web analytics
debian 9 stretch

Debian 9.13: disponibile l’ultima point release per Stretch

The Debian Project ha annunciato la disponibilità di Debian 9.13 Stretch. Si tratta della tredicesima (e ultima) point release della serie. Arriva circa cinque mesi dopo Debian 9.12 e presenta tutti gli ultimi aggiornamenti software e patch di sicurezza rilasciati da febbraio ad oggi.

Come per tutte le point release, Debian 9.13 è qui per coloro che vogliono una immagine .ISO aggiornata e pronta all’uso, senza dover scaricare centinaia di MB di aggiornamenti dai repositories dopo aver installato il sistema operativo. Questa, però, è una point release particolare essendo l’ultima della serie: non verranno più prodotti aggiornamenti per Stretch. Per questo motivo, è importante che eseguiate l’aggiornamento a Debian 10 “Buster” il prima possibile. La procedura per l’upgrade è molto semplice, gli sviluppatori hanno preparato una guida ad hoc.

Dopo questa point release il team di sicurezza non produrrà più aggiornamenti per Debian 9. Gli utenti che desiderano ricevere patch e update devono aggiornare a Buster.

queste le parole del Debian Project Team.

Debian 9.13 Stretch

Questa .ISO vede l’aggiornamento di ben 75 pacchetti, con fix e migliorie, e l’introduzione di 73 patch di sicurezza. Inoltre, 22 pacchetti sono stati rimossi per vari motivi, come problemi di sicurezza, incompatibilità con altri pacchetti o perché non vengono più manutenuti. Tra i pacchetti aggiornati possiamo menzionare Chrome, Firefox e Thunderbird.

Importante l’introduzione di patch per problemi di corruzione della memoria e memory leak. Risolti alcuni errori di connessione su TLS 1.2 segnalati da diversi utenti negli ultimi mesi.

Naturalmente, coloro che hanno già aggiornato il sistema utilizzando il mirror security.debian.org non devono fare altro. Per tutti gli altri le .ISO di Debian 9.13 possono essere scaricate da qui, presenti tutte le edizioni: KDE, GNOME, Xfce, LXDE, Cinnamon e MATE.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
trickbot malware GNU/Linux
TrickBot Malware è ora in grado di infettare anche i sistemi GNU/Linux