno fino a quando non comincerete ad usare sul serio il sistema. App store, applets, desklets, etc sono tutti a sfondo Linux. Devo dire che l’App manager funziona molto bene. Insomma, stiamo parlando di una distribuzione che fa l’occhiolino agli utenti Windows stufi di riavvii, problemi vari e della lentezza che caratterizza il sistema di Microsoft soprattutto su PC datati. Utenti che, allo stesso tempo, non vogliono buttarsi su un OS completamente nuovo. La curva di apprendimento in questo caso si scala veramente in fretta, anche per i novizi. Da sottolineare la pazienza e l’impegno profuso dagli sviluppatori che sono riusciti a ricreare l’aspetto di Windows 10 per far sentire a proprio agio gli utenti.

Download via Sourceforge

Da segnalare che LinuxFx è compatibile anche con l’architettura ARM, funziona bene su Raspberry Pi, ed è in fase di lavorazione il porting sull’Asus Tinker. Potete scaricare l’ultima build disponibile da Sourceforge. I download di questa settimana ammontano a 14’656, non male!

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
kaspersky
Kaspersky: “Linux è sempre più soggetto ad attacchi da parte di hacker”